Tag: 'Grandi giardini italiani'

mar 13 2019

Grandi giardini italiani: novità 2019 dal network

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Giardini di Orazio-Castello di Mandella foto archivio Grandi giardini italiani

Grandi Giardini Italiani, il prestigioso network che riunisce ben 137 tra i più splendidi giardini visitabili in Italia,  con oltre 8 milioni e mezzo di visitatori l’anno, presente in 14 regioni del Paese, oltre alla Città del Vaticano, alla Svizzera e a Malta, continua a crescere.

 Sei i nuovi Grandi Giardini Italiani che entrano a far parte del circuito:

  • Villa Marigola (Lerici, SP)
  • Villa Cipressi (Varenna, LC)
  • Giardino di Pojega – Villa Rizzardi (Negrar, VR)
  • Villa Revedin Bolasco – Università di Padova (Borgo Treviso, TV)
  • Villa Puglie (Valsamoggia, BO)
  • Giardini di Orazio – Castello di Mandela (Mandela, RM)

Villa Cipressi, Varenna, archivio fotografico Grandi giardini italiani

Villa Marigola, Lerici, archivio fotografico Grandi giardini italiani

Villa Revedin Bolasco, Borgo Treviso, archivio fotografico Grandi Giardini italiani

Giardino di Pojega-Villa Rizzardi, Negrar, archivio fotografico Grandi Giardini italiani

Villa Puglie, Valsamoggia, archivio fotografico Grandi Giardini italiani

 

Fra le iniziative 2019 dei Grandi Giardini Italiani, è di grande rilievo l’accordo concluso con Trenitalia per scoprire in treno l’incanto dei giardini. Tra gli oltre 130 giardini valorizzati dall’impresa culturale, 21 sono raggiungibili con i treni regionali e con le Frecce di Trenitalia.

 Altra rilevante novità è l’accordo con Tiqets per il primo servizio di biglietteria online per l’ingresso ai giardini della rete sul portale. Il nuovo servizio vuole rispondere alle crescenti richieste, da parte dei visitatori del portale Grandi Giardini Italiani, circa la possibilità di prenotare visite ed altre esperienze nei giardini della rete.

Altra novità del network la nascita della Rosa Grandi Giardini Italiani,frutto di un lungo lavoro di ricerca e di collaborazione con la famiglia Barni, che troverà dimora nei più bei giardini visitabili in Italia e si distinguerà fra tutte per il suo portamento, le calde note rosse dei suoi petali e il suo intenso profumo.
Per informazioni sull’acquisto della Rosa Grandi Giardini Italiani:

Rose Barni Srl – www.rosebarni.it – Tel: +39 0573 380464 – Email info@rosebarni.it

Sito web www.grandigiardini.it

Nessun commento

giu 17 2016

Novità dal network Grandi Giardini Italiani

Pubblicato da in "News"

 

Tenuta regaleali

Il 26 maggio si è svolto all’Orto botanico di Brera un garden party organizzato da Grandi Giardini Italiani.

Otto nuovi parchi sono entrati a far parte del circuito: Parco Novicelli (Verolanuova, BS), Villa Badia (Sezzadio, AL), Villa Gorck (Imperia), Palazzo Colonna (Roma), Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte (S. Giovanni La Punta, CT), Casa Cuseni (Taormina, ME), Villa Tasca d’Almerita (Palermo) e Tenuta Regaleali (Sclafani Bagni, PA). Oggi il network conta 12o giardini visitabili in 12 regioni italiane; nel 99% delle proprietà è possibile visitare, oltre al giardino, Palazzi, Ville storiche e collezioni d’arte, nel 40% è possibile anche pernottare. Una forma di successo di turimo culturale in cui protagonisti sono parchi e giardini.
Nel 2015 il network ha registrato circa 8 milioni di visitatori con un incremento del 30% rispetto al 2014, complice Expo e l’entrata nel circuito di due giardini dello stato vaticano: Castel Gandolfo e Giardini Vaticani.
Per maggiori informazioni www.grandigiardini.it

Nessun commento

feb 05 2015

Novità dal network Grandi Giardini Italiani

 
Ieri mattina Judith Wade, fondatrice di Grandi Giardini Italiani, ha presentato alla stampa i nuovi giardini che entrano a fare parte del circuito Grandi Giardini Italiani:
la splendida Oasi Zegna (Trivero, BI), lo spettacolare labirinto monumentale ideato e voluto da Franco Maria Ricci e dalla moglie Laura Casalis a Fontanellato (Fontanellato, PR), la raffinata Collezione Rossini (Briosco, MB), il magico Parco del Castello di Miradolo (San Secondo di Pinerolo, TO) e, infine, i Giardini Vaticani e le Ville Pontificie di Castel Gandolfo (Città del Vaticano).

Tutti i nuovi giardini aderiscono inoltre al progetto “100 Giardini per EXPO 2015”: un itinerario progettato da Grandi Giardini Italiani in occasione di EXPO Milano 2015, che guiderà i visitatori alla scoperta dei più bei giardini visitabili d’Italia e Canton Ticino con orti, vigneti e frutteti.

Sono stati presentati inoltre i giardini di “Gardens of Switzerland”, un’iniziativa che ha lo scopo di far conoscere e valorizzare i giardini presenti nei Cantoni della Confederazione Elvetica.

Con le new entries il circuito conta 122 giardini visitabili in 12 regioni italiane nei quali si svolgono numerosi eventi durante tutto l’anno che è possibile seguire in tempo reale sul sito http://www.grandigiardini.it/.

Nel corso del 2014 il mondo dei grandi giardini italiani ha registrato oltre 8 milioni di visitatori contribuendo in maniera significativa all’aumento del turismo verde nel nostro Paese.

Comunicato conferenza stampa

Comunicato sui Gradens of Switzerland


Un commento presente

mar 21 2013

A proposito del circuito dei Grandi giardini italiani

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Venerdì 15 marzo si è svolto a Villa Erba il convegno “Grandi giardini italiani: un’arte minore?” che ha visto per l’intera giornata intervenire una trentina di proprietari o curatori di alcuni dei giardini rappresentati dal network creato nel 1997 da Judith Wade, che oggi annovera quasi un centinaio di associati.
Certamente se il turismo culturale legato al mondo dei giardini è così cresciuto negli ultimi anni (pensate che nel 2011 assolutamente in controtendenza sono stati oltre 8 milioni i visitatori paganti) molto si deve a questa associazione che ogni anno si arricchisce di new entries (tra le più recenti Arte Sella e Il Museo Giardino della rosa antica). Gli ingredienti di questo successo: tenacia, ottimo marketing, professionalità e grande spirito di iniziativa. Il sito di grandi giardini italiani www.grandigiardini.it è sicuramente assai ben strutturato, agile nella navigazione, accuratamente aggiornato e consente una selezione delle diverse realtà secondo molti parametri, dalla regione, alla stagione di interesse, all’architetto paesaggista. E questo spicca come una piacevole eccezione nel panorama non molto confortante dei siti che riguardano il settore dei parchi e giardini italiani.
Merita una segnalazione, tra i diversi interventi, la proposta che il direttore di Gardenia Emanuela Rosa-Clot ha lanciato assieme a Patrizia Pozzi per una legislazione che introduca una sorta di detassazione per gli interventi di ristrutturazione e manutenzione straordinaria del verde. In fondo si tratterebbe di allargare il campo di azione o della legge 512 relativa ai beni di interesse culturale o la legge 488 che riguarda le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

Chamaecyparis lawsoniana a Villa Erba

Lo stupendo esemplare di Ginkgo biloba in riva al lago

 

Nessun commento