mar 20 2012

Ombre anomale di Federica Raggio

Pubblicato da alle 10:20 pm nella Giardini e luoghi

Con piacere pubblico alcune osservazioni di Federica che condivide la mia passione per l’ombra e che ci propone i suoi “dipinti d’ombra”

“Per cominciare, spegniamo le luci. Poi si vedrà”. Così si chiude “Libro d’Ombra” l’ incredibile scritto di Junichiro Tanizaki, scrittore giapponese vissuto a cavallo tra otto e novecento.

Ombra. Quando si parla di lei, la si associa troppo facilmente ad un angolo buio e angusto.Ancor meno spesso, parlando di piante e giardini, di pensa all’ombra come a quel bizzarro fenomeno provocato da un corpo inondato dalla luce.

Come sarebbe la nostra vista senza ombra?
Non sembrerebbe quasi percepibile la tridimensionalità. Come diventano piatti i paesaggi in giornate di foschia o di cielo nuvolo !

Ombra è un misterioso riflesso che sollecita la nostra fantasia e l’immaginazione.

Vedo nell’ombra la scoperta di sorprese che compaiono e si lasciano svelare con discrezione.Che incredibili motivi, quasi damascati, disegnano certe ombre sulle facciate delle case, sui marciapiedi di una città, sui pavimenti dei terrazzi.

Damaschi vegetali in facciata

Erbe infestanti damascano l'asfalto

Un'edera che casca dal balcone arreda il portone

Ombre psichedeliche in un bosco

ancora ombre psichedeliche...

Jewish memorial berlino damascato

La rosa si confronta con se stessa

Orrendi fiori secchi, stupende ombre

L'ortensia si raddoppia

Giochi d'ombra fuori taglia

Un commento presente

Una risposta a “Ombre anomale di Federica Raggio”

  1. MITA ungaroon 25 mar 2012 at 7:26 am

    vere suggestioni,
    Spesso mi capita di vedere, ammirare e fotografare,
    natura , ombre, riflesssi,
    allo stesso modo;
    queste foto sono particolarmente belle ed interessanti.

Commenti RSS

Lascia un commento