nov 13 2013

Da leggere o da vedere

Pubblicato da alle 8:05 am nella News

Il libro sotto la lente

  •  Latino per giardinieri, Lorraine Harrison (traduzione di Filippo Pizzoni), Guido Tommasi Ed., 2013, 224 pp., 24,90 euro
    Un testo prezioso che ci aiuta a comprendere meglio le caratteristiche delle piante a partire dai loro nomi botanici. Nel testo sono elencati 3000 termini che ci permettono di ricostruire la provenienza e quindi le condizioni ambientali, la forma, il colore, il tipo di fiore, il sapore e il profumo.A corredare il testo del dizionario molti box dedicati ad alcuni dei più importanti cacciatori di piante.

DVD e film documentari

  •  Monty Don’s Italian gardens, di Monty Don. DVD acquistabile su Amazon, 11.60 euro
    Una visita ragionata accompagnati dal giornalista della BBC Monty Don (già autore di “Around the worls in 80 gardens”) ai giardini italiani del primo Rinascimento, del Barocco e del Romanticismo fino al grande revival dell’arte paesaggistica italiana dei primi del ‘900.
  • Les moissons du future, di Marie Monique Robin
    http://www.youtube.com/watch?v=_yu7Z9ARtkU

Dalla Libreria della natura di Milano

  • THE NEW ENGLISH GARDEN, RICHARDSON T.
    In The New English Garden the leading garden writer Tim Richardson, author of The Arcadian Friends, discusses twenty-five significant English gardens made or remade over the past decade. Together these represent a coherent overview of what remains probably the most inventive garden culture ion the world. With the benefit of an international perspective, the author surveys a wide spectrum of gardens in styles ranging from the cutting-edge naturalistic planting design of the Sheffield School to the scientific imagery of Througham Court. While many of these gardens are challenging or thought-provoking, other reflect the sensuously romantic tradition of English planting design, which has also been moving ahead in interesting ways. Through Tim Richardson’s incisive writing, The New English Garden presents all that is most interesting about garden-making in England in the twenty-first century and is beautifully illustrated by Andrew Lawson’s photography of some of England’s most famous gardens, from Prince Charles’s garden at Highgrove, Christopher Llyod’s garden at Great Dixter and Arabella Lennox-Boyd’s garden at Gresgarth right up to the Olympic Park in 2012. Pagg. 328, cm 26×31, brossura. Euro 60
  • TROPICAL GARDENS – HIDDEN EXOTIC PARADISES, ROTH, M.
    Tropical gardens are man-made paradises on earth: The seductive perfume of exotic flowers, gently splashing water and unimaginable shades of colors provide the beholder with the setting for a dream.Pagg. 224, cm 24×34, rilegato. Euro 60
  • CONTEMPORARY DESIGNERS OWN GARDENS, BAKER, B.
    The outstanding gardens featured in Contemporary Designers’ Own Gardens are all designed by innovative, influential, award-winning designers. Fascinating text and sumptuous photography profile each garden, analysing the relationship between the garden and its setting, planting schemes, the aims of the designers, and their achievements. In addition, the book examines the ways in which the designers’ personalities affect their creations, and how their own gardens differ from those of their clients. Contemporary Designers’ Own Gardens is an inspirational, informative and beautiful work, which will appeal to anyone who is interested in landscape architecture or garden design, be they a beginner or a professional. The gardens included are designed by: Patrick Blanc, Fernando Caruncho, Kate Cullity, Jim Fogarty, Ludwig Gerns, Adriaan Geuze, Isabelle Greene, Bunny Guinness, Ron Lutsko, Shunmyo Masuno, Dan Pearson, Antonio Perazzi, Tony Smith, Ted Smyth, Tom Stuart-Smith, Andy Sturgeon, Jacques Wirtz, Ute Wittich, Made Wijaya and Stephen Woodhams. Pagg. 240, cm 24×31, rilegato. Euro 45
  • ORTENSIE E IDRANGEE – LA STORIA LE VARIETA’ LA COLTIVAZIONE, BOASSO ORMEZZANO E.
    Questo libro conduce appassionati e neofiti alla scoperta di ortensie e idrangee. In apertura compaiono note botaniche e paleontologiche e viene ripercorsa la storia della loro classificazione. Un attento lavoro di ricerca sulle fonti, in particolare enciclopedie di naturalisti, resoconti di viaggiatori e le prime riviste di giardinaggio, fa luce sul grande successo in Europa di questi cespugli fioriti a partire dalla fine del Seicento. Il capitolo dedicato ai metodi di coltivazione e di propagazione è il risultato di osservazioni dirette sulla collezione di oltre cento varietà. Non manca il raffronto con le esperienze di altri appassionati, esperti e agronomi dei più importanti giardini. Una sezione apposita, a schede, contiene la descrizione di cinquanta varietà illustrate dettagliatamente, con le caratteristiche di fiori e foglie. Sono inoltre riportate annotazioni sul portamento del cespuglio, sulla sua collocazione e alcune curiosità, mentre un ricco apparato di immagini consente di apprezzare ortensie e idrangee nella loro evoluzione stagionale. Pagg. 176, cm 20×28, brossura. Euro 28
