search

Il blog di Laura Pirovano: appunti di viaggio, segnalazioni di giardini, proposte di plant design

Archivio Autore

/ Plant design

Letture sul Plant Design

· Jill Billington, Planting companions. Winning plant combinations for every garden,, photography by Clive Nichols, Ryland Peters & Small, 1997 ...
Leggi Tutto
/ Giardini

A proposito di Critical gardens

qualche buona pista: siti, libri e altro….  SITI e BLOG http://criticalgarden.net/netsons.org/wp/ Critical garden Un blog creato nel 2007 dalla paesaggista ...
Leggi Tutto
/ News

Giardinieri: una delle 10 professioni del futuro

Un articolo di Federico Rampini, apparso il 14 febbraio su La Repubblica, riporta in sintesi i risultati di una indagine ...
Leggi Tutto
/ News

Class action contro lo smog a Milano

Il Consigliere comunale Capogruppo dei verdi a Milano, Enrico Fedrighini, ha promosso una importante iniziativa per prendere posizione sulla spaventosa ...
Leggi Tutto
/ News

Lunedì sostenibili

Iunedi sostenibili sono una serata al mese a Milano dedicata al verde e alla socialità, un lunedì sera dove associazioni ...
Leggi Tutto
/ News

Performing gardens. Portale italiano dei parchi d’arte contemporanea

Vi segnalo un nuovo portale dedicato ai Parchi d’arte contemporanea: Performing gardens, ideato dall’Associazione culturale Teatro dei fili, consultabile all’indirizzo ...
Leggi Tutto
/ Giardini

I giardini persiani

La conferenza fa parte degli Incontri per i soci VerDisegni; l'orario è dalle 18 alle 20 ...
Leggi Tutto
In viaggio per giardini con la Manchester Language School
/ News

In viaggio per giardini con la Manchester Language School

Ormai da dieci anni faccio abitualmente viaggi sul tema del giardino. Molti dei miei primi viaggi professionali in Gran Bretagna ...
Leggi Tutto
La Scarzuola di Tomaso Buzzi (Pubblicato su VerDiSegni informa N. 3, 2010)
/ Giardini

La Scarzuola di Tomaso Buzzi (Pubblicato su VerDiSegni informa N. 3, 2010)

“L’ultimo giardino rinascimentale del 1900”, così ha definito La Scarzuola il famoso giornalista-scrittore della BBC Monty Don [1], grande esploratore ...
Leggi Tutto
/ News

Aiutiamo il Bosco in città!

Un’altra brutta notizia che riguarda il verde di questa nostra infelice cittò: l’Amministrazione comunale ha respinto la richiesta di proroga ...
Leggi Tutto
/ Giardini

Spunti da una conversazione radiofonica di Paolo D’Angelo su Estetica e Paesaggio

Intervista trasmessa su Radio 3 a Fharheneit il 23 dicembre 2010 Paolo D’Angelo, docente di Estetica all’Università Roma 3, ha ...
Leggi Tutto
Verticalità
/ Plant design

Verticalità

Un  motivo che può ispirare una composizione di erbacee perenni è quello della verticalità scegliendo essenze per la loro altezza: ...
Leggi Tutto

La piazza di Bergamo di Nigel Dunnett

La piazza vecchia di Bergamo disegnata da Nigel Dunnett

‘Gioioso, immerso e ispirazionale’ così ha ha definito il suo progetto per la piazza vecchia di Bergamo alta il grande paesaggista inglese Nigel Dunnett – autore di numerosi progetti di natural planting in ambito urbano tra i quali segnaliamo Olympic park e Barbican a Londra e i tanti interventi a Sheffield presso la cui università insegna Planting Design e Urban Horticulture.

