lug 17 2012

Intorno a Milano luglio 2012

Pubblicato da alle 1:12 pm nella News

  • Il 22 settembre Milano ospiterà per la prima volta il Park(ing) day: la zona che ospiterà l’evento è Largo Cairoli. Parteciperanno numerose associazioni – tra cui VerDiSegni, Legambiente, Genitori antismog, Civiltà contadina, darsena pioniera, Green Island, il Giardino degli aromi – impegnate nella valorizzazione del verde e nella slavaguardia dell’ambiente, Università e Accademie – tra cui Domus Academy, Università di Pavia e di Milano.
    L’iniziativa- promossa da Margehita Brianza, Elisabetta Cereghini e Vittoria Tamanini – si inserisce all’interno delle decima edizione della European Mobility Week, la settimana della mobilità sostenibile, che interessa 24 città europee.
  • Enrico Fedrighini, portavoce el Comitato promotore MilanoSiMuove, interviene a proposito della decisione del Comune di estendere le zone 30Km/h a Milano e formula alcune proposte sulla mobilità urbana.
  • Ordine degli architetti: sono aperte le iscrizioni alla giornata autunnale degli itinerari di architettura milanese del prossimo sabato 6 Ottobre: tre nuovi percorsi dedicati a grandi maestri, Gio Ponti, Luigi Caccia Dominioni e Asnago e Vender.
    Al via anche un concorso di fotografia libero e gratuito dedicato alle architetture comprese nei tre nuovi itinerari, che verrà gestito tramite facebook
  • Da Arcipelago Milano un articolo di Arturo Calamici di cui pubblico qualche stralcio:
    Si è svolto in Provincia di Milano, nella bella Sala degli Affreschi del Morazzone, la mattina di sabato 16 giugno, un convegno organizzato dall’Associazione Amici Parco Nord e dal Coordinamento SOS Parchi. L’incontro, animato da numerose associazioni parchi, ha dato un’idea della bellezza e varietà dei nostri siti naturali e però nondimeno degli attacchi inesausti che minacciano l’integrità delle nostre aree protette…..
    Ma il convegno ha detto di più: ha detto una cosa nuova, spiazzante, capace di generare visioni, prospettive, progetti diversi. Nella programmazione e progettazione del territorio, nello sviluppo della stessa città, si può partire da ciò che finora città non è stata considerata, ma puro spazio di espansione, presente o futura, della città. Invece, si può partire dalle aree verdi, che non sono solo isole felici da salvare o, da un’opposta prospettiva, vuoti in attesa di essere finalmente e diversamente colmati. Articolo completo
    e Francesco Borella “Note a margine di un incontro all’urban center”

Nessun commento

Commenti RSS

Lascia un commento