Tag: 'VerDiSegni'

set 11 2015

Mercoledì 14 ottobre riprende l’attività di VerDiSegni

Pubblicato da in "News"

Mercoledì 14 ottobre dalle 18 alle 20 presso la Biblioteca della scuola Arte&Messaggio di via Giusti 42 a Milano verrà presentato il nuovo libro VerDiSegni di cui sono coautrice assieme ad altri soci (Rino Anelli, Ileana Croci, Francesca Pisani, Antonio Rizzi e Rita Sicchi.
Nuovi modelli di parchi urbani in Europa, editore Libreria della natura, ottobre 2015

Sarà l’occasione per discutere delle tendenze e delle prospettive dei parchi urbani con l’architetto Alessandro Ferrari e l’agronomo Benedetto Selleri.

Il tema delle conferenze annuali sarà “Plant design: paesaggisti e vivaisti a confronto”. Programma
E naturalmente abbiamo organizzato come di consueto anche visite di studio. Programma

Nessun commento

apr 08 2015

Un convegno sui giardini dell’EDEN

Pubblicato da in "News"

 

Visualizza il programma della giornata

Nessun commento

apr 08 2015

Un convegno sui giardini dell’eden

Pubblicato da in "News"

Programma della giornata

Nessun commento

ott 29 2012

Ancora su nuove aiuole di Milano

Pubblicato da in "News"

Sono tornata a fotografare le due aiuole prototipo che un gruppo di soci VerDiSegni (tra cui Alberto Callari, Sabrina Canzi, Natalia Mazzon e Laura Viarengo) hanno realizzato con la Scuola Arte & Messaggio di Milano per il nuovo allestimento verde di via Paolo Sarpi a Milano.

Le aiuole sono maturate ed ecco alcune immagini

Gioco di rossi con Imperata cilindrica e Berberis atropurpureo

 

 

 

Nessun commento

ago 06 2012

Convegni, mostre e altro ancora

Pubblicato da in "News"

Parc Luther King a Parigi, progetto di Jacqueline Osty

  • La paesaggista Jaqueline Osty inaugura l’11 ottobre il ciclo di conferenze VerDiSegni 2012-13.
    “Nuovi modelli di verde urbano: concezione, partecipazione e fruizione” il tema delle conferenze organizzate dall’Associazione VerDiSegni per il 2012-2013.Giovedì 11 ottobre alle ore 17.00, nella prestigiosa sede dell’Ordine degli Architetti di Milano, via Solferino 19, Jaqueline Osty, architetto paesaggista francese, parlerà di nuovi modelli di parchi urbani attraverso i suoi numerosi progetti realizzati in Francia e in Europa. Per l’Ordine presenzierà l’arch. Marco Engel. Seguirà un coktail.Jaqueline Osty, diplomata alla Ecole Nationale Supérieure du Paysage di Versailles e a quella delle Beaux Arts UP4, nel 1985 fonda il suo atelier a Parigi, la cui attività si focializza sulla progettazione paesaggistica urbana.Tra i lavori più recenti Parc Martin Luther King che ha inaugurato il nuovo eco-quartiere di Clichy Batignolles a Parigi.Tra i suoi riconoscimenti il Premio del Paesaggio 2005 per il Parc St. Pierre ad Amiens e la candidatura come finalista alla settima edizione del Premio Europeo de Paisaje Rosa Barba che si concluderà il 27 settembre 2012. Il programma delle conferenze proseguirà nel 2012 con gli interventi degli architetti Michela Pasquali sulla progettazione partecipata e Alessandra Aires sul ridisegno del verde urbano a Torino.
    Associazione VerDiSegni
    info@verdisegni.org www.verdisegni.org tel 335/302105 – 340/5858892
  • Definito il programma del convegno internazionale “I maestri del paesaggio” organizzato a Bergamo da Arketipos nei giorni 1-2 settembre 2012.
  • Gardmed,  il network dei giardini mediterranei
    Verrà presentato, il 6 settembre 2012 al Festival della Letteratura di Mantova, Gardmed, il progetto dall’Unione Europea che mette in rete 18 giardini di Malta e del sud della Sicilia. Si tratta di un progetto che mette al centro il verde del bacino del sud del Mediterraneo, oggi a rischio. Consapevoli che questi giardini possono salvarsi solo mettendosi in rete, gli studiosi del progetto (botanici, paesaggisti, antropologi, esperti di marketing) ne hanno individuato 18.
    Altri giardini di altri Paesi del Mediterraneo (Palestina, Grecia, Spagna, Giordania) si sono candidati per fare parte di Gardmed.
  • “City+Landscape: Nuovi paesaggi per la città attiva”, il titolo del Forum internazionale organizzato da Paysage nell’ambito di Padova fiere il prossimo 14 settembre. Per consultare il programma
    http://www.paysage.it/index.php?page=evento_2012_09_flormart
  • Ci sono novità sul programma della prossima edizione di Orticolario, che si terrà a Villa Erba dal 5 al 7 ottobre 2012
  • Dal 28 agosto al 2 settembre parte la IV edizione della Summer School Emilio Sereni a Gattatico, Reggio Emilia. Programma
  • Riporto una notizia letta su Nemeton Promenade, desunta da Flornews n° 132 – 20 luglio 2012 – www.georgofili.info.
    Tutti sanno che la presenza di aree verdi in città permette di abbassare sensibilmente la concentrazione di CO2 nell’aria, può sembrare un’ovvietà ma in un’ottica globale di maggiore sensibilità ambientale anche la NASA ha voluto finanziare uno studio e progetto attuativo che vede come protagoniste le aree verdi cittadine. Alcuni risultati preliminari di questo studio, condotto dall’UC Santa Barbara e dall’Università del Minnesota, sono stati pubblicati il 4 luglio scorso sull’ultimo numero del Journal of Geophysical Research – Biogeosciences e dimostrano come la tipica periferia verde, con alberi e prati, gioca un ruolo significativo per quanto riguarda l’assorbimento di CO2. Per nove mesi l’anno, il paesaggio suburbano è stato fonte di CO2 in atmosfera, ma durante l’estate, l’assorbimento di carbonio da parte della vegetazione e cosi significativo da riuscire a bilanciare le emissioni di combustibili fossili prodotte dall’uomo all’interno dell’intero quartiere. Si e notato che i prati verdi raggiungono il picco massimo di assorbimento di CO2 in primavera ed in autunno, lontani dallo stress del caldo estivo, mentre gli alberi sempreverdi hanno mantenuto costante l’assorbimento per tutto l’arco dell’anno a scapito dei decidui che, perdendo le foglie in autunno-inverno, hanno registrato assorbimenti più limitati. Lo studio e un “primo passo” verso la quantificazione del ruolo della vegetazione nelle periferie, che sono le aree urbane che crescono più rapidamente negli USA ed in tutti i paesi industrializzati. Le potenziali applicazioni di questo tipo di ricerca includono la pianificazione e la realizzazione di aree verdi in città, dove l’uso del territorio e la scelta di piante adatte rappresentano le decisioni più importanti – in un’ottica globale di riduzione dei gas a effetto serra.