Ho trovato l’intervento nella piazza veramente bello, poetico ed armonioso: tante piante (15.000 per una quarantina di specie e varietà), molte ripetute a creare composizioni vaporose, e ben equilibrate su pochi toni cromatici: molti colori bronzeo dorati delle erbe ornamentali, bianchi, gialli delle tante Rudbeckia e qualche tocco di blu e violetto delle numerose Perovkia ‘Blue spire’ e dei bellissimi Eupatorium coelestinum.
Dunnett sa giocare assai bene con le stratificazioni delle erbe ornamentali e propone accostamenti che viene voglia di copiare….
libro_piante_LandscapeFestival2021

Vi segnalo due recenti interventi di Dunnett
intervista sulla Green square https://www.youtube.com/watch?v=LbAZz9JgcCI
Conferenza ‘Future nature: gardens in the city’ https://www.youtube.com/watch?v=FbighCmJAP0

Ecco alcune immagini

Allium ramosum e sedum telephium

Rudbeckia fulgida Deamii Perovskia Bluse spire

sedum stardust e Muhlenbergia reverchonii

sedum telephium e aster Montecassino

Verbena pennisetum e rudbeckia Juligold

News in tema di corsi, convegni, libri e altro ancora. Settembre 2021

Cascata di Plumbago allo Spazio Orlandi, Milano

Ambiente e sostenibilità 

  • Dal 15 al 21 settembre torna God Is Green, festival dedicato alla sostenibilità e al futuro ideato da Manifattura Tabacchi e prodotto da Nam – Not a Museum, con un programma di incontri che porta alla luce oggetti, strategie e considerazioni che sono emersi dai progetti realizzati dagli artisti di SUPERBLAST, i quali hanno creato connessioni con pensatori e intellettuali del mondo accademico, industriale e artistico. 5 talk che esplorano i temi sollevati attraverso un’indagine metodologica che unisce arte, scienza, teoria e industria. God Is Green si configura come una ramificazione contestuale dell’indagine di quel rapporto apparentemente inafferrabile tra l’uomo e l’ambiente circostante, raccogliendo le voci di figure attive nei loro ambiti disciplinari per riflettere sullo stato del pensiero post-antropocentrico.
    domenica 19 settembre si conclude con un simposio il percorso svolto in Manifattura Tabacchi da Antonio Perazzi con Botanica Temporanea, L’arte dei giardini invisibili, la mostra-laboratorio, inaugurata il 18 giugno, basata sulla filosofia dei giardini a bassa manutenzione che emergono spontanei nell’ambiente urbano, capaci di migliorare la qualità della vita e di riqualificare il paesaggio. Il simposio conclusivo si sviluppa intorno a delle conversazioni conviviali. I partecipanti saranno invitati ad un momento di discussione legato alla mostra.
    Manifattura Tabacchi, Ingresso da via delle Cascine 35. Per info manifatturatabacchi.com

 Corsi e seminari 

  • 17 settembre, la Fondazione Benetton organizza un evento online: In giardino, la metafisica della mescolanza: conferenza di Emanuele Coccia e proiezione del film La quinta stagione di Peter Brosens. Per iscriversi https://us06web.zoom.us/webinar/register/WN_BMr2ViVGQAyJcGmz_pGZzg
    Programma del ciclo Naturale inclinazione dal 15 al 22 settembre Giardino della Fondazione Benetton, via Cornarotta 7-9, Treviso (15 settembre), e online (17-22 settembre). Naturale inclinazione_Insieme_Per un abitare poetico del nostro pianeta_ciclo di incontri_15_17_22 settembre
  • 25 settembre alle ore 15:00, presso la sede di Valore | Spazio di Crescita (Barzanò – LC) si terrà l’edizione autunnale di “Erbe spontanee: riconoscerle e gustarle”. erbe spontanee
  • 25 e 26 settembre, Le Conferenze di Verde Grazzano: Carlo Contesso 25/9 ore 14.30 L’evoluzione del giardino. Dalle prime oasi al giardino moderno; Benedetto Camerana 26/9 ore 15.00 Il giardino pensile del Lingotto. La grande fabbrica diventa green. PER INFO: ORARI venerdì 24/9 dalle 14.00 alle 19.00; sabato 25/9 e domenica 26/9 dalle 9.00 alle 19.00 BIGLIETTI: 10 Euro in vendita su www.verdegrazzano.it dal 13 settembre TELEFONO 347-4650324 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 info@verdegrazzano.it 
  • 1 ottobre ore 10.30 Seminario online Valfredda, L’importanza della manutenzione parte 2. Per iscriversi https://www.valfredda.it/evento/limportanza-degli-aspetti-manutentivi-allinterno-del-progetto-2-modulo-a-2021/
  • novembre 2021 – marzo 2022, Corso base di apicoltura, Centro forestazione urbana. Per informazioni e iscrizioni tel. 02.4522401 info@cfu.it Sede corso: Bosco della Giretta – Settimo Milanese. Temi: biologia e morfologia delle api, impollinazione e contributo delle api in agricoltura e nell’ambiente, arnie, attrezzature per il governo degli alveari, apiario, apicoltura razionale, operazioni per l’estrazione del miele, caratteristiche del miele e degustazione guidata, altri prodotti dell’alveare, avversità e legislazione

