mar 20 2017

News in tema di corsi, fiere, libri e altro ancora. Marzo 2017

Pubblicato da alle 4:34 pm nella News

Il balcone della mia amica Donatella con una esplossione di giallo di Jasminum nudiflorum

Corsi e seminari

  • 24 marzo, workshop sui Tetti verdi, Scuola del Festival del paesaggio, Roma. Per info www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it
  • 20-21 aprile, Tornano le giornate di studio di Orticola di Lombardia. Quest’ano i temi sono ‘Agrumi e piante spontanee’. GAM, Milano. Programma
  • A fine marzo riprendono gli incontri a ingresso libero organizzati dalla mia Associazione dal titolo “POLIEDRICO ITINERARIO”  presso una prestigiosa sede dell’Università degli Studi di Milano, Palazzo Greppi, in via Sant’Antonio 8. Curati da Stefano Allovio e Chiara Rosati, saranno dedicati alle connessioni tra Creatività e Antropologia. Le date: 28 marzo, 4 e 11 aprile. Programma
  • 30-31 marzo si terrà a Varese il 30 e 31 marzo il prossimo corso “Il Sistema Albero” – mod I, ideato e interamente condotto dal dott. Daniele Zanzi. Per info http://fito-consult.us13.list-manage1.com/track/click?u=c1a7beeb9661adf28d236673b&id=745107a6d6&e=8bf26d0754

Fiere e vivai

  • 22-26 marzo Camelie in mostra al Parco delle camelie a Locarno
  • 24-26 marzo Fiera di vita in campagna, Montichiari (BS). Comunicato stampa
  • Le relazioni all’incontro organizzato da Italia nostra Milano sull’enciclica Laudato sì si possono leggere a questo link https://italianostramilanonorddotorg.files.wordpress.com/2017/03/laudato-sc3ac_interventi-relatori.pdf
  • 24 marzo Associazione Giardino e Paesaggio e ADIPA Lombardia organizzano Ortaggi dimenticati della tradizione italiana: l’orto dai sapori antichi. Progetto HortiVes.” Cascina Cuccagna sala cinema ore  20.40
  • 25-26 marzo, Mostra della camelia a verbania Villa Giulia
  • 25 marzo-25 aprile Giardinity Primavera, I bulbi di Evelina – Tulipani: nuovo design impressionista olandese, Villa Pisani Bolognesi, Vescovana. Programma
  • Domenica 26 marzo 2017 dalle 9 alle 17  la Primavera dei Giardini nei Giardini di via Rogoredo, Milano. Alcuni residenti del quartiere Rogoredo di Milano propongono di accogliere la bella stagione con un evento spontaneo in cui il verde del prato e gli alberi in fiore diventino cornice per un insolito quadro di rinascita sociale.
    I Giardini di via Rogoredo sono già stati, negli ultimi mesi, teatro di aggregazione e convivialità: a lume di lanterna una sera dell’ottobre 2016, e con l’arrivo delle Befane lo scorso 6 gennaio.
  • 31 marzo – 2 aprile, Verde mura, Lucca. Comunicato stampa
  • 7 aprile – 2 maggio, Aprile dolce foirire in Val di Non. Per info http://www.apriledolcefiorire.com/
  • 8-9 aprile, Ortoflora e natura, Parco della Cascina Vigna, Via San Francesco di Sales 188  |  CARMAGNOLA (TO). Per info www.ortofloraenatura.it
  • 15-17 aprile, Georgica, festa della terra e delle acque a Guastalla. Comunicato stampa
  • 21-23 aprile, Primavera alla Landriana, Tor San Lorenzo, Roma
  • 21 aprile – 21 ottobre, Radice pura garden festival, Giarre, Catania. Per info https://www.radicepurafestival.com/
  • Sabato 6 e Domenica 7 Maggio 2017, Il fiore e il lago, Parco dei Tre Laghi, via XX Settembre, 46, Gravellona Lomellina (PV). Comunicato stampa
  • 29 aprile – 1 maggio, Tre giorni per il giardino al Castello di Masino (TO)
  • 5-7 maggio, Orticola, Giardini di via Palestro Milano
  • 6-7 maggio Kaktos, mostra mercato di cactus a Torino, nel Borgo medievale. Programma
  • 12-14 maggio PERUGIA FLOWER SHOW. Per info www.perugiaflowershow.com
  • 13-14 maggio Primo festival del giardino sul tema ‘Il giardino contemporaneo’, al Castello Quistini, Rovato (BS). Comunicato stampa
  • 19-21 maggio, Un bosco per Roma, VII Festival del Verde e del Paesaggio,Auditorium Parco della Musica – Roma. Comunicato stampa
  • 20 maggio-4 giugno Chelsea Fringe Festival: torna per il settimo anno a Londra, e non solo, la manifestazione che vede progetti di giardini, installazioni artistiche e altri eventi. Per info http://www.chelseafringe.com/
  • 23-27 maggio a Londra Chelsea Flower show. Per info  https://www.rhs.org.uk/shows-events/rhs-chelsea-flower-show

