mag 17 2019

Orticola 2019: tante novità

Pubblicato da nella plant design

Podere Restelli, Orticola 2019

A Orticola tanti eventi e presentazioni di libri alla Libreria della natura

Libreria della natura a Orticola

I due ingressi, quello da Palazzo Dugnani firmato da Antonio Perazzi con Piante Faro e quello di Cavour da Gheo clavarino con Minari bossi.

ingresso-perazzi-faro-orticola-2019

ingresso-perazzi-faro-orticola-2019

ingresso-cavour-orticola-2019

Sempre tante scoperte a Orticola. Molto belle alcune composizioni sul tema di ‘Piante amiche’

Vivaio Arborea, con tante bellissime piante acquatiche e palustri

Trionfo di achillee. Orticola 2019

barone-di-nassa-orticola-2019

cascina-bollate-orticola-2019

giardino-vivace-orticola-2019

Vivaio fenix -orticola-2019

Il vivaio Althea ha aggiunto alla sua collezione di ellebori anche quella di Epimedium che stanno bene combinati. Nella foto E. ‘Pink champagne’

Tra le collezioni ho trovato sorprendente quella di spiree del vivaio toscano Pollici rosa. Con questa pianta così facile e rustica si può giocare dalla primavera a fine estate con tante dimensioni e colore di foglie diverse; ad esempio Spiraea billardii ha fiore differente a spiga.

Ecco alcune immagin

pollici-rosa-collezione-spiree-orticola-2019

spiraea-japonica-gold-mound-orticola-2019

spiraea-japonica-golden-princess-orticola-2019

spiraea-japonica-snow-mound-orticola-2019. Portamento eretto

Sempre molto interessanti le fucsie rustiche del giardino delle essenze perdute, intriganti e anche belli gli ortaggi insoliti di Piante innovative, bella la collezione di Fargesia, il solo bambù non invasivo, di Central Park. Il vivaio Giani propone rampicanti davvero interessanti. E poi altro ancora.
Ecco alcune immagini

anisodontea-malvastroides-podere-restelli-orticola-2019

Tra le aromatiche di Bolsena una collezione di mente

baptisia-sphaerocarpa, dal fiore giallo, nell’installazione di Gheo Clavarino all’ingresso di Cavour-orticola-2019

buddleja-pink-micro-chip, una delle mini buddleie di Ladri di piante. Orticola 2019

calocasia-esculenta-madeira-da-arborea-orticola-2019

cistus-salicifolia-giardino-vivace-orticola-2019

dregea-sinensis-rampicante-rustica-giani-orticola-2019

gardenia-jap-kleims-hardy, una mini gardenia molto rustica-orticola-2019

knautia-thunder-and-lightning-orticola-2019

pennisetum-hamlin-gold-nano-orticola-2019

petrea-volubilis-orticola-2019

phyladelphus-virginalis-snow-flakes-orticola-2019

piante-innovative-orticola-2019

rosa-schone-maid-orticola-2019

scabiosa-caucasica-fama-white-centroflora-orticola-2019

fargesia-rufa-nana-central-park-orticola-2019

Belli i manufatti intrecciati in filo di ferro di Arte antica toscana

Nessun commento

mag 15 2019

Dal mondo delle riviste. Maggio 2019

Pubblicato da nella News

Piccolo sottobosco nel mio giardino a Laveno

Acer 2/2019

  • Primo cantiere di Acer a Villa Carlotta
  • Messa a dimora degli alberi
  • Guida EAC in italiano sulle pratiche sicure

Arcipelago Milano

Coda di gallo di Claudio Longo, aprile 2019

Gardenia maggio 2019

  • Giardino pensile di N. Dunnett al Barbican di Londra
  • Azalea pontica
  • Villa Giulini a Velate(VA)
  • Hoya
  • Villa Lydia, Pianezza (TO)
  • I geranium
  • Giardino terrazzo sul lago di Como

Gardens Illustrated aprile 2019

  • Un giardino selvaggio nel Kent
  • Tulipani specie
  • Un giardino a sud di Londra disegnato da Dan Bristow
  • I muscari

Jardins n. 8 ‘La lisière’, rivista di marco Martella

La Melacotogna aprile 2019

Topscape, n. 36/2019

  • Domino Park, New York
  • Aqueda Gallardo, Pamplona
  • Expo 2020 a Dubai
  • Il cerchio della memoria in Francia
  • e molto altro ancora