Giardini

18 settembre, apre per TravelLike alle ore 18 il giardino di Villa Pesenti Agliardi a Sombreno di Paladina, a soli 15 minuti in auto da Bergamo. Sulla scia della manifestazione Landscape Festival – I Maestri del Paesaggio, TravelLike, start – up bergamasca e tutta al femminile che disegna itinerari di viaggio ispirandosi alle storie tv più intriganti e ai romanzi più belli, ha lavorato con la Contessa Maria Carolina Agliardi per poter aprire i cancelli del giardino per i Bergamaschi e per tutti i visitatori che prenoteranno in tempo. https://www.scaytravellike.it/

Libri

 

 

 

Fuori salone 2021: 5-10 settembre

Il programma di tutti gli eventi sul sito https://www.fuorisalone.it/2021/it

  • Zona Centro
    Elle decor, La casa fluida, Palazzo Bovara, corso Venezia 51
    Signature, via Manzoni 47 installazione verde a cura di ParcNouveau

  • Zona Brera

    IV edizione di dOTdesign Outdoor Taste : maxi-allestimento nel sagrato e nel chiostro della chiesa di San Marco a Brera in un’oasi di verde. https://vgcrea.com/dot-fuorisalone/

  • Orto di Brera, installazioni di Italo Rota, Alessio fini e Carlo Ratti
  • Zona Isola

    Green Island 2021 presenta  Erbario in viaggio alla Stazione di Porta Garibaldi. GREEN ISLAND 2021_Design Week
    Fabbrica Sassetti, ex fabbrica di filatura, installazione onirica The stage Four

  • ZONA TORTONA

    Tortona 31 tortona rocks, anima eterogenea del distretto
    Tortona 21 Hang seeding the future, grande serra aeroponica
    Via Moncucco 35, nuova location al Superstudio Maxi
    BASE, via Bergogone 34 We will design dal micromondo fino allo sguardo sull’ecosistema terra
    Via Cola di Rienzo 8 allestimento di Nicola pietrobelli e giardini d’inverno di MarsigliaLab e l’Orto di Jack

  • Zona Magenta

    Palazzo Turati, via Meravigli 7 il design emergente olandese

  • Zona NOLO

    Via Mauro Macchi 82/a spazio Mohd design con nuovi designer

  • Hub Triennale

    Dal 4 al 12 /9 Mostra Il salone/la città, tutte le installazioni che il salone ha promosso in città

  • Zona Palazzo di Giustizia e Cinque Giornate

    Durante la Milano Design Week sarà possibile visitare MAGISTRETTI REVISITED. Fondazione studio museo Vico Magistretti Via Vincenzo Bellini 1 – Milanodal 4 al 10 settembre – dalle 11 alle 20 solo visite guidate ogni ora, SU PRENOTAZIONE – ingresso Euro 5,
    Al giardino della cultura, va Morosini le icone di Milano, l’arte di mettersi in gioco