Giardini

  • Nell’ambito del progetto di restauro e di riqualificazione della serra e della vasca storiche ospitate all’interno del Giardino Ducale di Parma, promosso dal Comune di Parma con il sostegno della Fondazione Cariparma, l’Associazione Culturale Parma Color Viola si fa promotrice del progetto Il posto delle Viole. Il posto delle Viole nasce dall’idea di voler ridisegnare lo spazio delle serre del Giardino Ducale di Parma per riportarle al loro utilizzo originale, con la ripresa della coltivazione di piante e fiori come nel passato. Creare uno spazio dove il tema della tradizione della viola sia raccontato nei suoi vari aspetti botanici, olfattivi, culturali e di costume, arricchendo la città di Parma attraverso uno dei suoi simboli più amati e riconosciuti a livello internazionale.
    I laboratori di acquerello ed osservazione scientifica si ripeteranno nel weekend di sabato 25 e domenica  26 marzo.
    Le visite guidate alla serra e alla vasca restaurate proseguiranno sino al 15 aprile nei giorni da giovedì a domenica.
  • 30 aprile e 7 maggio, La campagna dentro le mura al Castello di Buggiano (Pistoia): in queste due date saranno aperti alle visite gli orti di agrumi e i giardini segreti. Segnalazione

Libri

Segnalazioni dalla Libreria della natura di Milano

  • Bomarzo poétiques d’un jardin italien Un essai d’André Pieyre de Mandiargues sur les « monstres de Bomarzo » paru en 1957 a fait connaître ce « parc de sculptures » qui remonte au milieu du XVIe siècle, en le présentant comme le produit d’un inconscient « pré-freudien », un lieu « inspiré » censé préfigurer le Surréalisme et l’Art brut. Depuis, les « monstres » de Bomarzo sont devenus des icônes de l’art paysager et leur « actualité » a nourri la relation entre, le Maniérisme de la Renaissance et le Surréalisme. Le propos de cet ouvrage associe aux photographies de François Sagnes un essai de Gilles Polizzi et « revisite » ce parallèle un demi-siècle plus tard, à la manière dont on revient dans un jardin connu de longue date, pour mesurer les changements qu’y aura apportes le temps : la maturation des idées et des formes, la patine de la pierre, la croissance des végétaux. Pagg. 227.

  • Guida grandi giardini italiani 2017, di AA. VV. Un viaggio affascinante attraverso la storia, l’arte e la natura in una guida tascabile! Ecco cosa vi aspetta nella nuova edizione della guida bilingue (italiano/inglese) dei Grandi Giardini Italiani. La guida, realizzata dalla casa editrice del network dei più bei giardini visitabili in Italia, presente in 11 regioni del Paese, oltre alla Città del Vaticano e alla Svizzera promette di raccontarvi 500 anni di storia dei Giardini e di fornirvi informazioni utili per visitare da soli, in compagnia o in famiglia questo immenso patrimonio culturale. La Guida Grandi Giardini Italiani 2017 dedica ad ogni Giardino aderente al network una scheda completa di informazioni aggiornate sulla storia, l’arte, la natura e i servizi offerti e molto ancora. A rendere unica e preziosa questa guida le oltre 250 foto a colori per assaporare fin da subito l’incanto di questi luoghi. L’edizione 2017 è arricchita dalla sezione dedicata a ”Progettisti, creatori, giardinieri dei Grandi Giardini Italiani”. Pagg. 250

