lug 17 2012

Serre de la Madone, take 2 di Federica Raggio

Pubblicato da alle 1:12 pm nella Giardini e luoghi

Fiore di Bauhinia variegata

Federica Raggio, ospite ormai abituale del mio blog torna su un giardino da lei amato, Le Serre de la Madone, su cui aveva già scritto un post dedicato alle bellezze del giardino in inverno

A distanza di sei mesi mi ritrovo nuovamente nei paraggi di Mentone e il feticismo botanico mi trascina in luoghi noti.
E’ affascinante tornare in tutte le stagioni e trovare punti di riferimento avvolti da un contesto diverso.

Questa è la natura, dispensa sorprese a getto continuo. Le fioriture si danno staffetta con una velocità impressionante e il gioco più comune tra gli appassionati e prendere in tempo quella preferita, oppure lasciarsi sorprendere da inaspettate sorprese.
Sono arrivata un po’ in ritardo sulla primavera mediterranea.
Ho trovato l’ultimo ingresso prima del riposo estivo.
Se di abitudine le piante vanno in letargo vegetativo durante l’inverno, qui vanno in siesta per proteggersi dalla canicola estiva.

Ho fatto giusto in tempo a conoscere una Lonicera hildebrandiana, un caprifoglio dopato di dimensioni quadruplicate rispetto ad una Lonicera caprifolium che mi ha fatto sentire come Alice nel paese delle Meraviglie. Il suo profumo è proporzionato alle dimensioni e ci si separa a fatica.

La luce estiva mette in risalto anche la fantastica “collezione” di cortecce, che sono stata la mia vera ossessione e compulsione durante questo giro.

Concludendo il mio giro, come sempre, al bookshop, mi viene raccontato che la corteccia ritratta sulla copertina di ECORCES, Ed.Ulmer (ISBN : 9782841383566, disponibile alla Libreria della Natura), è quella di un Eucaliptus cresciuto a Serre de la Madone. L’autore Cédric Pollet è tornato più volte, nel corso di stagioni e anni, per fotografare le metamorfosi che la “pelle” delle piante subisce con gli anni…a riconferma di una regola che vale per qualsiasi essere vivente, la ruga accresce il fascino.

Ma tra noi umani sono ancora in molti a credere più nel botox che nella grazia del tempo.

Lonicera hildebrandiana ha esattamente le fattezze di una lonicera caprifolium con le foglie un po’ più coriacee. Quel che impressiona sono le sue dimensioni, merita l’intromissione della mia mano per dare una proporzione. Il profumo non ha eguali.

Vista dal pensatoio sul paesaggio circostante

giardino delle pergola, un parterre di Agapanthus non ancora in fiore. A sinistra macchia del giardino arido ed esemplare di Cycas. Sullo sfondo collezione di conifere.

La villa “Casa Rocca”. Dal un bersò di glicine si anticipa la vista del giardino moresco. Una generosissima bouganville accende la facciata.

Vista d’insieme Giardino dei platani o Giardino alla francese è su un piano leggermente ribassato rispetto alla serra calda e la grande vasca. Platanus orientalis e quattro aiuole di bosso compongono un disegno formale con al centro una piccola fontana. Serra calda e grande vasca d’acqua contornata da vasi d’Anduze, tipici vasi in terracotta smaltata, l’alternativa francese al cotto toscano.

Il giardino moresco. In questa stagione la vasca inondata e i vasi nuovamente piantumati con Nymphaea sp. La zona è delimitata da siepi di bosso e vasi in cotto con bosso a palla. Una bellissima roverella (Quercus pubescens) cinge il perimetro e scaccia la canicola con la sua ombra

La piccola vasca con statua al centro, sin intravvedono Nymphaea sp, Cyperus papirus, Nelumbo nucifera sotto l’esemplare di Acca sellowiana. Sullo sfondo, il contrasto dei diversi verdi dà giochi di luci-ombre, tema ricorrente nel giardino mediterraneo più scarno di colori in certe stagioni.

All’ombra dei platani verso il paesaggio circostante

La piccola vasca con Nymphaea in primo piano

Sullo sfondo in perfetta armonia con il contesto, la villa domina sulla proprità. Strelitzia reginae, Ficus pumila e una piccola fontana a muro sottolineano la scalinata che attraverso una serie di altri giardini tematici conduce verso la villa.

Ceratonia siliqua

Nolina longifolia

Nolina longifolia

Arbutus canariensis

Arbutus canariensis

Arbutus canariensis

Grevillea robusta

Nessun commento

Commenti RSS

Lascia un commento