  • Zona Inganni

    Alcova, progetto di Space Caviar e Studio Vedèt, dopo aver riportato in vita per due anni consecutivi gli storici spazi del panificio Cova & G. nel quartiere di NOLO, si ripresenta al Fuorisalone 2021 aprendo al pubblico un’altra straordinaria location milanese, a pochi passi dalla stazione metropolitana di Inganni. Tre edifici storici di incredibile fascino, immersi in un grande parco urbano: circa 3500 metri quadrati di spazi interni ed esterni con oltre 40 espositori tra designer indipendenti, brand innovativi, gallerie, istituzioni culturali e aziende. Come per le edizioni precedenti, Alcova si caratterizzerà per la varietà delle idee e dei temi che convergono nelle sue esposizioni, catturando un’istantanea di un mondo in rapida evoluzione.

  • Zona Lodi

    Via Adige 17, Ordet (fino al 10), il designer polacco Marcin Rusac mummifica la natura marcescente dai mercati di fiori olandesi per trasformarla in arredi
    Via Orobia 26 alla fondazione ICA mostra Cheerfully Optimistic About the Future del cipriota Anastassiades dall’8 settembre al 9 gennaio

  • Università Statale

    Interni: ‘Creative connections’ diverse installazioni nei chiostri dell’università

News in tema di corsi, fiere, festival di giardini e altro ancora

Corsi e convegni

  • Alla Fondazione Benetton di Treviso:
    – 15 settembre ore 18 nel giardino: incontro con i paesaggisti Flavio Trinca ed Emanuele von Mormann in occasione della pubblicazione di ‘Il mio posto al mondo’, scritto di Ippolito Pizzetti uscito nel 1982 e oggi ripubblicato dalla Fondazione nella collana Memorie/minima.
    – 17 settembre, ore 18, In giardino. Metafisica della mescolanza, conferenza del filosofo Emanuele Coccia e proiezione del film La quinta stagione di Peter Brosen e Jessica Woodworth (2012)
    Per info https://www.fbsr.it/event-category/paesaggio/
    – 22 settembre, ore 17 Work in progress. Ricerche e sperimenazioni per la coesistenza di specie, seminario online. Per iscrizione e info https://us06web.zoom.us/webinar/register/WN_nUHGVow8SX2Ww38cGzWI1g
  • 11 , 25 settembre e 2 ottobre 9.30-11.30, Alla Libreria della natura di Milano, Corso di progettazione di terrazzi e piccoli spazi versi con Sandro Degni. Per info
    https://www.facebook.com/LibreriaDellaNatura/photos/a.697646216941235/4431123530260133/
  • 12 e 28 settembre e 12 ottobre 2021, alla BAM e in streaming Dialoghi per l’ambiente con Fondazione Corriere della sera. Per info https://www.fondazionecorriere.corriere.it/iniziative/bam-forum-dialoghi-per-lambiente/
  • in partenza dal 25 settembre 2021, il corso per esperti in orti e giardini del benessere che si terrà, per la parte teorica presso la sede di Futura Formazione in via Triumplina 177/F, mentre, per la parte pratica, presso il Villaggio degli Orti in via Pietro Mascagni a San Zeno. IL VILLAGGIO DEGLI ORTI_Terapia Orticolturale REV-1

 

Festival di giardini

Fiere e vivai

 

Giardini

  • A Villa Erba nell’ambito di Orticolario, Como un gigantesco trono rosso lampone, a pochi passi dall’elegante imbarcadero in stile Liberty sulla “punta” della riva di Cernobbio, sul Lago di Como: il trono si chiama “Delenimentum”, ovvero attrazione, fascino, incanto, ed è la versione titanica della mitica Adirondack Chair, creata nel 1903 dal progettista Thomas Lee durante un periodo di vacanza sui monti Adirondack, nello stato di New York. Orticolario_Delenimentum
  • sabato 11 e domenica 12 settembre, nel parco della Palazzina Marfisa, l’ateneo di Ferrara – nell’ambito del festival Interno verde – presenterà i progetti condotti dai ricercatori del Tecnopolo in materia di sostenibilità ambientale. Saranno eccezionalmente aperti al pubblico i giardini più suggestivi della città. Unife a Interno Verde