Nessun commento

mag 15 2019

News in tema di concorsi, corsi, festival, fiere e altro ancora…Maggio 2019

Pubblicato da nella News

Bouquet del negozio Clori, Milano

Concorsi

  • I finalisti del Concorso Internazionale “Spazi Creativi” 2019 di Orticolario si raccontano e iniziano a svelare qualche dettaglio sui loro progetti: giardini e installazioni che realizzano nel Parco di Villa Erba sul Lago di Como, dal 4 al 6 ottobre 2019, in occasione dell’undicesima edizione di Orticolario. Per info https://orticolario.it/nel-parco-spazi-creativi-2019-in-concorso/
  • Concorso di idee per progettare e realizzare installazioni ispirate al tema della ‘resilienza’ nel Parco delle Terme di Levico. Comunicato stampa. Scheda di iscrizione (da inoltrare antro l’1 giugno 2019

Corsi e convegni

  • 17-19 maggio, all’interno di ARBORSHOW, Convegno di Verde editoriale, relatore Andreas Detter su ‘Biomeccanica degli alberi applicata alle valutazioni di stabilità. Lario Fiere, Erba (Como). Per iscriversi https://www.ilverdeeditoriale.com/Newsletter/L2_436.aspx
  • 24 maggio, ore 21, La signatura rerum e il mondo magico della natura, a cura di Claudio Viacava, biologo nutrizionista. Vivaio Coccetti di Lisanza. Prenotare inviando mail a f.coccetti@libero.it
  • 25 maggio, ore 15, La Valgrande, un giardino naturale a cura di Paolo Caretti. Vivaio Coccetti di Lisanza. Prenotare inviando mail a f.coccetti@libero.it
  • 5 giugno,ore 18, L’udito. Le mille e una notte. La seduzione nell’arte del raccontare.
  • 9 giugno ai Giardini di via San Faustino, zona Ortica a Milano, Festival dello sviluppo sostenibile, a cura di Sherif El Sabale. MAO Museo d’Arte Orientale- Via San Domenico 11, Torino. Per info https://www.maotorino.it/it
  • 20-21 giugno, corso con Daniele Zanzi su ‘Il sistema albero. Per toccare gli alberi con mano’, Villa recalcati, Varese. Programma
  • 28 giugno, Studi varietali al Vivaio Valfredda. Programma
  • settembre a Bergamo Maestri del paesaggio
    18 e 19 workshop di plant design a cura di Valfredda con James Hitchmough e Cassian Schmidt. NB il 18 presso Vivaio Valfredda e il 19 a Bergamo Alta in Sala Piatti
    20-21 settembre International meeting
    Per info e prenotazioni http://www.imaestridelpaesaggio.it/

Festival di giardini

Home ground, di Antonio Perazzi

  • Radica pura Festival – Biennale del giardino mediterraneo: fino al 27 ottobre a Giarre (Catania): sarà possibile visitare 14 giardini e 4 installazioni realizzate appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5000 varietà, grazie all’attività portata avanti da quasi 50 anni da Venerando Faro, alla guida dell’azienda insieme ai figli Mario e Michele. Per saperne di più
  • Lausanne jardins 2019: torna fino al 12 ottobre 2019 la manifestazione che si tiene ogni cinque anni a Losanna. Tema di questa edizione l’utilizzo del suolo, l’importanza degli spazi pubblici e della terra. Da est a ovest una ventina di progetti in giro per la città. Per saperne di più https://lausannejardins.ch/fr/

Fiere e vivai

  • 19 maggio, Giardini aperti in Friuli-Venezia Giulia. Per info www.amicigiardino.it
  • 19 maggio, ore 17, Tè e profumi, l’arte della fragranza: petali e foglie si raccontano, Goustò, piazza della Repubblica 4, Torino
  • 25-26 maggio, Rose di maggio a Villa della Porta Bozzolo di Casalzuigno (VA). Per info www.fondoambiente.it
  • 25-26 maggio Firenze Flower show a Villa Corsini di Firenze. Per info www.firenzeflowershow.com
  • 25-26 maggio, Mostra mercato internazionale di orchidee al MUSE, Trento. Per info www.muse.it
  • 1-2 giugno, Menta e rosmarino, Parco di Villa Nigra, Miasino (NO). Comunicato stampa

