nov 16 2017

Venezia: Biennale arte e mostre

Pubblicato da alle 4:52 pm nella Giardini e luoghi

Due giorni intensi a Venezia per visitare la Biennale Arte e altre mostre ormai sul finire. Come sempre, per quanto mi riguarda, ho trovato più interessanti le opere e le installazioni presentate alle corderie dell’Arsenale. Sarà perchè io trovo talmente suggestivo e straordinario questo luogo.
Ai giardini tra i padiglioni nazionali ho trovato molto bello quello della Danimarca che ospitava la mostra “Influenza: Theatre of Glowing Darkness”  di Kirstine Roepstorff . Il progetto intende sfidare il visitatore a concepire l’oscurità come qualcosa di incandescente, dotata di una forza, di un’energia, quindi con valenza positiva.

Padiglione Danimarca

Padiglione Danimarca

Padiglione Danimarca

Giardino di Scarpa

Giardino di Scarpa: Performance di Lee Mingwei

Tra le opere esposte alle corderie ho trovato meravigliosi gli insoliti ricami di Maria Lai e le maschere del cileno Bernardo Oyarzùn.

Tovaglia d’altare di Maria Lai

Tovaglia d’altare di Maria Lai

Libri ricamati di Maria Lai

Michelle Stuart

biennale-arsenale-corderie-

biennale-arsenale-corderie-

biennale-arsenale-corderie-

biennale-arsenale-corderie: Bernardo Oyarzùn, Cile

biennale-arsenale-corderie: Bernardo Oyarzùn, Cile

Molto interessante la retrospettiva dedicata a Michelangelo Pistoletto sull’isola di San Giorgio Maggiore.

Perimetro sospeso. Love difference, M. Pistoletto. Chiesa San Giorgio Maggiore

M. Pistoletto, Cuba, serigrafia su acciaio

M. Pistoletto, Venere degli stracci

Ma forse, anzi sicuramente, la mostra più bella e suggestiva è Intuition ospitata a Palazzo Fortuny. Si tratta della sesta e ultima mostra curata da Daniela Ferretti e Axel Vervoordt. Una esplorazione dei tanti e diversi modi in cui l’intuizione ha plasmato l’arte, in aree geografiche, culture e generazioni diverse: da artefatti antichi, come gli stupendi menhir esposti a piano terra, ad opere moderne e contemporanee e performance tutte legate al concetto di intuizione, di sogno, di telepatia, di fantasia paranormale, meditazione, potere creativo, fino all’ipnosi e all’ispirazione.
Tra le frasi evocative sul concetto di intuizione bellissima quella di Albert Einstein ‘I believe in intuition and inspiration. Imagination is more important of knowledge’.

Intuition, Palazzo Fortuny: menhir

Intuition, Palazzo Fortuny. Anish Kapor, White dark

Il cortile di Palazzo Fortuny

Intuition Palazzo Fortuny. Senkichiro Nasaka

Intuition Palazzo Fortuny: uno straordinario tendone tutto composto da materiali riciclati come etichette dei tappi di champagne

Archive of mind, di Kimsooja: una installazione composta da sfere di argilla (che ogni visitatore può comporre e aggiungere) disposte su un lungo tavolo di legno di forma ellittica

Un commento presente

Una risposta a “Venezia: Biennale arte e mostre”

  1. Donatellaon 17 nov 2017 at 6:24 pm

    Ricostruzione perfetta e suggestiva di due giorni emozionanti

Commenti RSS

Lascia un commento