search

Il blog di Laura Pirovano: appunti di viaggio, segnalazioni di giardini, proposte di plant design

Archivio Autore

Unknown, unknowns: una mostra alla Triennale alla scoperta dei misteri dell'Universo
/ News

Unknown, unknowns: una mostra alla Triennale alla scoperta dei misteri dell’Universo

La 23° Esposizione internazionale della Triennale di Milano, curata dall'astrofisica Ersilia Vaudo, è intitolata 'Unknown, unknowns: an introductin to mysteries' ...
Leggi Tutto
I racconti delle piante di Fabio Marzano alla Libreria della natura
/ News

I racconti delle piante di Fabio Marzano alla Libreria della natura

2022, 253 pp, 14 euro Martedì 13 settembre alla Libreria della natura Fabio Marzano ha raccontato il suo libro rispondendo ...
Leggi Tutto
Un ambiente per l’ambiente: un nuovo spazio multimediale a Villa Necchi Campiglio per raccontare l’ambiente nel cuore di Milano
/ News

Un ambiente per l’ambiente: un nuovo spazio multimediale a Villa Necchi Campiglio per raccontare l’a...

Il 14 settembre a Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI nel centro di Milano, il Fondo per l’Ambiente Italiano, alla ...
Leggi Tutto
News in tema di corsi, fiere, giardini e parchi e altro ancora. settembre 2022
/ News

News in tema di corsi, fiere, giardini e parchi e altro ancora. settembre 2022

Ambiente e sostenibilità SCIAME: il primo collettivo di donne per la salvaguardia delle api, in tutte le sue forme sarà ...
Leggi Tutto
Letto per voi. Giardini invisibili di Antonio Perazzi
/ News

Letto per voi. Giardini invisibili di Antonio Perazzi

Antonio Perazzi, I giardini invisibili, Utet, aprile 2022, 191 pp., 16 euro Un libro di un appassionato botanico che sa ...
Leggi Tutto
Brevi gite estive
/ Giardini

Brevi gite estive

Estate di turismo di prossimità godendo del lago a Laveno e di piccole gite nei dintorni. A Cerro ha sede ...
Leggi Tutto
Una mostra sul design giapponese al Castello di Masnago
/ Giardini

Una mostra sul design giapponese al Castello di Masnago

Approfittando della mostra sul design giapponese, questa estate sono andata al Castello di Masnago a Varese, interessante edificio quattrocentesco che ...
Leggi Tutto
Naturale inclinazione: giardini in mostra a cura di Fondazione Benetton
/ News

Naturale inclinazione: giardini in mostra a cura di Fondazione Benetton

Giardini in mostra: Naturale inclinazione. Ciclo di incontri pubblici dedicati al tema del giardino 16-21-23-28 settembre 2022. Spazi Bomben, Fondazione ...
Leggi Tutto
Il mio giardino in agosto.
/ Giardini

Il mio giardino in agosto.

Durante il mese di agosto mi sono goduta il giardino nonostante il caldo pazzesco e la presenza massiccia e infausta ...
Leggi Tutto
News in tema di concorsi, fiere, libri e altro ancora. Luglio 2022
/ News

News in tema di concorsi, fiere, libri e altro ancora. Luglio 2022

Concorsi e premi La giuria ha reso noto il vincitore del Bando SIFI “Keep alive the sense of wonder”: Pocket Sicily di Linda Grisolie ...
Leggi Tutto
Flash da Hangar della Bicocca
/ News

Flash da Hangar della Bicocca

Sono tornata all'Hangar della Bicocca, luogo da me molto amato, per visitare una mostra, rivedere i sette Palazzi celesti di ...
Leggi Tutto
Dal mio giardino a Laveno
/ Giardini

Dal mio giardino a Laveno

Ecco qualche suggestione dal mio giardino tra giugno e luglio ...
Leggi Tutto

Unknown, unknowns: una mostra alla Triennale alla scoperta dei misteri dell’Universo

Mostra Unknwon Triennale 2022

La 23° Esposizione internazionale della Triennale di Milano, curata dall’astrofisica Ersilia Vaudo, è intitolata ‘Unknown, unknowns: an introductin to mysteries’ e ci conduce con installazioni, opere artistiche progetti di architettura per un futuro interplanetario (con olre 400 tra artisti, scienziati, designer e architetti coinvolti)  alla scoperta dei ‘mondi sconosciuti dal fondo degli oceani all’origine della nostra coscienza’.
Una mostra davvero coinvolgente che consiglio di visitare con una visita guidata (aperta fino all’11 dicembre). Il percorso è disegnato con tante strutture che accolgono le opere e che sono realizzate con stampanti 3D utilizzando materiali di scarto del’industria agroalimentare ed è intervallato da 4 Listening chambers dove si possono ascoltare il neuroscienziato Antonio Damasio, il fisico teorico Carlo Revelli, il filosofodella biologia Telmo Pievani e la fisica teorica Lisa Randall.