Recensioni di Viride Blog

https://www.virideblog.it/peter-whollenben-istruzioni-per-luso-del-bosco/ 

https://www.virideblog.it/il-giardino-delle-sicilie/ 

https://www.virideblog.it/misteriose-immaginarie-presenze-vegetali/

Passeggiate botaniche

  • 4 settembre 2021 a Vezzolacca di Vernasca (PC): il 3° appuntamento con il ciclo di percorsi dedicati alla scoperta degli alberi monumentali attraverso la poesia, la danza, la musica e il contatto con la natura. Per informazioni: Marco Boschini E-mail: festivalentezza@gmail.com Sito web: https://turbolenta.org/alberi-in-cammino/

 

 

 

Luglio e agosto nel mio giardino a Laveno

Finestra sul paesaggio

Il giardino non è mai un ambiente monotono grazie alle continue evoluzioni delle piante, che a volte causano dolorose perdite ma altre ci regalano nuove sorprese. Basta avere pazienza e saper osservare con attenzione. Questa estate è arrivata in grande stile la Popillia japonica di cui vi ho già parlato in un precedente post (https://www.giardininviaggio.it/popillia-japonica-una-minaccia-per-i-giardini-e-le-colture/). 
Ho potuto osservare che questo terribile parassita è attivo come insetto nei mesi di giugno e luglio e con alcune superstiti nei primi giorni di agosto. Sembra non risparmiare nulla e dopo le rose si è gettata sulle foglie della vite che sono ormai devastate, non ha risparmiato i noccioli e di seguito le larve si scateneranno sulle radici del prato. Ho provato una trappola con feromoni per salvare le ultime foglie della vite ma bisogna stare attenti perchè in questo modo si rischia di attirarne di nuovi dall’ambiente circostante.

Effetto popillia sulle foglie della vite

Clematis Aljonushka: al secondo anno questa piccola clematide (alta circa 150 cm) ha prodotto da metà agosto una profusione di fiorellini azzurri

Da luglio fino ai primi geli la grande massa di anemoni giapponesi è una presenza festosa nel piccolo parcheggio

Hydrangea Ayesha con le bellissime astilbe con pannocchie rosa acceso

La grande aiuola che sul muro a secco ospita ortensie rampicanti

Rosa e porpora

I fiori quasi sfacciati di Hibiscus moscheutos

Ultimi a fiorire gli anemoni giapponesi della varietà ‘Prinz Heinrich’

 

 

Ancora una visita di un luogo magico: Villa Panza di Biumo (VA)

Vista della villa e del giardino con sullo sfondo l’omaggio di Bob Wilson a Giuseppe Panza

Per me Villa Panza è un luogo davvero magico e ogni volta, con l’occasione di una nuova mostra, ci torno volentieri. Questa volta dopo una stagione di interruzione a causa del Covid ho trovato tutto al meglio: gli interni con qualche cambiamento nella disposizione delle opere e il giardino in forma stupenda.
Fino al 5 settembre è possibile visitare la mostra ‘Sudden time’ con opere di Chiara Dynys e Sean Shanahan, realizzate tra il 2018 e il 2021 ed esposte qui per la prima volta, in particolare negli spazi dei rustici della Villa al piano terra. (per info https://fondoambiente.it/il-fai/beni/villa-e-collezione-panza-sudden-time/)

Ecco alcune immagini del giardino e delle opere.

