gen 09 2018

ITINERARI VERDI NELLE CITTA’ DEL MONDO a cura di Laura Pirovano. Prima uscita LONDRA

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

 

Kew gardens, Londra

«Itinerari verdi nelle grandi città del mondo» è una collana di guide di viaggio per chi progetta un viaggio in una città europea ed è interessato a trovare informazioni sugli spazi verdi.
La guida segnala– accanto ai luoghi più tradizionali – mete meno conosciute e nuove realizzazioni con tutte le informazioni pratiche che consentano al viaggiatore di inserire itinerari verdi nel proprio
programma di viaggio.
La collana è articolata in piccole guide ognuna dedicata ad una città.
Per ogni città brevi schede descrittive con immagini e informazioni pratiche per accedere ad ogni parco/giardino.
In Appendice: breve segnalazione di guide e siti internet per ulteriori approfondimenti
Le prime guide in uscita riguardano Londra, New York e Parigi e periodicamente verranno pubblicate altre città

Per scaricare la prima guida dedicata a Londra ecco il link. http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2018/01/Itinererari-verdi-città-europee-I-LONDRA-DEFper-blog.pdf
La galleria di immagini sui giardini e parchi londinesi al link http://www.giardininviaggio.it/itinerari-verdi-citta-mondo-londra
A febbraio sarà la volta di Parigi e a marzo quella di New York

Nessun commento

gen 09 2018

Al LAC di Lugano due mostre da non perdere

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Berengo gardin, Caviglia di ragazza con bracciale, India 1977

Il Lac di Lugano è un interessante e vivace polo culturale dove arte, musica, teatro, danza trovano accoglienza in numerose mostre e spettacoli. Una architettura molto funzionale affacciata sul lago di Lugano.
Fino al 21 gennaio si svolge una mostra molto approfondita che ripercorre il mito dell’India nella cultura occidentale dal 1808 al 2017: ‘Sulle vie dell’illuminazione’. La mostra ripercorre, attraverso numerose testimonianze artistiche e culturali che spaziano dall’arte alla letteratura alla filosofia alla musica alla filosofia, la storia della ‘fascinazione indiana’ dell’Occidente. Un opuscolo assai ben fatto documenta l’itinerario della mostra per ciscuna delle 12 sale. Bisogna avere un pò di tempo per vistarla bene.
Sempre al LAC prorogata fino a marzo una mostra che illustra il percorso artistico di Wolfgang Laib, artista tedesco che vive tra la Germania e l’India e che dell’Oriente ha assimilato profondamente la cultura attraverso un’arte molto sobria, ricca di fascino, fatta di materiali semplici e di piccoli gesti.

Ecco alcune immagini

e-lord-weeks-souvenir-of-gange-1885. Sulle vie dell’illuminazione, LAC Lugano

cattelan-mother-1999. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

ganesh-niki-de-sainte-phalle-1998. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

john-and-maharishi. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

l-ontani-ganeshamusa-1998. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

la-main-ouverte-maquette-per-chandighar-le-corbusier. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

richard-long-warly-spiral-2004. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

I beatles in India. Sulle vie dell’illuminazione LAC Lugano

5-mountains-polline-di-nocciolo-1984, W. LAIB

W. LAIB LAC Lugano

Rice house, 2000, W. LAIB LAC Lugano

The rice meals 1983, W. LAIB LAC Lugano

Polline di pino, W. LAIB, LAC Lugano

Nessun commento

gen 09 2018

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Testo e foto Antonio Lazzaretto

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros  Niarchos Foundation. Kallithea, Atene.

Tra le spiagge di Palaio Faliro e il porto del Pireo, il grande spazio verde precedentemente occupato dall’ippodromo è stato scelto una decina d’anni fa dalla Stavros Niarchos Foundation per la realizzazione del Cultural Centre, il cui progetto è stato affidato a Renzo Piano, selezionato tra alcuni studi di fama internazionale. L’intervento, del valore di circa 600 milioni di euro, è costituito da un parco pubblico, dalla Biblioteca Nazionale e dal Teatro dell’opera di Atene, su un’area di 170.000 mq.

La costruzione dell’opera, iniziata nel 2008, è stata perfettamente realizzata e terminata nel 2016 nel rispetto dei tempi previsti. Attualmente è funzionante il Teatro dell’Opera e sono disponibili alcuni spazi dedicati alle sale di lettura della Biblioteca Nazionale di cui risultano però ancora vuoti gli scaffali in legno che dovranno ricevere i 750.000 volumi della vecchia sede costruita nel 1902 nel centro di Atene a fianco all’Università e all’Accademia.

