lug 19 2018

Novità dall’Orto botanico di Brera a Milano. Luglio 2018

Pubblicato da alle 11:07 am nella Giardini e luoghi

Orto di Brera, Crinum longifolium Lapense

La riapertura – anticipata dall’evento inaugurale del 4 luglio – arriva dopo un’importante fase di riqualificazione, avviata nel dicembre 2017, per rendere l’area che ospita le grandi alberature – pari a un terzo dei suoi 5 mila mq di superficie – più accogliente, ricco e polifunzionale, preservando il carattere originario di questo cuore verde tra gli eleganti palazzi del centro città, che dal febbraio 2018 è stato anche ufficialmente riconosciuto Museo, con disposizione di Regione Lombardia in base alla legge.

Orto botanico di Brera

In particolare, la riqualificazione ha significato sia interventi di valorizzazione delle alberature presenti, come i due secolari esemplari di Ginkgo biloba, alberi monumentali divenuti simbolo dell’Orto Botanico fin dalla fondazione nel 1774-1775, attraverso linee dei tracciati di sentiero e variazioni di livello del terreno, sia la creazione di “stanze” open air, lungo il percorso di transito dell’Arboreto, nuove aree educative con soluzioni interattive funzionali sia alle visite di scolaresche che di liberi visitatori.

Orto botanico di Brera

Interessante anche la riqualificazione dell’area compost, già esistente ma migliorata in senso estetico e funzionale, in armonia con le soluzioni generali adottate nel progetto e che prevedono largo uso di materiali riciclati provenienti dallo stesso Orto Botanico, mentre resta nascosta agli occhi del visitatore, ma perfettamente funzionante la nuova cisterna interrata per il recupero e il riutilizzo delle acque in giardino, nel rispetto di un progetto all’insegna della sostenibilità.Tra le novità, la “Vasca dei Pensieri”, un nuovo arredo dell’Arboreto, ispirata architettonicamente alla forma delle due storiche vasche d’irrigazione già presenti in giardino, che consiste in una panca ellittica aperta, in legni riciclati su base in pietra naturale dell’Orto, a cui fanno da cornice un maggiociondolo dal portamento scenografico e un osmanto dal profumo inebriante.

Orto botanico di Brera

Sul piano scientifico sono state arricchite le collezioni botaniche con un potenziamento del 30% degli esemplari presenti in precedenza. Si tratta ad esempio di felci, sia erbacee che arboree, piante primitive apprezzate per l’elegante simmetria e tessitura delle fronde. Ci sono poi, tra gli altri, molti arbusti della famiglia delle Berberidacee e delle Amamelidacee, dal fogliame ornamentale con piacevoli colori caldi, dal dorato al rosso.

Orto botanico di Brera

Orto botanico di Brera

Dal comunicato stampa
Per maggior informazioni http://www.unimi.it/lastatalenews/riapre-pubblico-larboreto-dellorto-botanico-brera

Nessun commento

Commenti RSS

Lascia un commento