ott 29 2012

Ritorno a Berlino: architetture e spazi verdi prima parte

Pubblicato da alle 2:39 pm nella Giardini e luoghi

Sono tornata dopo quasi 15 anni a Berlino: il mio ricordo più vivo era l’immensa distesa di Posdamer Platz tutta piena di gru, ora la ritrovo sostanzialemnte mutata con nuove splendide architetture. L’impressione è di un disegno molto coerente e pianificato di architetture e di spazi verdi che in parte si raccordano al grande polmone verde costituito dal bellissimo Tietgarten e che in parte ritagliano piccoli angoli di quartiere principalmente dedicati ai bambini (tantissimoi e tutti in biciletta o in monopattino con relativi caschetti). Tutta la città, molto viva e vivibile, è piena di piste ciclabili con ciclisti scatenati che mi ricodano quelli di Amsterdam, è tutto un pullulare di baretti e ristoranti con tavoli all’aperto, le macchine sembrano quasi assenti (!?), l’aria è pulita, il metro efficientissimo (non si aspetta mai più di 5 minuti anche alle dieci di sera!).

Ecco qualche immagine in primo luogo delle architetture e a seguire in prossimo post su alcuni spazi verdi

Postdamer Platz by night

Marlene Dietrich Platz: Il retro dell’edificio di Piano e accanto di Kolbecker

Museo storico di Berlino: integrazione dell’architetto Pei

Banca Dz in Pariser Platz: architettura fantasmagorica di Gehri

Interno delle Galeries lafayette progettate da jean Nouvell

Parete vegetale sulla parete delle Galeries Lafayette

Berlinischer Galerie di K. Malvezzi

Memoriale dell’olocausto di Peter Eisenman

Memoriale dell’olocausto

Museo ebraico di Libeskind: Fallen leaves di Kadishman

 

 

 

Nessun commento

Commenti RSS

Lascia un commento