Il parco, disegnato in collaborazione con la paesaggista Deborah Nevins, è l’elemento caratterizzante dell’intero intervento: si sviluppa su di un grande piano inclinato che dalla quota della strada conduce attraverso una serie di percorsi diversificati, fino ad una terrazza posta in copertura all’edificio, da cui si gode una straordinaria vista, verso il mare e le isole di fronte e verso l’Acropoli alle spalle, con cui evidentemente  Piano instaura una chiara relazione paesaggistica. La terrazza con una spaziosa sala vetrata con bar è coperta da una grande lastra bianca di 100×100 metri sostenuta da 30 colonne in acciaio controventate da tiranti in cavo d’acciaio dall’aspetto fortemente “navale”. L’estradosso della copertura è interamente dedicato a 10.000 mq di pannelli fotovoltaici. Il giardino è costituito da piante mediterranee quali lavanda, rosmarino, timo, e da centinaia di ulivi  cresciuti in vivaio è successivamente trapiantati. Una parte del parco è dedicata agli orti. Un grande campo di graminacee costituisce la soglia verso il terrazzo panoramico dell’ultima parte del giardino posta direttamente in copertura ai 6 piani dell’edificio. Un ascensore vetrato permette di accedere dall’alto ai diversi piani sottostanti e di raggiungere la Agorà su cui affacciano gli ingressi principali della Biblioteca e del Teatro posti di fronte al canale artificiale che costeggia tutta la rampa-giardino e costituisce un altro importante elemento riconoscibile del progetto.

Antonio Lazzaretto, architetto.  Sito web http://www.antoniolazzaretto.it. Progettazione giardini  http://www.quadrifoglia.it/

Galleria di immagini

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

 

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

Stavros Niarchos Foundation. Kallithea, Atene. Foto A. Lazzaretto

 

Nessun commento

dic 13 2017

ITINERARI VERDI CITTA’ MONDO FOTO: LONDRA

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Fotografie dei parchi e giardini di Londra per tipologie

GRANDI PARCHI

Hyde park (Laura Pirovano)

Hyde park (Laura Pirovano)

Hyde park (Laura Pirovano)

Hyde park (Laura Pirovano)

Hyde park (Laura Pirovano)

PARCHI E GIARDINI STORICI

Garden museum (Laura Pirovano)

Garden museum (Laura Pirovano)

Garden museum (Laura Pirovano)

Garden museum (Laura Pirovano)

Garden museum (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court (Laura Pirovano)

Hampton Court aiuole Piet Oudolf (Laura Pirovano)

Holland Park (Laura Pirovano)

Holland Park (Laura Pirovano)

Holland Park (Laura Pirovano)

Holland Park (Laura Pirovano)

Holland Park (Laura Pirovano)

Holland Park (Laura Pirovano)

BOTANICI

 

Chelsea Phisic garden (Laura Pirovano)

Chelsea Phisic garden (Laura Pirovano)

Chelsea Phisic garden (Laura Pirovano)

Flower market (Laura Pirovano)

Flower market (Laura Pirovano)

Kew gardnes (Laura Pirovano)

Kew gardnes (Laura Pirovano)

Kew gardnes (Laura Pirovano)

Kew gardnes (Laura Pirovano)

Kew gardnes (Laura Pirovano)

Kew gardnes (Laura Pirovano)

CONTEMPORANEI

Diana Memorial (Laura Pirovano)

Diana Memorial (Laura Pirovano)

Diana Memorial (Laura Pirovano)

Diana Memorial (Laura Pirovano)

Diana Memorial (Laura Pirovano)

Jubilee Park (Laura Pirovano)

Jubilee Park (Laura Pirovano)

Jubilee Park (Laura Pirovano)

Jubilee Park (Laura Pirovano)

Jubilee Park (Laura Pirovano)

Madeski garden (Laura Pirovano)

Madeski garden (Laura Pirovano)

Madeski garden (Laura Pirovano)

Madeski garden (Laura Pirovano)

New tate (Laura Pirovano)

New Tate (Laura Pirovano)

New tate (Laura Pirovano)

Phoenix garden (Laura Pirovano)

Phoenix garden (Laura Pirovano)

Phoenix garden (Laura Pirovano)

Phoenix garden (Laura Pirovano)

Phoenix garden (Laura Pirovano)

Phoenix garden (Laura Pirovano)

Queen Elisabeth roof garden (Laura Pirovano)

Queen Elisabeth roof garden (Laura Pirovano)

Queen Elisabeth roof garden (Laura Pirovano)

Queen Elisabeth roof garden (Laura Pirovano)

Thames Barrier Park (Laura Pirovano)