  • Gardening With Foliage First, Di Karen Chapman And Christina Salwitz
    127 Dazzling Combinations that Pair the Beauty of Leaves with Flowers, Bark, Berries, and More. What happens to your yard when it’s not in flower? Does it suddenly become a sea of green? With the right foliage palette, your garden could shine with color and texture year-round. In Gardening with Foliage First, designer Karen Chapman and horticulturist Christina Salwitz offer more than 100 plant combinations that start with intriguing foliage schemes, then layer in flowers, berries, bark, and other finishing touches. The result? Tapestries of inspiration you can take directly into your garden, and designs that flourish in every season and climate. Pagg. 324.

  • Giardini E Paesaggi, La Scuola Di Marco Pozzoli, Di Romitti, I.
    L’architetto Marco Pozzoli è considerato uno dei grandi maestri del paesaggio italiano. Il volume, riccamente illustrato, mette a confronto giardini e paesaggi realizzati dal 1970 al 2015 in Italia e in Europa, capolavori che abbracciano e rispecchiano il valore e l’estetica di altre arti come pittura, architettura, scienza botanica. Al centro dell’opera di Pozzoli è il recupero del significato stesso del giardino, una ricerca attuata non solo attraverso la funzione ornamentale ma in relazione al valore artistico, simbolico e culturale, in un’espressione contemporanea che si impone con segni, composizioni originali e rappresentazioni suggestive. Sono opere che narrano modi di progettare e di vivere lo spazio, frammenti e immagini straordinarie che documentano la complessità di un processo creativo che inizia dalla lettura e dalla interpretazione dei luoghi e giunge alla realizzazione nell’idea del “giardino come scultura”. Pagg.240

  • The English Roses, Di Austin,David Austin Roses is one of the world’s leading rose nurseries. The English Roses developed there have brought the rose to a new level of beauty and strength; their ability to flower continually throughout the summer and autumn makes them one of the most durable garden flowers. In this revised and updated edition, David Austin describes how he combines the beauty and fragrance of the Old Roses with the repeat-flowering and wide colour range of the Modern Roses. David presents seven groups of classification for his roses and advises how to grow and maintain them. Featuring more than 20 new rose varieties, all with detailed descriptions and updated photography throughout, this third revised edition of The English Roses is an essential reference for all rose lovers and gardeners. Pagg. 320.

  • Rose Cinesi, Regine Dall Oriente, di AA. VV.
    Rose Cinesi è un racconto di viaggi incredibili, di esploratori, di pionieri e di passioni. Protagoniste, le più antiche e rivoluzionarie tra le rose. Quelle che regalarono il rosso brillante e fioriture senza fine ai nostri giardini. Le prime varietà arrivarono in Europa da Canton insieme al tè a bordo dei velieri della Compagnia delle Indie Orientali.Tante le notizie e tante le curiosità che riguardano queste rose nelle oltre 280 pagine del volume. A partire dall’inedita storia che narra di colei che per prima le accolse alla sua corte: Maria Antonietta. Il racconto si snoda poi attraverso i tanti incroci che trasformarono queste “regine d’Oriente” nelle meraviglie che fecero innamorare l’imperatrice Joséphine, moglie di Napoleone, che ne collezionò in gran numero facendole diventare le grandi protagoniste dei giardini della Malmaison. Pagg. 288

Milano

Mostre

  • 23 MARZO/ 23APRILE 2017, Landscapes, opere di Fabrizio Ceccardi, Galleria RB Contemporary Via Plinio 11 – Milano http://contemporary.rbfineart.it.
    Opening giovedì 23 marzo pre 18.30 Dialogano con l’autore, Roberto Mutti (critico di fotografia, collabora con La Repubblica) e Claudia Zanfi (storica dell’arte, direttrice Green Island), curatrice della mostra e della monografia (Silvana Ed.)