L’inizio della mostra con la riproduzione di una quadro seicentesco di Adam Elscheimer ‘Fuga in Egitto’ nel quale per la prima volta è rappresentata la Via Lattea

Tomàs Libertìnt, ‘Made by bees’: progetto per testare la collaborazione uomo-natura inserendo in un alveare una sorta di impalcatura a forma di vaso

André des Gachons, ‘Observations météreologiques’ 1915-1951: l’artista ha dipinto oltre 6000 acquerelli ritraendo il cielo tre volte al giorno presso l’Ufficio centrale metereologico francese

Walter Tschinkel, architetture di nidi sotterranei di formiche in fusione di alluminio

Alicia Kwade, ‘Autoritratto’: fiale di vetro contenenti gli elementi chimici del corpo umano

Carta nautica delle isole Marshall, inizi XX secolo

Anish Kapoor, ‘Clear/magenta’ 2019, due superfici metalliche concave specchianti colorate in dialogo con lo spazio circostante

Uno dei progetti di architettura per lo spazio

Jan Hozan, ‘Super Kamiokande’, il tempio della ricerca giapponese sull’antimateria

Collisione di galassie

 

I racconti delle piante di Fabio Marzano alla Libreria della natura

2022, 253 pp, 14 euro

Martedì 13 settembre alla Libreria della natura Fabio Marzano ha raccontato il suo libro rispondendo alle domande della giornalista Anna Fregonara.
‘Le piante come strumento narrativo’ in sintesi il sgnificato di questo libro curioso e invitante che raccoglie tanti racconti che hanno come protagoniste le piante.
Tra le tante storie che ha raccolto nel corso degli anni Marzano predilige quella della camelia ornamentale che fu portata per la prima volta in Italia alla Reggia di Caserta dall’Ammiraglio Horatio Nelson per donarla alla sua amante Emma Hart, la seconda moglie dell’ambasciatore inglese alla corte dei Borboni. Un’altra storia sulle camelie riguarda le esperienze italiane di coltivazione della Camellia sinensis all’Orto botanico di Pavia e sulle sponde del lago Maggiore. Poi ci sono i racconti dei ‘maiali vegetali’: così sono chiamati gelso bianco e canapa perchè di queste piante non si butta via proprio niente.
Il libro è una miniera di storie curiose come quella dell’albero di Natale siciliano, Abies nebrodensis, l’abete delle Madonie, ‘una conifera nordica che, invece di frequentare renne e slitte, ha scelto di convivere con caciocavallo e pale eoliche nella più grande isola del Mediterraneo’; o ancora quella delle felci che fioriscono di notte, che secondo la tradizione toscana dovrebbero fiorire di nascosto la notte di San Giovanni. Si parla anche della vera ossessione di Goethe per le palme, quando rimase folgorato all’Orto botanico di Padova nel vedere l’esemplare di Chamaerops humilis  var. arborescens, da allora chiamata in suo onore. In ‘Un paradiso artificiale sotto il Vesuvio’ si racconta della Cannabis indica che nel periodo tra le due guerre venne piantata nella stazione di sperimentazione agraria di Napoli, dove si studiano le proprietà terapeutiche di una serie di piante allucinogene.
I titoli delle storie come dei capitoli sono accattivanti e fantasiosi, ne cito solo qualcuno che mi ha colpito in modo particolare: ‘cotone, blues mediterrane0’, ‘la dialettica giardiniere-padrone’, ‘lo street food dei dinosauri’, ‘un’isola mediterranea sulle Alpi’, ‘il Wood Wide Web, l’Internet vegetale’…

 

 

Un ambiente per l’ambiente: un nuovo spazio multimediale a Villa Necchi Campiglio per raccontare l’ambiente nel cuore di Milano

Foto crediti FAI

Il 14 settembre a Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI nel centro di Milano, il Fondo per l’Ambiente Italiano, alla presenza del Sindaco Giuseppe Sala e dell’Assessora all’Ambiente e Verde Elena Grandi, ha inaugurato un nuovo spazio multimediale permanente, gratuitamente aperto al pubblico, che integra e arricchisce l’attuale offerta di visita. Un ambiente per l’Ambiente è una video-installazione immersiva realizzata nell’originario garage della villa disegnata dal celebre architetto Piero Portaluppi che il FAI dedica al racconto dell’ambiente nel cuore della città come esito dell’inestricabile intreccio tra storia e natura.
Il video, molto bello e coinvolgente, ha la durata di circa 15 minuti e racconta, con la voce di Enrico Bertolino, Milano come città d’acqua.
Milano è la prima tappa di un progetto che gradualmente interesserà altri beni del FAI con racconti multimediali ispirati ai rispettivi contesti ambientali.

