search

Il blog di Laura Pirovano: appunti di viaggio, segnalazioni di giardini, proposte di plant design

Nel segno del giglio aprile 2022

Nel segno del giglio. Nela foto fiori di Arte antica toscana

Dopo tre anni sono tornata a Colorno per la bella manifestazione annuale ‘Nel segno del giglio’. Devo dire che la partecipazione alla giuria è stata una preziosa occasione per scoprire le novità e le collezioni più interessanti presentate dai vivaisti.
Una edizione molto ben organizzata con una eccellente selezione di espositori.
In sintesi ho trovato di nuovo molto particolari e assai ben presentate le piante da interno della Compagnia delle piante ornamentali con una collezione di Phylodendron e di Calathea, molto ricca la collezione (110) di varietà di Hosta del vivaio Fiordaliso, encomiabile il recupero delle antiche varietà di azalee del lago Maggiore realizzato da Tibi, piacevoli le petunie profumate di Floricoltura Graziella e importante la collezione di specie spontanee del Melo selvatico che presenta le sue piantine in vasi biodegradabili. Da non dimenticare la proposta di Billo di dianthus perdiseme, botanici che si autodisseminano e la collezione di Gingko biloba di Baradel.

Ecco alcune scoperte:

Angelica Keiskei, con foglia riccia, di origine giapponese, chiamata elisir di lunga vita

Cistus ladanifer, origine portoghese

Camellia Hakuan Kujaku, con fioritura più tardiva rispetto alle japonica

Geranium pratense Summer skies, a fiore doppio

Hydrangea macrophylla Confetti guepard, con foglia variegata

Saruma Henryi, una piccola erbacea adatta all’ombra, con prolungata foritura

Paeonia tenuifolia Rosea

Phylodendron Gigas

Collezione di orchidee rustiche del vivaio Zanella

Le Hosta del vivaio Fiordaliso

 

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento.

Giardini in viaggio Laura Pirovano