L’ingresso al carpinata

Il giardino formale negli spazi antistanti la villa

Una bella aiuola con masse di colorate e semplici Lavatera

… e di Echinops sphaerocephalus

Chiara Dynys Giuseppe’s door

Chiara Dynys Melancholia

 

Luoghi intorno al Lago Maggiore

Bosco di faggi intorno all’Alpone

Qualche ‘cartolina’ dalle piccole escursioni di questa estate al lago.

Comincio da una bella iniziativa di Ispra realizzata dal Garden club del CCR con le piante del vivaio Cascina Bollate:  un piccolo giardino didattico ispirato alla filosofia e allo stile del grande botanico Karl Foerster nel retro della scuola media nel centro del paese sulla sponda lombarda del Lago Maggiore. (vedi mio post https://www.giardininviaggio.it/una-conferenza-dedicata-alla-figura-di-karl-foester-a-cura-del-garden-club-di-ispra/)

Aiuola dedicata a Karl Foerster

Come tutti gli anni piccola gita all’Alpone da cui si gocono bellissime viste sulll’arco alpino e sul lago

Molto carino e pulito il laghetto di Ghirla in Val Ganna

Lago di Ghirla

Letto per voi: i dubbi del giardiniere

Paolo Pejrone, I dubbi del giardiniere. A cura di Alberto Fusari, Einaudi, 2021, 176 pp., 17 euro

L’introduzione del libro – da leggere attentamente – costituisce una sorta di manifesto non solo delle buone pratiche del giardiniere lento e accorto, ma anche e soprattutto un invito a come affrontare i cambiamenti in atto nel nostro ambiente e a riconsiderare il modo di fare giardini.
Così ci avverte l’autore ‘Questi scritti vorrebbero essere nient’altro che un “concentrato” di dubbi, un generatore di interrogativi’. Dubbi per superare i dogmi perchè è lo stesso giardino che ci insegna a mettere tutto in discussione.

Quindi spazio alle buone pratiche contro le trovate strabilianti, le artificiosità del giardino-installazione, i proclami a piantare tanti alberi e le scenografie costruite a tavolino e non affidandosi alle conoscenze e alle esperienze sul campo.

Pejrone delinea il giardino del domani come una sfida a fare i conti con terre povere, poca acqua e pochissima manutenzione e soprattutto lavorando con lentezza.
Per affrontare il cambiamento climatico occorre piantare assecondandolo per trovare specie e tecniche che assicurino la sopravvivenza pur in un contesto così artificioso.

Il libro è organizzato intrno a tre “arcipelagh”‘: ‘Sconquassi’, cioè le tante anomalie che ci troviamo a dover affrontare, come le fioriture precoci o posticipate, le debolezze dei grandi alberi in città, i miti da sfatare (come quello della pericolosità degli invadenti ailanti, la scarsità di acqua…; ‘Buone pratiche e cattive retoriche’, la bella ghiaia di una volta, i muretti a secco, la morte inevitabile degli alberi, il giardino selvatico…; ‘Vecchi e nuovi cari amici’, capitolo nel quale ci racconta le sue preferenze e le sue sperimentazioni con piante consuete e meno consuete, come i cisti, le gaure (troppo spesso usate come riempitivo), la clematide a fioritura invernale, gli epimedi, la vite vergine…..

 

Il giardino comunitario dedicato a Lea Garofalo

Il giardino dedicato a lea Garofalo

‘Da ottobre 2010 a maggio 2011 un gruppo di cittadini (architetti, paesaggisti e vivaisti) insieme alla stessa Piccola Scuola di Circo, con il sostegno di Milly Moratti e di Vivai Borromeo, si è volontariamente impegnato nel pensare e realizzare un intervento temporaneo per la riqualificazione dei giardini di Viale Montello – Bastioni di Porta Volta al fine di riaprire quello spazio e restituirlo alla città. Data l’assenza di significativi contributi economici e la forte incertezza nel destino dell’area di Viale Montello, si è scelto di cominciare da pochi elementi, riconoscibili ed indispensabili (passerella di legno e vasche per orticelli). Il giardino purtroppo è poi rimasto chiuso per molti mesi, fino a quando all’inizio del 2012, la neo-nata associazione Giardini in Transito è riuscita a farsi affidare l’area in comodato d’uso gratuito dal Comune di Milano.Il 19 ottobre 2013, grazie alla sinergia da tempo avviata con l’associazione Libera, il Giardino Comunitario di Viale Montello è stato dedicato a Lea Garofalo, testimone di giustizia torturata e uccisa il 24 novembre del 2009 dalla ‘ndrangheta’.
Per saperne di più https://giardiniintransito.wordpress.com/?fbclid=IwAR23ohlKSZxRy2Ni9Rqv2YKvoe_gc2Qc3DGFZWn87HmjuD6-7gbk_VeqXNI