Dal 14 settembre Un ambiente per l’Ambiente sarà visitabile gratuitamente nei giorni di apertura di Villa Necchi, da mercoledì a domenica, dalle ore 10 alle 18, con accesso da via Mozart 14.

In occasione della prossima Milano Green Week (dal 30 settembre al 2 ottobre) il FAI ospiterà a Villa Necchi due incontri pubblici con esperti, dedicati a esplorare, in una lettura storico-culturale, lo sviluppo di Milano a partire dalla risorsa fondamentale dell’acqua, e a ragionare sulle prospettive per una città sostenibile a partire dagli obiettivi del Piano Aria-Clima lanciato dal Comune.
Sabato 1 ottobre, ore 11.30-13.00: Milano 2050: quale ambiente? A partire dal nuovo Piano Aria Clima, come sarà la qualità ambientale della Milano del prossimo futuro? Ne parlano: Caterina Padovani, Direzione Transizione Ambientale del Comune di Milano; Stefano Bocchi, Professore Ordinario Università degli Studi di Milano; Antonio Ballarin Denti, Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Lombardia per l’Ambiente.
Domenica 2 ottobre ore 11.30-13.00: Milano città d’acqua: una risorsa strategica per il futuro. L’acqua a Milano, dalla storia all’attualità verso il suo futuro: dalla riapertura dei Navigli a nuove opere idrauliche. Ne parlano: Maurizio Brown, ingegnere, già Direttore del settore Acque Reflue del Servizio Idrico della città di Milano MM SpA; Antonello Boatti, Professore Ordinario del Politecnico di Milano.

News in tema di corsi, fiere, giardini e parchi e altro ancora. settembre 2022

Un angolo del giardino di Maria Grazia Campagnani a Brezzo di Bedero

Ambiente e sostenibilità

  • SCIAME: il primo collettivo di donne per la salvaguardia delle api, in tutte le sue forme sarà presentato Venerdì 30 Settembre ore 18.00, in occasione della Green Week Milano, presso lo spazio Work, via Marco d’Agrate 33 Milano (Zona Corvetto /Parco Vettabbia).
    Il progetto è a cura di Claudia Zanfi, fondatrice di Green Island/Alveari Urbani e si propone di diffondere buone pratiche, prendersi cura degli impollinatori, riconoscere erbe mellifere, dare
    spazio all’arte e all’artigianato, progettare momenti di formazione e di sensibilizzazione. SCIAME

Concorsi e premi

Corsi e seminari

  • lezione aperta in occasione della presentazione pubblica del programma del Festival “Anime Verdi”, presso l’Aula Nievo a Palazzo Bo (Padova), il prossimo 7 Settembre alleore 16.45. Ci sarà Antonella Pietrogrande, coordinatrice del Gruppo Giardino Storico Padova, a moderare la tavola rotonda. Per chi fosse interessato di seguito il link del sito in cui fare l’iscrizione e vedere il programma.https://www.progettogiovani.pd.it/padova-e-luniversita-hanno-unanima-verde/
  • 22 settembre Seminario Valfredda a Bergamo alta con Austin Eischeid, garden designer, Roy Diblik, della Northwind Perennial Farm e Terry Guen, architetto paesaggista del Millennium Park di Chicago. VALFREDDA_Seminario 220922_programma_web
  • “Giardini in mostra” è il tema della nuova edizione di Naturale inclinazione, il ciclo di incontri sul giardino, organizzato da venerdì 16 settembre dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche.Venerdì 16, mercoledì 21, venerdì 23 e mercoledì 28 settembre 2022, gli spazi Bomben di Treviso ospiteranno quattro appuntamenti per offrire insolite prospettive sul giardino, a partire da due interessanti punti di vista – le mostre sui giardiniquello che i giardini mostrano –, in una rassegna di incontri che darà spazio non solo a studiosi ed esperti (Anna Lambertini, Luigi Latini, Sara Marini, Antonio Perazzi, Michele Tobia), ma anche al linguaggio del cinema (proiezione del film I misteri del giardino di Compton House introdotto da Paola Brunetta e del cortometraggio Great Gardens. Derek Jarman’s Prospect Cottage) e della musica (appuntamento con la musicista Alessandra Novaga).
    Naturale inclinazione_Giardini in mostra_16_21_23_28 settembre
  • TIPOLOGIE DEL VERDE: CASI STUDIO – PROGETTAZIONE data inizio: martedì 20 settembre 2022 – data fine: dicembre 2022. a Milano presso la scuola Arte & Messaggio di via Giusti n. 42. Il corso, tenuto da Valentina Forges Davanzati – agrotecnico e NicolettaToffano -architetto paesaggista e gionalista, si tiene il martedì dalle 17.00 alle 20.00 ed è strutturato in 10 lezioni di 3 ore l’una, per un totale di 30 ore. Il costo complessivo è di Euro 180,00. Per informazioni scrivere a: forgesdavanzativalentina@gmail.com oppure a n@gmail.com