Petizioni

Ricerche

  • Amano la campagna e le sue attività, coltivano alla ricerca della genuinità o del semplice benessere dell’aria aperta. Adorano i prodotti di nicchia, producono poco e lo fanno per passione, per la propria famiglia e per gli amici. Sono gli agricoltori per passione, 1,2mln di italiani (1mld di euro la spesa media annua) inquadrati in un nuovo sondaggio realizzato dalla rivista Vita in Campagna in occasione dell’omonima Fiera di riferimento per gli hobby farmer, in programma a Montichiari (Brescia) dal 24 al 26 marzo prossimi. L’indagine, svolta online su un campione di circa 500 rispondenti in tutta Italia, restituisce una cartolina tanto bucolica quanto pragmatica dell’agricoltore non professionista. Ortaggi (83%) e frutta (65%), ma anche ulivi (43%) e viti (37%) sono le coltivazioni predilette dagli hobby farmer, che lo fanno non certo per aggiungere reddito (11%) o per risparmiare (11%) quanto per stare all’aria aperta (69%), per ‘consumare prodotti più sani e genuini’ (68%) o per rilassarsi (50%). In due casi su tre trasformano le proprie produzioni, in conserve (79%), olio (43%) e vino (34%) per il consumo in famiglia (92%) o per fare regali a parenti e amici (48%). Il profilo dell’hobby farmer – oltre 40mila gli appassionati attesi alla fiera di Vita in Campagna – è in 8 casi su 10 maschio, di buona scolarità e impiegato (33%), pensionato (19%), libero professionista o operaio (10%). Coltiva il proprio terreno da circa 18 anni, nel 43% delle volte alleva animali (galline, oche, polli e anatre, 85%) e sembra essere un lavoratore per passione instancabile, con 19,2 ore di attività hobbistica alla settimana. Orto, giardino, piante officinali e aromatiche, frutteto, vigneto, oliveto ma anche allevamenti di piccole dimensioni, fattorie didattiche per i bambini e le famiglie, fattorie sociali saranno protagonisti alla 3 giorni di Montichiari (BS), che conta sei padiglioni (3 dedicati alla piccola agricoltura e a quella hobbistica; uno alla multifunzione in agricoltura; uno a vivere la casa in campagna e uno intitolato a ‘Origine’, con 100 tra produttori e piccoli artigiani del cibo provenienti dalle regioni italiane), 300 gli espositori e più di 150 corsi gratuiti no stop. In fiera sarà protagonista anche il patto con 7 tra le principali associazioni no profit in nome della salvaguardia della biodiversità. Un tema caro agli hobby farmer – come evidenziato dall’indagine di Nomisma/Vita in Campagna ‘Osservatorio dell’Agricoltura amatoriale 2012’ – che si dicono convinti di poter salvaguardare la biodiversità (30%). L’evento è organizzato dal mensile “Vita in Campagna”, edizioni L’Informatore Agrario.Fonte Vita in campagna. Per approfondire www.lafiera.vitaincampagna.it

Siti web

  • Informazioni sulla neonata Associazione Piante guerriere, costituita a Laveno Mombello (VA) l’estate scorsa con 5 soci fondatori: Maria Grazia Campagnani (presidente), Marisa Aresi (vice presidente), Laura Pirovano (segretaria), Romolo Ponti e Giuseppe Spertini. L’associazione svolge attività nella provincia di Varese attraverso conferenze, scambio di esperienze, visite a giardini e vivai.
    Pagina fecebook https://www.facebook.com/Associazione-Piante-guerriere-119421778581171/

Nessun commento

Commenti RSS

Lascia un commento