Giardini

  • 1-2 giugno, Appuntamento in giardino, organizzato dall’Associazione parchi e giardini d’Italia: invito a visitare i giardiniitaliani. Per info www.apgi.it

Milano

Una pianta dalle foglie incantate: Caladium bicolor, Da Clori

  • Clori, Home&Flowers, un nuovo negozio di fiori e raffinati oggetti, con interessanti piante da interno e molto altro ancora (tra cui corsi di floral design), corso di Porta Vigentina 36. Per info www.clorimilano.it
  • 19 maggio, per il Facination day Orto di Brera aperto dalle 10 alle 18. Programma
  • Gli orti di Citylife riaprono al pubblico per la stagione primavera-estate fino ad ottobre: 3000 mq di ortaggi, piccoli frutti e fiori. Novità di quest’anno: Il giardino delle Rose antiche e degli aromi. Dal 2019, inoltre, gli Orti Fioriti inaugurano un Info Point e un’aula didattica dedicati ad accogliere i visitatori e ospitare gli eventi e le attività in programma. Comunicato stampa
  • 10-14 giugno al Parco Segantini, ‘Ri-connetersi con la natura’, primo summer camp per bambini dai 5 anni in su. Per info https://parcosegantini.it/
  • 26-29 settembre torna MILANO GREEN WEEK. Per info https://www.milanogreenweek.eu/

Mostre

  • fino al 30 maggio ‘Mah MilanoMIlano?’ mostra di acquerelli dell’artista Alessadra Bruno dedicati ai nuovi volti di Milano, dalla piazza Gae Aulenti alla nuova piazza Liberty e sculture di Nada Pivetta. Galleria Francesco Zanuso, corso Porta Vigentina 26.
  • fino al 26 maggio al Museo di Storia Naturale ‘Capire i cambiamenti climatici’ a cura di Luca Mercalli
  • 16 maggio – 10 ottobre, Fragility and beauty. Uno sguardo alla terra dai satelliti, Museo della scienza e della tecnica

Viaggi

  • 26 maggio, Escursione in Valgrande a cura del vivaio Coccetti. Per informazioni e prenotazioni contattare Antonella Coccetti cell. 348/0962795 oppure scrivere a gardentherapylisanza@gmail.com
  • 23-26 giugno, The great Yorkshire garden experience’ con Michaeljon Ashworth. Programma. Per info contattare clare.littlewood@libero.it

Nessun commento

mag 14 2019

Garden festival al Castello Quistini di Rovato (Franciacorta)

Pubblicato da nella Giardini e luoghi

Scoprire il buio: una piccola stanza ‘verde’ dove si sperimenta il dialogo tra natura e oscurità. Progetto di Simone Montani di Matite verdi

In occasione del convegno ‘Luce e giardino’ organizzato il 4 maggio in occasione del Garden festival, al quale sono stata invitata come relatrice, ho potuto visitare il Castello Quistini, antica dimora del 1500 a pochi passi dal centro di Rovato (BS) con un giardino che raccoglie una collezione di circa 1500 varietà di rose (purtroppo non etichettate!).

Simone Montani ha progettato una intrigante stanza ‘verde’ intitolata ‘Scoprire il buio’ all’interno del castello.

Scoprire il buio: una piccola stanza ‘verde’ dove si sperimenta il dialogo tra natura e oscurità. Progetto di Simone Montani di Matite verdi

Ecco alcune immagini del giardino

Giardino del Castello Quistini

Giardino del Castello Quistini

Una gigantesca pergola rivestita da Rosa banksiae, purtroppo già sfiorita

Giardino del Castello Quistini

Le piante del Vivaio Zanelli

 Ed ecco alcune piante

rosa-autumn-dusk

cytisus-boskoop-ruby

rodanthemum-casablanca

rosa-persica-bright-eyes

Nessun commento

mag 13 2019

Secret garden alle Gallerie d’Italia e Giardino di Alessandro Manzoni

Pubblicato da nella Giardini e luoghi

Secret garden by Marie Claire Maison – Fuori Orticola 2019

In occasione del Fuori Orticola 2019 nel chiostro ottocentesco di Gallerie d’Italia è stato allestito un piccolo raffinato giardino dalle delicate fioriture bianche (vegetazione scelta da Gaetano Zoccali, giornalista e fine botanico): Secret garden. ‘Una narrazione vegetale di piccoli arbusti, perenni e rampicanti’ che dialoga armonicamente con la scultura ‘Disco in forma di rosa del deserto’ di Arnaldo Pomodoro.
Tutti i sensi sono coinvolti, con una colonna sonora naturalistica e sollecitazioni olfattive. Un giardino effimero che si vorrebbe diventasse permanente!