Festival di giardini

  • Radice pura Garden Festival Venerdì 21 ottobre 2022 inaugurerà all’interno del Parco Radicepura, a Giarre, Compito #1, la nuova opera dell’artista Adrian Paci. Un mosaico permanente di 140 metri quadri, realizzato dalla Fondazione Radicepura grazie all’aiuto di mosaicisti professionisti e giovani mosaicisti selezionati tramite un’apposita call, e allestito all’interno di una delle nuove terrazze del Parco, interamente dedicata a una collezione di agrumi.
  • Radicepura Garden Festival annuncia la Call for Ideas per partecipare alla quarta edizione della Biennale dedicata al garden design, che avrà per tema “IL GIARDINO DELLE PIANTE”, da un’idea di Antonio Perazzi, direttore artistico della manifestazione.  Il Bando internazionale è aperto a studenti, paesaggisti,  garden designer, architetti, agronomi, botanici, vivaisti, urbanisti, ingegneri, artisti, curatori e tutti coloro che abbiano le competenze per progettare e realizzare un giardino.
    Per la prossima edizione del Festival verranno realizzati 6 giardini riservati agli under 36 – in team o individuali – e 1 giardino riservato per professionisti o giovani professionisti over 36 anni. Le candidature dovranno pervenire obbligatoriamente entro le ore 12.00 del 14 Novembre 2022 Per partecipare, scaricare il bando dal sito
    www.radicepurafestival.com

Fiere e vivai

  • 10-11 settembre, Castello fiorito al Castello di San Giorgio Monferrato. Per info https://www.castellodisangiorgiomonferrato.com/
  • 10-11 settembre, Artigiani al Castello e Fiori d’Autunno” che si terrà all’interno del Castello Visconteo diAbbiategrasso (MI).
    Mostra mercato, dimostrazioni dal vivo, laboratori didattici per bambini e adulti, conferenze ed incontri con gli artigiani, musica dal vivo ed intrattenimenti con artisti di strada.
  • 16-18 settembre, La conserva della neve, l’appuntamento per conoscere ed esplorare le nuove forme di arte e architettura del verde nella prestigiosa cornice del Museo Orto Botanico di Roma. Per info https://www.laconservadellaneve.com/
  • 17-18 settembre 2022: sesta edizione autunnale per Borgo Plantarum, curata dal garden designer Carlo Contesso. Borgo antico le Viole, Telarolo di Castellarano (Reggio Emilia). Per info borgoplantarum.com
  • 17-18 settembre a Vigevano“Il Castello Fantastico” che si terrà nelcontesto del Castello di Vigevano, Sale sotterranee del Castello, Giardino della Cavallerizza,Cavallerizza, Strada coperta, Vigevano (PV). Comunicato_2_Il_Castello_Fantastico_17-18_settembre_2022_Vigevano-agg.8-9-2022
  • 21-23 settembre, Flormart alla Fiera di Padova.Le strategie del settore tra crescita dell’export e crisi idrica ed energetica – La 71° edizione organizzata per la prima volta da Fiere di Parma
  • 1-2 ottobre, I frutti del castello al Castello di Paderna (PC). Per info https://www.fruttidelcastello.it/
  • 7-9 ottobre, Harborea: Festa delle piante e dei giardini d’Oltremare. Parco Villa Mimbelli Livorno. Per info harborea
  • 14-17 settembre, torna GALABAU a Norimberga, vetrina internazionale per tutti coloro che progettano, realizzano e si occupano della manutenzione di giardini, parchi, spazi all’aperto, campi sportivi e parchi gioco come campi da golf. Per info https://www.galabau-messe.com/en/ausstellerprodukte/exhibitorlist
  • 24-25 settembre, Piante e animali perduti a Guastalla (RE). TRA LE NOVITÀ IL GIARDINO DEI SEMPLICI. NUMEROSI GLI OSPITI: CARLA BENOCCI, FRANCESCA MARZOTTO CAOTORTA, SILVIA GHIRELLI, ANTONIO PERAZZI, MARCO RUINI E CARLO PAGANI
  • 15 e 16 ottobre a Donigala Fenughedu (Oristano) la prima edizione autunnale della manifestazione di giardinaggio primaverile che in marzo chiama a raccolta tutti gli appassionati giardinieri sardi, e non solo. Autunno in giardino
  • 21-23 ottobre, Tre giorni per il giardino al Castello di Masino, a Caravin (TO): filo conduttore il giardino possibile