Thames Barrier Park (Laura Pirovano)

Thames Barrier Park (Laura Pirovano)

Thames Barrier Park (Laura Pirovano)

Thames Barrier Park (Laura Pirovano)

Thames Barrier Park (Laura Pirovano)

Nessun commento

dic 11 2017

Il giardino di Francesco Borella: un luogo prezioso da custodire

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Giardino Borella

Sono molto contenta di ospitare qualche immagine del giardino di Francesco Borella che lui amorevolmente custodisce in mome della moglie mancata qualche anno fa.
E’ bello custodire per una persona amata un luogo vivo quale è un giardino.
Ecco dalle sue parole una breve descrizione

Per una miglior lettura delle immagini, è utile qualche informazione: l’area del giardino è un rettangolo di circa 100 metri x 30, con disposizione nord sud, accessibile da una strada che delimita il lato nord del rettangolo; La casa (fine anni ’30) è parallela alla strada, circa  6 metri all’interno, La quota del giardino è più bassa di circa 5-6 metri rispetto alla quota stradale.

Veniamo alle foto: le prime quattro foto sono d’insieme, tutte prese dal medesimo punto, cioè da un balcone della casa (corrispondente circa alla quota stradale), tutte verso sud: La 1 in marzo, zoom più stretto; la 2 in aprile, zoom più largo; la 3 in giugno, la 4 in pieno autunno.

Giardino Borella

Giardino Borella

Giardino Borella

Giardino Borella

La foto 5 è a prospettiva rovesciata, dal giardino verso la casa.

Giardino Borella

Le ultime tre foto sono prese dall’interno del giardino

Giardino Borella: prato fiorito

Giardino Borella

5 commenti presenti

dic 11 2017

L’architetto che disegnava gli alberi: Cesare Leonardi

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Mostra Cesare Leonardi Modena, 2017

Uno dei libri più preziosi che conservo nella mia biblioteca dedicata ai giardini e al paesaggio è ‘Architettura degli alberi’ edito da Mazzotta (1982) e scritto da Leonardi e Stagi.
Ho scoperto – ascoltando una recente conferenza al Politecnico e soprattutto visitando la bella mostra di Modena dedicata al lavoro di oltre cinquant’anni di Cesare Leonardi che dura fino agli inizi di febbraio (per info https://www.mostracesareleonardi.it/) – lo straordinario eclettismo di qusto personaggio che è stato architetto, paesaggista, fotografo, designer e artigiano falegname. Un campo quindi molto vasto nel quale ha potuto esprimere la sua creatività. Il suo amore per gli alberi lo ha portato con pazienza infinita a studiarli per anni fotografando il loro portamento in ogni stagione dell’anno per poi comporre quesi disegni così belli che sono raccolti nel libro.
La mostra espone il suo percorso artistico dalle sue visioni sul giardino e il paesaggio urbano, alle sue sedie, ai solidi – una serie quasi infinita di sedie e altri arredi in legno tutti composti a partire da un unico modulo per evitare ogni spreco – alle fotografie, ai plastici…

Mostra Cesare Leonardi: Il modulo ‘Albatros’, una combinazione ripetuta di elementi geometrici. I vertici e i lati dei poligoni costituiscono una rete adattabile al centro urbano e più in generale al territorio.

Mostra Cesare Leonardi Modena 2017

Mostra Cesare Leonardi Modena 2017: i solidi

Mostra Cesare Leonardi Modena 2017: i solidi

Dondolo, Leonardi-Stagi

Ribbon chiar, Leonardi-Stagi

Fotografie di alberi. Mostra Cesare Leonardi Modena 2017

Mostra Cesare Leonardi Modena 2017: architettura degli alberi

Una tavola per un progetto a Vignola

Progetto per il parco Amendola, Modena. Mostra Cesare Leonardi Modena 2017

Mostra Cesare Leonardi Modena 2017: maquette per il concorso del Parc de La Villette, Parigi

Nessun commento

dic 11 2017

Spazi verdi a Milano d’inverno

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Milano Piazza leonardo da Vinci

Questo è il momento delle graminacee ed anche a Milano si possono trovare spazi con queste erbe ornamentali che in inverno danno il meglio di sè.

Ho trovato molto interessante la recente riqualificazione di piazza Leonardo da Vinci, frutto di un progetto congiunto dell’amministrazione comunale e del Politecnico. In questo periodo si apprezzano le macche di pennisetum e quelle dei cornus dai rami rossi.