Secret garden by Marie Claire Maison – Fuori Orticola 2019. Al centro la scultura di Arnaldo Pomodoro

Secret garden by Marie Claire Maison – Fuori Orticola 2019. La bella composizione vegetale scelta da Gaetano Zoccali

Secret garden by Marie Claire Maison – Fuori Orticola 2019

Prima di uscire sono andata a vedere il Giardino di Alessandro Manzoni, inaugurato nell’ottobre 2015, che non avevo mai visto. Uno spazio elegante e raffinato con sculture di Mirò. Poncet e Giò Pomodoro, dominato da due maestosi esemplari di tiglio. Per visitarlo  dalle 9.30 alle 18 marzo-settembre; dalle 9.30 alle 16.30 da ottobre a febbraio. Biglietto Gallerie d’Italia

I due maesto si tigli nel Giardino di Alessandro manzoni. Gallerie d’Italia

Giardino di Alessandro manzoni. Gallerie d’Italia

Giardino di Alessandro manzoni. Gallerie d’Italia

Nessun commento

mag 09 2019

Isola Madre, aprile 2019

Pubblicato da nella Giardini e luoghi

Isola madre dal battello

Sono tornata a fine aprile al giardino botanico dell’isola Madre sul Lago Maggiore con un gruppetto di appassionati con la nostra Associazione lavenese Piante Guerriere.
Siamo stati fortunati perchè c’erano ancora le ultime fioriture delle camelie, rododendri e azalee in piena esplosione di colori (troppo accesi per i miei gusti ma comunque assai scenografici) e le stupende fioriture dei glicini di tante specie e varietà lungo la galleria che porta al lago.
Devo dire che in questa stagione anche le composizioni floreali nei vasi -  che in estate solitamente sono troppo sfacciate – erano molto delicate nei toni primaverili dei colori freddi, bianco, azzurro e giallo pallido.

Ecco alcune immagini

Un vanitoso pavone in posizione per farsi ammirare

Illicium floridanum

geranium-maderense nella serra della terrazza delle protee

telopea-am-warratah

Una gigantesca Rosa banksiae Lutea abbarbicata su un cedro

magnolia-acuminata-yellow-bird

Una esplosione bianca di un gruppo di pallon di maggio (Viburnum opulus)

Una pergola di glicini

La lunga galleria con la collezione di glicini che scende al lago

wisteria-brachybotris

Wisteria sinensis

Nessun commento

mag 09 2019

Freschi di stampa: tre nuovi libri interessanti

Pubblicato da nella News

Marco Martella, Un piccolo mondo, un mondo perfetto. Coltivare, raccontare e vivere un giardino, Ponte alle Grazie, 2019, 123 pp., 14 euro
Con il suo consueto sguardo poetico, Martella ci racconta 14 storie di giardini, da Bomarzo (suo vero amore) a Sissinghurst fino al giardino di Pia Pera.

Antonio Perazzi, Il paradiso è un giardino selvatico. Storie ed esperimenti di botanica per artisti, Utet, 303 pp., 20 euro

Perazzi, oltre che paesaggista, è un appassionato botanico che gira per il mondo a cercare piante insolite e non e ne sperimenta la coltivazione nel suo giardino di Piuca in Toscana. Il ibro è suddiviso in una successione di capitoli dai titoli molto invitanti e creativi:’Seminare le idee’- ‘Piante misteriose’ – ‘Piante volubili per giardinieri capricciosi’ – ‘Piante cosmopolite’ – ‘Piante generose per giardinieri esigenti’ – ‘Velociste olimpioniche’ – ‘Profumi seducenti, essenze inebrianti’

Emanuela Rosa-Clot (a cura di), Pia Pera Apprendista di felicità. Una vita in giardino, Ponte alle Grazie, 2019, 244 pp.,

Il libro raccoglie i contributi della rubrica ‘Apprendista di felicità’ che Pia Pera ha scritto per Gardenia dal 2006 al 2016: un racconto di incontri, riflessioni, esperienze e di emozioni in giardino
Il libro è stato presentato lunedì 6 maggio alla Libreria della natura da Emanuela Rosa-Clot, direttore di Gardenia e Lorenza Zambon, artista giardiniera, ne ha letto alcuni brani davanti ad un pubblico incantato e commosso.