Giardini e parchi

  • 4 settembre riapre Rossini Art Site dopo la pausa estiva con una programmazione ricca di appuntamenti e con una nuova installazione artistica. A settembre sarà infatti possibile fruire dell’opera sonora di nuova acquisizione installata nei pressi del James Wines Pavilion e realizzata dall’artista Daniela Comani (Bologna, 1965 – vive e lavora a Berlino). Per info http://www.rossiniartsite.com/
  • Sabato 17 e domenica 18 Settembre 2022, Interno Verde porta amanti della natura e “curiosi” a scoprire i giardini privati della città estense. Per informazioni e prenotazioni: Consorzio Visit Ferrara, Via Borgo dei Leoni 11, Ferrara (FE), Tel. 0532 783944, 340 7423984. E – mail: assistenza@visitferrara.eu
    Sito web: www.visitferrara.eu
  • Domenica 18 settembre, nei Giardini di Castel Trauttmansdorff a partire dalle ore 11.00, avrà luogo la Festa d’ Autunno di Scena, organizzata dalla compagnia degli Schützen. I Giardini di Castel Trauttmansdorff parteciperanno a questa festa che celebra l’inizio della nuova stagione, sfilando con un carro ricco di fiori e decorazioni create dai giardinieri interni.

Libri

Milano

Ricerche

  • Il Verde Editoriale e Myplant & Garden propongono una nuova iniziativa per conoscere la realtà della gestione del verde pubblico in Italia. Per questa ragione le amministrazioni comunali italiane sono invitate a collaborare a una indagine nazionale che ha l’obiettivo di raccogliere i dati economici sulla manutenzione del verde pubblico. L’indagine prenderà avvio nel mese di settembre e si concluderà a fine 2022.
    I dati verranno presentati in un convegno alla fiera professionale dell’orto-florovivaismo, del garden e del paesaggio Myplant&Garden di Milano (22-24 febbraio 2023). Per maggiori informazioni: iniziative@ilverdeeditoriale.com;    333 1823445

Letto per voi. Giardini invisibili di Antonio Perazzi


Antonio Perazzi, I giardini invisibili, Utet, aprile 2022, 191 pp., 16 euro

Un libro di un appassionato botanico che sa disegnare giardini partendo dalle piante e dal rispetto del contesto naturale. Da leggere e rileggere per le tante idee, suggestioni e spunti che se ne ricavano, con il piacere di una davvero bella scrittura. E oltre a questo disegni molto grafici ci introducono ad ogni capitolo.
Il sottotitolo ‘Un manifesto botanico’ ci fa capire che l’autore in questo suo ultimo libro (ricordiamo il primo a 4 mani con Pia Pera ‘Contro il giardino’ e il precedente ‘Il Paradiso è un giardino selvatico’) ci vuole raccontare, anche se non in maniera sistematica ma attraverso tanti percorsi, la sua filosofia progettuale. Ma non solo….

Tante sono le definizioni di giardino, per Perazzi è ‘un paesaggio che si frequenta con la scrittura, il progetto e la pratica. E’ il punto di contatto tra natura pensata e natura interpretata, o meglio, assecondata’.

Nel capitolo ‘Frequentare un luogo per renderlo giardino’ Antonio definisce il giardino come ‘un’opera d’arte frutto del suo ideatore, del giardiniere, ma contemporaneamente dipende dal luogo e dalla creatività intrinseca di tutti i fattori naturali che lo compongono’. Infatti ‘Mondo selvatico e natura addomesticata non dovrebbero più essere separati’ e ‘frequentare un luogo, anche parzialmente selvatico, serve a creare un giardino’.

Interessanti le osservazioni su alcuni dei progetti realizzati. Nel caso della Manifattura tabacchi di Firenze si è trattato di applicare il metodo della ‘Botanica temporanea’ che consiste nel progettare senza assolutismi, ma sapendo assecondare le potenzialità del luogo  a partire dalle sue fasi di trasformazione spontanea, con il contributo delle piante pioniere. Piante semplici come malvoni, violaciocche, belle di notte ed erigeron riescono a rendere giardini anche luoghi che non lo sono, come aiuole nel traffico o il bordo di un marciapiede. Un esempio che mi viene in mente sono le macchie colorate di Alcea rosea tra i binari dei tram in alcuni viali milanesi.