Nessun commento

apr 25 2012

Suggestioni dal Fuori salone 2012

Pubblicato da in "News,Senza categoria"

Quest’anno, causa pioggia e altri impegni, ho fatto pochi giri al fuori salone e l’installazione più interessante l’ho trovata all’orto botanico di Brera. Il luogo è già magico di suo e le suggestive installazioni di Paola Navone per il marchio di lampade Barovier&Toso intitolate “The secret garden” hanno rappresentato un meraviglioso inserimento fra le aiuole dell’orto, quasi da sperare che rimangano: colore dominante il blu di Majorelle per una serie di buffi omini lampada su tronchetti e per le enormi ceste-nido di legno della medesima tonalità con piccoli fori contornati da carta stagnola per spiare le lampade iper barocche.

La passatoia botanica che introduce al Secret Garden

The secret Garden, Paola Navone

The secret garden Paola Navone

The secret garden Paola Navone

The secret garden, Paola Navone

Una bella macchia di Iris japonica

Sempre all’orto botanico Zaha Hadid ha progettato una installazione per una ditta di marmi

Zaha Hadid per Citco

Zaha Hadid per Citco

Nei cortili dell’Università statale diverse installazioni, curiose ma non geniali; la più interessante “Photosyntesis” del giapponese Akihisa Hirata per Panasonic: un ecosistema in miniatura con pannelli solari concepiti come fronde di un albero che fotosintetizzano la luce solare e come fiori lampade Led e Oled sotto le arcate.

Photosyntesis by Akihisa Hirata

Il grande albero con pannelli solari

I fiori Led

Divertente l’omaggio agli 80 anni della bottiglietta del Campari soda realizzata da Matteo Ragni

Matteo Ragni

Matteo Ragni

Molto bella l’installazione dell’architetto francese che ha progettato a Roma il nuovo Macro, Odile Decq: un gioco prospettico con un cubo formato da 31 lastre di gres porcellanato

Odile Decq

Odile Decq

Infine un grande occhio di acciaio che riflette le architetture circostanti riproducendo le reazioni della pupilla con le sensazioni di scossa e paura per i monumenti architettonici minacciati dalla distruzione, Taltos by Speech Tchoben e Kuznetson

Taltos

Taltos

Un gruppo di soci dell’associazione VerDiSegni con la scuola Arte&Messaggio ha realizzato due aiuole prototipo per il nuovo allestimento verde di via Paolo Sarpi

Una delle 2 aiuole di via Paolo Sarpi

Alcuni spunti di arredo colti qui e là

Ethimo

Dicksonia antartica in due enormi vasi colorati di Enea Landscape architecture

Un angolo molto jap con un bel vaso di azalea fra pannelli di legno

Nuove creazioni di outdoor di Patrizia Pozzi

Patrizia Pozzi

Nell’atrio della stazione Garibaldi Greenisland di Amazelab ha rappresentato una grande distesa di erbe spontanee e per l’occasione ha dato alle stampe un piccolo libro dedicato alle erbe selvatiche di Milano, Flora urbana, a cura di Claudia Zanfi, con contributi di Francesca Oggionni e una introduzione di Enrico Banfi, edito da Bolis.

Greenisland Green carpet

Un commento presente