Nessun commento

apr 18 2019

News in tema di fiere, corsi, convegni e altro ancora. Aprile 2019

Pubblicato da nella News

Torre Velasca by night durante il Fuori salone. Foto Roberta Magni

Concorsi

  • Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton assegna il Premio Carlo Scarpa 2019I giardini del tè di Dazhangshan, nella contea di Wuyuan, nella parte nord-orientale della provincia del Jiangxi, Cina meridionale. Ai piedi della montagna Dazhangshan, un vasto sistema di rilievi collinari accoglie in questa regione le coltivazioni del tè: campi ondulati, inconfondibili per il disegno ordinato delle piantagioni che scorrono in forma di siepi parallele e a tratti interrompono la copertura del manto boschivo o la distesa delle risaie nei fondivalle. La pianta del tè – quella Camellia sinensis che in quest’area della Cina ha avuto buona parte delle sue origini storiche – dà forma a un paesaggio contemporaneo condotto secondo rigorosi criteri agroecologici, in grado di raccogliere il senso della storia e di proiettare nel futuro il valore di un ambiente rurale nel quale l’uomo stabilisce una relazione di armonia con la natura. In questo luogo il Comitato scientifico ha individuato quei valori ricercati ogni anno dal Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino, iniziativa che costituisce, dal 1990, uno dei principali e originali progetti condotti dalla Fondazione nell’ambito della sua attività scientifica rivolta al paesaggio, allo studio e alla cura dei luoghi, coniugando il campo della ricerca, della documentazione, dell’editoria e della divulgazione culturale.
    Il Premio, così intitolato in onore di Carlo Scarpa (1906-1978), architetto e inventore di giardini, è una campagna di studio e di cura rivolta ogni anno a uno specifico luogo del mondo, scelto dal gruppo di studiosi che costituisce il Comitato scientifico perché particolarmente denso di valori di natura, di memoria e di invenzione e individuato a seguito di momenti di confronto, ricerche specifiche, viaggi di studio e approfondimento.
    Gli principali appuntamenti pubblici saranno:
    - Venerdì 10 maggio alle ore 18 è in programma, nelle Gallerie delle Prigioni, l’apertura dell’esposizione The Ground We Have in Common, che vede la curatela di Patrizia Boschiero, Fondazione Benetton, e di Nicolas Vamvouklis, Gallerie delle Prigioni. La mostra durerà fino al 30 giugno
    -Sabato 11 maggio
      un convegno internazionale di approfondimento nella sede della Fondazione Benetton (ore 9.30-13.30) e la cerimonia pubblica del Premio nel Teatro Comunale di Treviso (ore 17), con la presentazione di un film documentario realizzato dalla Fondazione con il regista Davide Gambino e la collaborazione di Gabriele Gismondi, e di un volume collettivo, curato da Patrizia Boschiero, Luigi Latini e Maurizio Paolillo, entrambi dedicati a I giardini del tè di Dazhangshan, e con la consegna del sigillo disegnato da Carlo Scarpa, simbolo del Premio, a Hong Peng, figura responsabile dell’Associazione dei coltivatori di tè biologico di Dazhangshan e delle sue coltivazioni, nonché presidente della Jiangxi Wuyuan Dazhangshan Organic Food Company. Il Premio, posto nelle sue mani, intende essere espressione di vicinanza e riconoscimento per tutte quelle persone che in questo luogo, dove la complessità degli aspetti economici, ecologici, etici ed estetici che definiscono un paesaggio appaiono unirsi armoniosamente, testimoniano con il proprio lavoro la necessità di sviluppare una relazione sempre più consapevole con la terra e con i suoi frutti, nella dimensione fisica di questi “giardini” radicati nel loro contesto e insieme nella realtà mobile delle contemporanee “rotte del tè” che da quest’angolo di Cina portano altrove foglie depositarie di valori culturali ed ecologici profondi.
  • Un nuovo sito per il Premio La città per il verde organizzato dal Verde editoriale. https://www.ilpremiolacittaperilverde.com/
  • sono stati selezionati gli otto finalisti tra architetti, designer, paesaggisti, artisti, giardinieri e vivaisti, provenienti da Italia, Stati Uniti e Russia, che hanno interpretato il “Viaggio”, tema di Orticolario 2019, nel concorso internazionale “Spazi Creativi” per la progettazione e realizzazione di giardini e installazioni artistiche. Gli otto giardini e installazioni, che saranno esposti dal 4 al 6 ottobre nel parco storico di Villa Erba, a Cernobbio, in occasione dell’undicesima edizione di Orticolario, saranno valutati da una giuria internazionale che assegnerà alla migliore realizzazione il premio-scultura “La Foglia d’oro del Lago di Como”. Comunicato stampa.