Per concludere che cosa sono i giardini invisibili? ‘Sono una potenzialità intrinseca del paesaggio che va solo saputa cogliere e non necessta di forzature. Sono l’epressione di una vitalità che non ha confini e non ha tempo…’

Brevi gite estive

Uno scorcio scenografico del parco dell’Isola Madre

Estate di turismo di prossimità godendo del lago a Laveno e di piccole gite nei dintorni.
A Cerro ha sede il Museo della ceramica nel bellissimo palazzo Perabò e quest’anno oltre alla collezione (che merita assolutamente una visita) erano esposte altre opere della bravissima Antonia Campi provenienti da collezioni private e una singolare esposizione di un artista contemporaneo, Giorgio Laveri.
Ecco alcune immagini

Antonia Campi, MIDEC

dalla collezione permanente del MIDEC

Un’opera in ceramica di Giorgio Laveri

Sempre nei dintorni passeggiata lungo le sponde del lago da Ispra a Ranco nel Parco del Golfo della Quassa

Parco del Golfo della Quassa

Un’altra breve escursione al Sacromonte di Ghiffa della fine del 1600, con affaccio scenografico sulla sponda piemontese del lago Maggiore e vista delle Prealpi lombarde, che comprende tre cappelle, il santuario e un loggiato con via Crucis e cappelle.

Una delle cappelle del Sacromonte di Ghiffa

La vista dal Sacromonte

Una meta per me abituale è quella del parco botanico dell’Isola Madre, che questa estate era particolarmente affollata ma sempre suggestiva; ho potuto constatare che il cipresso del Kashmir si è egregiamente ristabilito e ha cominciato a riassumere la sua bella forma.

ISOLA MADRE CIPRESSO DEL KASHMIR

La terrazza delle protee

Un angolo che mi è sempre piaciuto molto

Infine sono andata a vedere più da vicino il Monte Rosa a Macugnaga

Vista del ghiacciaio del Monte Rosa

Un piccolo ponte di recente costruzione a Pecetto: molto semplice di legno e ferro

 

Una mostra sul design giapponese al Castello di Masnago

Approfittando della mostra sul design giapponese, questa estate sono andata al Castello di Masnago a Varese, interessante edificio quattrocentesco che include un’ala seicentesca e una torre medievale, contornato da un apcro botanico con una bella collezione arborea. All’interno si trovano interessanti sale affrescate e una collezione di opere d’arte moderne e contemporanee.

Una vista del parco botanico

Sale interne del Castello di Masnago

Sale interne del Castello di Masnago

La mostra sul design giapponese, ancora visitabile fino all’11 settembre, dai libri illustrati Meiji ai manifesti d’arte contemporanea, mi è sembrata molto suggestiva e vi ho ritrovato la poesia e l’estetica raffinata che tanto mi attrae della cultura visiva del Giappone.

Mostra design Giappone

Mostra design Giappone

Mostra design Giappone

Mostra design Giappone

Mostra design Giappone

Naturale inclinazione: giardini in mostra a cura di Fondazione Benetton

Giardini in mostra: Naturale inclinazione. Ciclo di incontri pubblici dedicati al tema del giardino 16-21-23-28 settembre 2022. Spazi Bomben, Fondazione Benetton Studi Ricerche, via Cornarotta 7, Treviso

Giardini in mostraè il tema della nuova edizione di Naturale inclinazione, il ciclo di incontri sul giardino, organizzato da venerdì 16 settembre (ore 18) dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, a cura di Simonetta Zanon (coordinatrice area progetti paesaggio), e ispirato alla figura del paesaggista Ippolito Pizzetti (1926-2007).

Venerdì 16, mercoledì 21, venerdì 23 e mercoledì 28 settembre 2022, gli spazi Bomben di Treviso ospiteranno quattro appuntamenti per offrire insolite prospettive sul giardino, a partire da due interessanti punti di vista – le mostre sui giardini e quello che i giardini mostrano –, in una rassegna di incontri che darà spazio non solo a studiosi ed esperti, ma anche al linguaggio del cinema e della musica.

Programma

Venerdì 16 settembre ore 18

Per un progetto curatoriale del giardino

Michele Tobia, architetto, presenta la ricerca attorno alle nozioni di “giardino” e “mostra” condotta nel 2022 come borsista in Fondazione, e l’installazione sperimentale, realizzata negli spazi della Fondazione nel contesto della stessa ricerca (con la partecipazione di Luigi Latini, Mario Lupano, Monique Mosser, Filippo Pizzoni, José Tito Rojo e Simonetta Zanon). Introduzione di Luigi Latini, direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche, docente di Architettura del Paesaggio, Università Iuav di Venezia; commento conclusivo di Sara Marini, docente di Composizione architettonica e urbana, Iuav.

Mercoledì 21 settembre ore 18

Avrei dovuto essere un giardiniere

Incontro con la musicista Alessandra Novaga, che eseguirà dal vivo i brani del suo album I Should Have Been a Gardener, ispirato alla figura di Derek Jarman e al suo giardino di Prospect Cottage, a Dungeness, nel Kent.

La performance sarà preceduta dalla proiezione del cortometraggio Great Gardens. Derek Jarman’s Prospect Cottage di Howard Sooley (UK, 2014, 6’) e da un’introduzione di Anna Lambertini, docente di Architettura del Paesaggio, Università di Firenze.