L’accesso al giardino

Tanti angoli raccolti dove sostare, leggere e pensare

Un camminamento in legno attraverso gli arbusti fioriti

I murales sul muro di cinta

Passeggiando per Milano

ADI Design Museum Compasso d’oro

Un piccolo percorso alla scoperta di nuove architetture e mostre in questa Milano che ci riserva sempre nuove sorprese.

Molto interessante il nuovo museo del design dedicato ai vincitori del compasso d’oro: una sorta di percorso ideale per rivivere l’evoluzione del design a partire dagli anni cinquanta fino ai giorni nostri: il luogo una ex fabbrica dell’Enel bel ristrutturata con ampi spazi interni e la conservazione del passato industriale.

La faccita di ADi, in piazza del Compasso d’oro, vicino al cimitero Monumentale

Vista dell’interno del museo

Munari, 1971: Abitacolo, il progetto per lo spazio dedicato ad uno o due ragazzi nella casa dei genitori

Il passato industriale

Il nuovo Campus universitario nasce da un’idea di Renzo Piano donata al Politecnico di Milano e dalla valorizzazione e sviluppo dell’idea originale dello studio ODB-OTTAVIO DI BLASI & Partners. Il progetto propone un profondo ripensamento degli spazi del Campus di via Bonardi, modellato soprattutto sulle esigenze degli studenti, rendendolo aperto, internazionale, portatore di avanguardia, ruotando intorno a 3 punti cardine:

  • il verde: il nuovo campus sarà caratterizzato da una grande quantità di alberi e di spazi verdi
  • il rapporto con gli edifici storici, che saranno rispettati, ripristinandone l’aspetto originale
  • le terrazze praticabili: le coperture degli edifici bassi saranno utilizzabili per attività all’aperto ed eventi

Per saperne di più https://www.polimi.it/il-politecnico/progetti-di-ateneo/cantieri/nuovo-campus-architettura/

La palazzina destinata d ospitare i diversi laboratori

Lo spazio verde di fornte allo storico edificio del Trifoglio progettato da Giò Ponti

Una mostra potente ed emozionante quella dedicata alle nuove opere di Cattelan all’Hangar della Bicocca: una riflessione profonda sulle sfide dell’umanità. Come un filo rosso unisce i tre momenti: ‘Breath’ sembra aprire uno spiraglio di speranza in questa condivisione del respiro fra uomo e un altro essere vivente; in ‘Ghosts’ i picconi ci scrutano dall’alto quasi come un monito e infine ‘Blind’ mostra tutta la nostra fragilità e cecità ad eventi incredibili che non sappiamo prevedere.

Il giardino dell’Hangar a luglio

‘Breath’,  per il bellissimo gruppo scultore in candido marmo di Carrara a rappresentare il rapporto intimo tra uomo e cane che qui condivisono il respiro vitale

‘Ghosts’: una folla quasi surreale di piccioni in tassidermia appollaiati sulle travi e negli anfratti del grande hangar seguono gli spettatori suscitando una sensazione di ansia e smarrimento

‘Blind’. nel Cubo troneggia la gigantesca scultura in resina nera che rappresenta un monolite attraversato dalla sagoma di un aereo

Giardini in viaggio Laura Pirovano