Corsi e seminari

  • 27 aprile ore 10.30 Cascina Bollate organizza GIARDINIERI PER UN GIORNO: si parla e si cercano erbacce in vivaio (ce ne sono, ce ne sono…) e si farà un girello tra le rose quasi fiorite, le erbacee (con due E e una C sola) di primavera e – se il tempo lo consente – qualche annuale.Adesione tassativa entro e non oltre mercoledì 24 aprile inviando una mail a vivaio@cascinabollate.org, con i dati richiesti poche righe più sotto, indispensabili per l’autorizzazione all’ingresso in carcere.Numero massimo: 25 persone; minimo 10.
  • 29 aprile ore 18, conferenza di Italia nostra su ‘Villa Simonetta tra passato e futuro’, sala conferenze via Duccio da Boninsegna 21/23 Milano. Comunicato stampa
  • 4 maggio dalle 9 alle 13, Luce e giardino, incontro di approfondimento sulle funzioni del giardino e la progettazione. Tra i relatori Laura Pirovano con una conferenza su ‘Giocare con le piante nel giardino d’ombra’, Castello Quistini, Rovato, BS. Programma
  • 31 maggio, corso Valfredda con Mauro Crescini ‘Architettura del giardino parte 2, presso il vivaio Valfredda a Cassago San Martino. Per info http://www.valfredda.it/evento/formazione-con-valfredda-architettura-del-giardino-parte-2/
  • 20-21 giugno, corso con Daniele Zanzi su ‘Il sistema albero: per toccare gli alberi con mano’, Villa recalcati Varese. Per info http://www.fito-consult.it/servizi/il-sistema-albero-seminario-workshop-mod-1
  • 5-8 luglio corso Valfredda con Noel Kingsbury. Programma
  • 20-21 settembre International Meeting di Maestri di paesaggio a Bergamo. I relatori saranno:
    Barbara Corcoran (USA) New York Botanical Garden; Luciano Giubbilei (UK); Leonard Grosch (DE) Atelier LOIDL; James Hitchmough (UK) The University of Sheffield; Antonio Perazzi (IT) Studio Antonio Perazzi; Martin Rein-Cano (DE) Topotek 1; Juan Roig (SP) BATTLE I ROIG; Cassian Schmidt (DE) Hermannshof Gardens; Dirk Sijmons (NL) H+N+S Landscape architects
    Il Landscape festival si terrà dal 2 al 22 settembre; Il tema dell’edizione 2019 ‘Pioneer Landscape’ e la piazza verde sarà disegnata da Luciano Giubbilei