Venerdì 23 settembre ore 20.30

I misteri del giardino di Compton House (The Draughtsman’s Contract)

di Peter Greenaway, Gran Bretagna, 1982, 108’.

Proiezione introdotta da Paola Brunetta, docente e critica cinematografica.

Mercoledì 28 settembre ore 18

I giardini invisibili

Incontro con il paesaggista e scrittore Antonio Perazzi, in occasione dell’uscita del suo libro I giardini invisibili (UTET, Milano 2022).

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Per maggiori informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, T 0422 5121, https://www.fbsr.it/paesaggio/naturale-inclinazione/naturale-inclinazione-2022/

 

 

Il mio giardino in agosto.

I fiorellini bianco-rosati di Anemone hupehensis addolcisono le foglie così scure di Physocarpus ‘Diablo’

Durante il mese di agosto mi sono goduta il giardino nonostante il caldo pazzesco e la presenza massiccia e infausta di Popillia japonica (che questa estate dopo le rose si è nutrita delle foglie della vite, di quelle del glicine e persino della Fuchsia magellanica). Le piante hanno sofferto ma hanno resistito indomite ed ora con le temperature un poco meno torride hanno ripreso il loro aspetto meno sofferente.

Ecco alcune immagini

Cloranthus japonicus, una new entry nella mia aiuola di sottobosco

Ecco nel suo insieme l’aiuolina sotto bosco: molte viole, tanti ellebori, felci, liriope muscari, qualche tocco di Persicaria ‘Painter’s palette’ e ‘Filiformis’. Ho cominciato ad inserire qualche anemone giapponese che aggiungerò.

La mia nuova aiuola centrale che ha sostituito quella molto più selvaggia e ombreggiata con molti noccioli. E’ ancora un pò acerba: il piccolo albero di Stewartia pseudocamellia deve crescere. Intorno ai Carex flagellifera ‘Bronzita’ ho inserito qualche vaso con erbacee fiorite per dare un pò di colore

Una piacevole sorpresa sono state le Perilla frutescens che si sono autodisseminate al posto giusto e che stanno bene con le lantane arancioni

La nuova aiuola inserita nel giardino: rispetto a prima si sono aperte le viste sul boschetto di palme che dominano dall’alto le bordure miste

Il boschetto di Trachycarpus excelsa al tramonto

Un nuovo angolo per pranzare all’aperto al fresco sotto la pergola di rose

L’inizio della fioritura degli anemoni Prinz Heinrich più tardivi degli altri

Una delle aiuole con bordure miste con una delle ormai gigantesche Fuchsia magellanica

Una Salvia molto bella e con lunga fioritura, varietà ‘Love and wishes’

Una bella clematide a fioritura tardiva con fiori di un delicato celeste, varietà ‘Alonushka’

Sempre tra le fioriture tardive, Vernonia

News in tema di concorsi, fiere, libri e altro ancora. Luglio 2022

Concorsi e premi

  • La giuria ha reso noto il vincitore del Bando SIFI Keep alive the sense of wonder”: Pocket Sicily di Linda Grisolie Gordon Goh. A conferma della qualità importante dei progetti ricevuti, la giuria ha tuttavia deciso di assegnare una menzione speciale ad altre tre proposte risultate significative e aderenti alle richieste della call: si tratta di A.S.I. (“Osservare per Apprendere e Scoprire Insieme” di Enrico Pupi). Giardino PaSIFIco (di Alexandru Ilioaia e Alessia Coltraro) e Anthea (di Andrea Bartolini, Chiara Calvisi, Annunziata Centonze, Lia Maggioli, Dario Trovato). La premiazione avrà luogo nella sede SIFI l’8 luglio prossimo alle ore 10.00 in presenza dei paesaggisti vincitori che esporranno il loro progetto.
    La call – promossa dalla SIFI in partnership con il parco botanico Radicepura – poneva come quesito progettuale la necessità di coniugare la sostenibilità ambientale, valore fondamentale, alla base dello sviluppo etico, e ideare uno spazio che avesse al centro l’idea di ristoro, non solo inteso come relax, ma come spazio di accoglienza a disposizione della collettività dove rigenerare la mente e godere del contatto con la natura, rivelando quel °senso di meraviglia° suggerito dal luogo che si trova ai piedi del più grande e maestoso vulcano d’Europa. Keep Alive the Sense of Wonder_vincitori-030722

