Tag: 'Isola Madre'

mag 09 2019

Isola Madre, aprile 2019

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Isola madre dal battello

Sono tornata a fine aprile al giardino botanico dell’isola Madre sul Lago Maggiore con un gruppetto di appassionati con la nostra Associazione lavenese Piante Guerriere.
Siamo stati fortunati perchè c’erano ancora le ultime fioriture delle camelie, rododendri e azalee in piena esplosione di colori (troppo accesi per i miei gusti ma comunque assai scenografici) e le stupende fioriture dei glicini di tante specie e varietà lungo la galleria che porta al lago.
Devo dire che in questa stagione anche le composizioni floreali nei vasi -  che in estate solitamente sono troppo sfacciate – erano molto delicate nei toni primaverili dei colori freddi, bianco, azzurro e giallo pallido.

Ecco alcune immagini

Un vanitoso pavone in posizione per farsi ammirare

Illicium floridanum

geranium-maderense nella serra della terrazza delle protee

telopea-am-warratah

Una gigantesca Rosa banksiae Lutea abbarbicata su un cedro

magnolia-acuminata-yellow-bird

Una esplosione bianca di un gruppo di pallon di maggio (Viburnum opulus)

Una pergola di glicini

La lunga galleria con la collezione di glicini che scende al lago

wisteria-brachybotris

Wisteria sinensis

Nessun commento

ago 06 2012

L’arte sbarca sull’Isola Madre e a Pallanza: sculture e pitture di Velasco Vitali

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Di recente sono tornata all’Isola madre sul Lago Maggiore per vedere le sculture dell’artista Velasco Vitali che ha realizzato una serie di opere dal titolo “Foresta Rossa” che sono visitabili fino al 21 ottobre.
Foresta rossa è il nome che viene dato alla pineta attorno al parco giochi di Pripjat, soprannominata “città dei fiori” dopo il disastro di Cernobyl.
Ho trovato davvero molto interessanti queste opere, non solo per la capacità dell’artista di esprimersi con una varietà davvero sorprendente di materiali (dal ferro, alla tessitura metallica, al bronzo, alla canapa, al cemento, catrame, al piombo e all’acrilico delle pitture), ma anche e soprattutto per la straordinaria ambientazione in alcuni angoli di forte suggestione nel giardino botanico dell’isola Madre, sul lungolago di Pallanza e nel giardino dell’Hotel Majestic.

Ecco alcuni immagini

"Branco": un branco di cani realizzati in diversi materiali occupa la scalinata che dal lago porta alla loggia del Cachemire

Ogni cane ha posture differenti e si nota la grande capacità dell'artista di cogliere gli atteggiamenti tipici del cane

Altro particolare di "Branco"

"Fatamorgana": un albero bianco in alluminio e tessitura metallica spunta dal lagota

"Foresta rossa": piccoli platani in cemento, catrame e lamiera scandiscono il passaggio attraverso la vecchia scalinata che porta al Palazzo Borromeo

"Playtime": una sorta di giostra rossa di tessitura metallica e corda abbraccia il cipresso del Cachemire che ha ripreso vita dopo il tornado di qualche anno fa. Speriamo che questa installazione resti premanente!

"Palytime": particolare

Uno dei dipinti in mostra nel Palazzo Borromeo: "Pripjat", intitolata ad una delle città colpite dal disastro di Cernobyl

"Suyakin Sawakin", altro dipinto esposto sempre sul tema delle città fantasma

"Zoetrope": bronzo e canapa

"Zoetrope" particolare

"Sbarco" sul lungolago di Pallanza (bronzo, aluminio e acciaio)

"Sbarco"

Nessun commento