Fiere e vivai

  • 25-28 aprile, Orti in parco a Levico Terme. Per info https://www.visitvalsugana.it/it/eventi-valsugana/ortinparco-2019_946_ide/
  • 26-28 aprile, Flora et decora alla Basilica di Sant’Ambrogio a Milano. Per info https://www.floraetdecora.it/
  • 26-28 aprile, Hortus I giorni nel giardino, Chiostri di San Pietro a reggio Emilia. Locandina
  • 3-5 maggio Tre giorni per il giardino al Castello di Masino. Comunicato stampa
  • 3-5 maggio Giardini in Arte al Monte verità, Locarno. Comunicato stampa
  • 4-5 maggio, Il fiore e il lago al Parco dei 3 laghi a Gravellona Lomellina (PV). Comunicato stampa
  • 11-12 maggio Flower Show a Varese Villa Croven, via S. Sanvito 27. Info www.yougarden.com
  • 17-19 maggio torna ORTICOLA ai giardini di via Palestro a Milano. Vedi Anteprima Orticola http://www.giardininviaggio.it/anteprima-orticola-2019
  • 17-19 maggio Piante grasse dal mondo, Viridea, Cusago (MI). Per info www.viridea.it
  • 18 maggio  è la festa internazionale del fascino delle piante, il Fascination of Plants Day. Per l’occasione i 7 orti botanici di Bergamo, Bormio, Brera (Milano), Città Studi (Milano), Pavia, Toscolano Maderno e Villa Carlotta (Tremezzina sul Lago di Como), aderenti alla Rete degli orti lombardi, propongono un calendario ricco di appuntamenti per grandi e piccini in onore del meraviglioso universo vegetale. Per saperne di più https://reteortibotanicilombardia.it/
  • 25-26 maggio esposizione internazionale di oltre 300 esemplari di orchidee tropicali al MUSE di Trento. Comunicato stampa
  • dal 27 aprile fino al 28 ottobre RADICEPURA GARDEN FESTIVAL, seconda edizione. Comunicato stampa

Giardini

  • a maggio a villa della Pergola di Alassio si potranno ammirare le molte varietà di rosa presenti (oltre 28 varieta’). Le piu’ interessanti sono: ANEMONE ROSE  (Schmidt, Germania 1896) Ibrido di Rosa laevigata; SENATEU LA FOLETTE (Busby Francia 1910)  – Ibrido di Rosa gigantea; ICEBERG (Kordes. Germania 1958) Rosa floribunda. Altre da vedere: KEW RAMBLER (Kew, Gran Bretagna 1913); GENERAL SCHABLIKINE (Nabonnand, Francia 1878);  AIMEE VIBERT (Vibert, Francia 1828) Noisette;  PUREZZA (Mansuino, Italia 1960) Ibrido di Rosa banksiae;   MERMAID (Paul, Gran Bretagna 1918) Ibrido di Rosa bracteata; ROSA BRACTEATA; BURGUNDY ICEBERG (Swane, Australia 1998) Mutazione (sport) di Brilliant Pink Iceberg. Rosa floribunda;   ALBERTINE (Barbier, Francia 1921) Ibrido di Rosa wichurana.
    Visite guidate su prenotazione con inizio alle ore 9.30-11.30-15.00-17.00. Durante la settimana è possibile prenotare visite solo per gruppi. Per info e prenotazioni
    .Per informazioni e prenotazioni: Tel. +39.0182.646130 +39.0182.646140 info@giardinidivilladellapergola.comwww.giardinidivilladellapergola.com
Riviste

  • Giardino antico aprile 2019 Le dieci stanze di un grande giardino Poggio Castello in Brianza, di Laura Pirovano
    e inoltre servizi sulle Rose antiche; Piccolo è bello a Sant’Agata Feltre; Il bello secondo natura, un giardino progettato dalla paesaggista Luigina Giordani
Viaggi
  • 5-9 giugno, L’agenzia di viaggi Suite 152 di Parma in collaborazione con Arbora organizza ‘I giardini del South West England’: Stourhead, Houses&Wirth, Shute House, Hestercombe, Cothay Manor, Wisley gardens. Per il programma www.suite152.eu

Nessun commento

apr 18 2019

Case albero e giungle cittadine Conferenza VerDiSegni con Stefania Naretto e Chiara Otella, agronome paesaggiste 20 marzo 2019

Pubblicato da nella Giardini e luoghi

25 verde casa albero progetto Luciano Pia, Torino

Un paio di anni fa avevo visto la casa albero progettata a Torino da Luciano Pia (vedi post http://www.giardininviaggio.it/una-casa-albero-a-torino) e l’avevo trovata un progetto davvero molto bello e originale.

Ho seguito quindi con molto interesse la recente conferenza organizzata dall’Associazione VerDiSegni nella quale le due paesaggiste torinesi dello studio Linee verdi, Stefania Naretto e Chiara Otella, hanno raccontato con molti particolari il loro intervento per la progettazione e realizzazione della componente verde così importante in questo edificio.