Eventi nei parchi

  • Nell’ambito della rassegna Sorsi d’autore 2022, la Fondazione AIDA organizza Forest Bathing con l’esperto Mirco Tugnoli, e un Immersive Garden Experience diretta da Fabio Mangolini assieme alla garden designer Cecilia Comencini e il sound design di Enrico Bellaro, che si terrà a Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana (PD) il 24 luglio 2022.
    Inoltre lo scrittore ed esperto botanico Tiziano Fratus ci presenterà i suoi libri Alberi millenari d’Italia (Gribaudo, 2021) e Ogni albero è un poeta (Mondadori, 2022).
    Per info https://www.fondazioneaida.it/progetto/sorsi-dautore-2022-degustazioni-incontri-visite-ville-venete/

FAI

  • Dal 30 giugno è entrato il 70° Bene a far parte della famiglia dei luoghi speciali che il FAI tutela: il Memoriale Brion a San Vito d’Altivole (TV), un capolavoro dell’architetto Carlo Scarpa di cui Il FAI si impegnerà a garantire la perfetta manutenzione e la valorizzazione.
  • I concerti dei solisti Veneti nei beni del FAI https://fondoambiente.it/eventi/i-solisti-veneti-per-il-fai

 Festival di giardini

  • Radicepura garden festival annuncia il nuovo bando internazionale 2023   “il giardino delle piante”. La quarta edizione della biennale del paesaggio mediterraneo si svolgerà a Giarre dal 7 maggio al 3 dicembre 2023 Paolo Pejrone inaugurerà il festival con un nuovo progetto. radicepura 2023_130722

Fiere e vivai

Giardini e parchi

  • Four Season Hotel di Taormina ha incaricato l’ architetto paesaggista Marco Bay di ridisegnare i nuovi giardini leggendari. Bay ha immaginato ciascuno degli spazi esterni del San Domenico Palace come una “stanza” con una propria identità, a cominciare dal cortile d’ingresso dell’hotel, che ha abbellito con una varietà di piante scultoree in vasi di terracotta. Lo spazio successivo è il Grande Chiostro, costruito per la prima volta nel XV secolo e successivamente rimaneggiato nel XVII secolo, che circonda un affascinante pozzo in pietra. Per permettere al pozzo di diventare il vero protagonista, Bay ha rimosso la Bougainville che lo circondava e ha scelto di incorniciare lo spazio con varietà di palme in diverse tonalità di verde. Oltre alle palme originali (che ha salvato da un brutto caso di punteruolo rosso), ha aggiunto altre varietà di palme come Livistona e Macrozamia, insieme ad alcune piante subtropicali a foglia larga tra cui Alocasia, Pianta leopardo (Farfugium) e Banana Abissina (Ensete ventricosum ‘Maurelii’). Per vedere le immagini del giardino https://press.fourseasons.com/it/taormina/hotel-news/2022/a-garden-to-dream-in-2/
  • Nei Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano crescono più di 200 palme cinesi nel Palmeto, sulla sponda del Laghetto delle Ninfee. La palma nana (Chamaerops humilis) fa parte delle prime piante che furono messe a dimora nel 1996 a Trauttmansdorff, lungo la Passeggiata di Sissi, nel Bosco di Roverelle. Da allora le specie di palme ai Giardini sono aumentate. Nel 2002 è stata posizionata una palma caranday (Trithrinax campestris) sul lato sud dell’edificio amministrativo e nel mese di marzo 2017, nei pressi del Laghetto delle Ninfee, sono state aggiunte due imponenti palme da vino cilene (Jubea Chilensis), di cui una raggiunge gli 8 metri. Gli ultimi inserimenti di palme risalgono a fine 2021/inizio 2022: la Nannorrhops ritchieana, che vive nelle zone aride di Afghanistan, Iran e Pakistan e che si adatta bene sia a temperature molto calde sia molto fredde, come quelle che ci sono di notte nel deserto; le Trachycarpus princeps, originarie delle ripide scogliere della Cina meridionale, con bellissime foglie di un verde chiaro tendente al bianco nella faccia inferiore; le Trachycarpus takil, originarie dell’Himalaya centrale, ultimi due esemplari originali (nate da semi raccolti direttamente in natura) rimasti sul mercato europeo. Per info https://www.trauttmansdorff.it
  • Il Giardino botanico di Oropa ha riaperto al pubblico a fine aprile e garantisce, nei mesi di luglio e agosto, l’accesso del pubblico tutti i giorni, dalle 10:00 alle 18:00 in orario continuato. Si lavora alla sensibilizzazione e alla tutela della biodiversità, anche quella delle montagne biellesi, anche se possono sembrare poca cosa davanti all’immensità della catena alpina e delle altre vette del Mondo: le montagne ospitano la maggior parte degli hotspots della biodiversità della Terra e forniscono acqua dolce a circa la metà dell’umanità. Per info http://www.gboropa.it/News/Primopiano/Estate22.htm

Libri

Riviste

Viaggi

Giardini in viaggio Laura Pirovano