Milano Piazza leonardo da Vinci

Milano Piazza leonardo da Vinci

Milano Piazza leonardo da Vinci

Milano Piazza leonardo da Vinci

Il piccolo giardino firmato da Marco Bay in via Turati è molto suggestivo anche in questa stagione complici i Gingko bilowa dalle foglie dorate. Di questo giardino ho già parlato in un post http://www.giardininviaggio.it/un-piccolo-giardino-in-via-turati

Giardino Marco Bay via Turati Milano

Giardino Marco Bay via Turati Milano

Giardino Marco Bay via Turati Milano: un quadro giapponese!

Nessun commento

dic 11 2017

Lucio Fontana all’Hangar della Bicocca

Giardino hangar Bicocca, Marco Bay. Scultura di Melotti

E’ sempre un piacere andare all’Hangar della Bicocca: in questo periodo per il duplice piacere di rivedere il bel giardino di Marco Bay che si integra così armoniosamente con la bellissima scultura di Melotti (vedi miei post http://www.giardininviaggio.it/il-giardino-dellhangar-della-bicocca-a-milano e http://www.giardininviaggio.it/hello-world) e per la stupenda mostra dedicata a Lucio Fontana intitolata ‘Ambienti’ che dura fino a febbraio (per info http://www.hangarbicocca.org/mostra/lucio-fontana-ambienti/).

La mostra raccoglie per la prima volta nove Ambienti spaziali e due interventi ambientali, realizzati da Lucio Fontana tra il 1949 e il 1968 per gallerie e musei italiani e internazionali. La mostra propone un corpus di opere, che mettono in rilievo la forza innovativa e precorritrice di un grande maestro del Novecento. Sarebbe davvero bello – visto il notevole sforzo nella ricostruzione di questi ambienti – che le opere restassero all’Hangar che si presta così bene ad accoglierle!

Giardino hangar Bicocca, Marco Bay. Scultura di Melotti

Giardino hangar Bicocca, Marco Bay. Scultura di Melotti

Giardino hangar Bicocca, Marco Bay. Scultura di Melotti

Lucio Fontana, Ambienti Hangar Bicocca

Lucio Fontana, Ambienti Hangar Bicocca

Lucio Fontana, Ambienti Hangar Bicocca

Lucio Fontana, Ambienti Hangar Bicocca

Lucio Fontana, Ambienti Hangar Bicocca

Nessun commento

dic 11 2017

Immagini dal parco paesaggistico della reggia di Caserta: foto di Donatella Lupo

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Parco paesaggistico reggia di Caserta. Foto Donatella Lupo

Ecco alcune belle foto che Donatella ha scattato in questi giorni nel parco paesaggistico della Reggia di Caserta.

Parco paesaggistico reggia di Caserta. Foto Donatella Lupo

 

Parco paesaggistico reggia di Caserta. Foto Donatella Lupo

Parco reggia di Caserta. Foto Donatella Lupo

Parco paesaggistico reggia di Caserta. Foto Donatella Lupo

Parco paesaggistico reggia di Caserta. Foto Donatella Lupo

2 commenti presenti

nov 17 2017

Il giardino delle camelie: Villa Motta a Orta

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Villa Motta, Orta: l’affaccio sul lago

A fine ottobre sono andata con un gruppo di soci dell’Associazione Piante guerriere a visitare il bel parco di Villa Motta a Orta, affacciato sul bellissimo lago, in una interessante visita guidata da Gian Marco e Mirella Motta . Un giardino ottocentesco di collezione: il proprietario, Gian Marco Motta, è tra i più grandi collezionisti italiani di Camellia sasanqua e possiede alcune rarità botaniche del genere Camellia. Il parco è in una splendida posizione con affaccio sul lago d’Orta e a primavera è un tripudio di fioriture di azalee e rododendri. Un’altra passione del proprietario sono gli osmanti, in alcuni esemplari davvero notevoli. Notevoli anche gli abeti del Caucaso.
Il parco è visitabile su prenotazione. Per info www.villamotta.it.

Ecco alcune immagini del giardino e di alcune piante della collezione

Villa Motta, Orta

Villa Motta, Orta

Villa Motta, Orta

Villa Motta, Orta

Villa Motta, Orta

camellia-americana-cherry-villa-motta-orta

camellia-cuspidata-villa-motta-orta

camellia-dahloniega-villa-motta-orta

camellia-julet-eye-villa-motta-orta

camellia-lutchensis-villa-motta-orta

camellia-navaho-rosa-e-setzugekka-bianca-villa-motta-orta

camellia-oleifera-villa-motta-orta

camellia-sasanqua-frosted-star-villa-motta-orta

osmanthus-villa-motta-orta

rhododendron-yakushimano-villa-motta-orta

thuhia-plicata-villa-motta-orta

Nessun commento

Next »