Cercherò di sintetizzare gli elementi anche tecnici del progetto che ha avuto inizio nel 2009 per concludersi nel 2012. L’edificio – chiamato appunto 25 verde – è un condominio di 5 piani, 6 facciate  e 63 appartmanenti con terrazzi con differenti esposizioni, un giardino condominiale, piccoli giardini privati dei loft a piano terra e alcuni giardini pensili sul tetto. Tutto il verde viene gestito a livello condominiale e la media di spesa annua per la manutenzione è di 500 euro a condomino.
Le paesaggiste hanno avuto carta bianca dall’architetto che ha chiesto loro di trasformare il suo bellissimo progetto in una sorta di foresta urbana. Tutte le piante – alberi, arbusti, rampicanti, erbacee e tappezzanti sono state messe a dimora in vasi di corten a tronco di cono rovesciato di tre misure differenti: diametri di 210 cm; 20 cm e 370 per gli alberi più grandi con altezze da 110 a 150 cm. (Totale 150 fioriere)

25 verde luciano pia torino

25 verde luciano pia torino

Le paesaggiste hanno scelto le piante ripetendo alcune specie in modo da dare unitarietà all’insieme, modulando tra sempreverdi e spoglianti utilizzate nelle parti più nascoste in modo da dare luce agli appartamenti.
Piante in parte autoctone e in parte esotiche naturalizzate. In totale 143 alberi più 50 per il giardino interno. Fino ad oggi, dopo quasi 6 anni non è stato sostituito nessun albero e non sono state fatte potature di contenimento.
Tra gli alberi e gli arbusti sono stati scelti ad esempio: Liquidanbar, carpini, meli da fiore, osmanti, melograni, pittosfori, lagestroemie, Phisocarpus, Jasminum nudiflorum e per le zone più ombrose aralia, aucuba, maonia. Molte tappezzanti alla base dei vasi, tra cui Vinca major. Per il giardino interno Acer platanoides ‘Crimson’.

25 verde luciano pia torino. Rosa banksiae Lutea

Il fatto interessante è che il condominio è diventato una vera community ed è stato creato anche un alveare condominiale.

Davvero un bel progetto, a mio parere decisamente più interessante del Bosco verticale di Milano

Nessun commento

apr 17 2019

Alla Libreria della natura: Conferenza Preludi mediterranei e tropicali nella flora milanese del global warming. I mutamenti climatici che cambieranno il verde di Milano Emanuele Bortolotti e Enrico Banfi 2 aprile 2019

Pubblicato da nella plant design

Enrico banfi ed Emanuele Bortolotti alla Libreria della natura il 2 aprile 2019

Molto interessante la prima conferenza del ciclo ‘Il Paesaggio in libreria – Giardini aperti mediterranea’ organizzato dalla Libreria della natura di MIlano con AIAPP Lombardia.
Enrico Banfi: il cambiamento climatico ha portato a Milano molte piante mediterranee, assenti fino a qualche anno fa. Alcuni esempi: Convolvulus sylvaticus, Erigeron bonariensis e Papaver flavum, quello caratteristico delle spiagge e anche molte poacee del sud. Nel verde ornamentale si vedono ormai molte false canfore (Cinnamonum glondulosum), Plumbago auriculata e tanti gelsomini ritenuti delicati, come Jasminum polyanthum, grandiflorum, azoricum e il sudafricano J. multipartitum. Oltre alle Cycas molte palme, come la messicana Washingtonia robusta Phoenix canariensis.

Emanuele Bortolotti ha illustrato le ripercussioni del cambiamento climatico sul piano progettuale. In generale si assiste ad un maggior uso di piante spontanee e con minori esigenze idriche e al posto dei prati all’inglese i parti fioriti. Tra le specie ‘mediterranee’ ormai ampiamente usate nei progetti cita scabiosa, lavatera, teucrium, phlomis, nepeta, cisto, artemisia…
I vantaggi della flora mediterranea in ambiente urbano sono: buon adattamento al clima; poche esigenze di substrato; suoli alcalini; limitato consumo idrico e buona tolleranza di lunghi periodi di siccità; buona persistenza fogliare in inverno; fioriture prolungate; resistenza alle malattie.

Nessun commento

Next »