  • ANDRE LE NOTRE AND THE GARDENS AT CHANTILLY IN THE 17TH AND 18TH CENTURIES, PELLE N. André Le Nôtre and the Gardens at Chantilly in the 17th and 18th centuries” re-creates the splendours of the gardens at Chantilly, inviting the reader on a majestic tour of its allées and parterres, pools and fountains. Unique in their lavish use of water unsurpassed in scale with any of Le Nôtre’s other creations these gardens were to remain Le Nôtre’s own favourite until the end of his life. Through paintings, drawings, plans and engravings, this volume traces their development, from the laying out of the chateau entrance and forecourt to the design and construction of its awe-inspiring fountains, waterfalls and parterres, revealing not only the full scale of the project, but also many hitherto unknown details of the story behind its realisation. From the second half of the seventeenth century, Chantilly became renowned above all for its sumptuous outdoor events and its spectacular firework displays. From games, mazes and carousels to elegant statuary, topiary and trelliswork, everything within these grounds was designed for the delight and amazement of the Princes of Condé and their illustrious guests. Richly illustrated with a wealth of contemporary paintings, drawings, plans and engravings, this account by one of France’s most distinguished authorities on Le Nôtre plunges the reader back into a world of magnificence and splendour, painting a fascinating portrait of these gardens where all was enchantment. Pagg. 224, cm 25×28, brossura. Euro 33
  • LE NOTRE, BABELON J. P. & LEROUX J. B.
    Si Le Nôtre n’est pas l’inventeur du “jardin à la française”, il en fut l’enchanteur. Jardinier par vocation familiale, mais disciple de deux initiateurs du grand style français, le peintre Simon Vouet et l’architecte François Mansart, Le Nôtre déploie, depuis le point fixe de la terrasse, une scénographie du paysage qui associe tous les éléments de la nature en une vision unique, ouverte jusqu’à l’horizon, résultante de multiples lignes de fuite, de perspectives majestueuses, de surprises. Pagg. 180, cm 27×30, rilegato.Euro 53
  • DONNE E GIARDINO NEL MONDO ISLAMICO, VANZAV, A.
    Fin dai suoi albori, la civiltà musulmana si preoccupa di “islamizzare” ogni aspetto della vita pubblica e privata, compresi gli spazi. L’etica islamica prevede che pubblico e privato siano rigidamente separati, e tale concezione si riflette immediatamente sulla casa d’abitazione, difesa da mura che celino gli abitanti da sguardi esterni, proteggendo la privacy familiare. La vita dei residenti è rivolta all’interno, dove, dopo l’ingresso principale, si apre un cortile attorno al quale si svolgono le attività familiari. Il cortile-giardino, s’arricchisce di alberi, piante, fontanelle o addirittura vasche (tipiche quelle in Iran e nel sub continente indiano), recipienti in metallo o marmo, gabbie per gli uccellini, e spesso si avvale della bellezza dei delicati intarsi nel legno che contorna le finestre degli ambienti affacciantisi sul cortile stesso o aggettantisi sulla strada esterna. E così che, al posto delle finestre comunemente intese, nascono vere e proprie costruzioni articolate (mashrabiya), delicatamente intagliate nel legno, che consentono alle donne di vedere fuori senza essere viste dagli estranei. Pagg. 150, cm 15×21, brossura. Euro 16
  • QUEL CHE UNA PIANTA SA – GUIDA AI SENSI NEL MONDO VEGETALE, CHAMOVITZ DANIEL
    Come fa un fiore di ciliegio a sapere quando è il momento di sbocciare? Può davvero rendersi conto che è arrivata la primavera? E come fa una Venere acchiappamosche a sapere quando far scattare le sue foglie e intrappolare la preda? È davvero in grado di avvertire le sottili zampe di un insetto? Per secoli, abbiamo provato meraviglia di fronte alla struttura delle piante. Ora, Daniel Chamovitz punta lo sguardo sulle modalità con le quali le piante hanno esperienza del mondo, dai colori che vedono agli odori che sentono e a quel che ricordano. In questo viaggio all’interno dell’erba che calpestiamo, dei fiori che annusiamo e degli alberi sui quali ci arrampichiamo, impareremo come le piante distinguono l’alto dal basso, come fanno a sapere quando una loro vicina è infestata dagli insetti, e scopriremo che con i girasoli e le querce abbiamo in comune molto più di quanto possiamo immaginare. Pagg. 180, cm 14×22, brossura. Euro 18

Da Nemeton news

Riviste e newsletter

Un commento presente

Una risposta a “Da leggere o da vedere”

  1. Iolaon 20 giu 2014 at 7:59 pm

    Excellent blog you have got here.. It’s hard to find good quality writing
    like yours these days. I honestly appreciate people like you!

    Take care!!

Commenti RSS

Lascia un commento