feb 23 2011

A proposito di Critical gardens

Pubblicato da alle 10:34 am nella Giardini e luoghi

qualche buona pista: siti, libri e altro…. 

SITI e BLOG

http://criticalgarden.net/netsons.org/wp/

Critical garden
Un blog creato nel 2007 dalla paesaggista scrittrice Michela Pasquali tutto dedicato al mondo dei critical gardens, che fornisce notizie regolarmente aggiornate su esperienze italiane e straniere di giardini e orti comunitari e di attività di guerilla gardening.

http://web.ortidipace.org/

Orti di pace
Il portale creato dalla scrittrice giardiniera Pia Pera per mettere in comune esperienze avviate nel campo dei giardini e degli orti didattici e terapeutici. Il portale è concepito in modo da dare ma anche ricevere informazioni, in uno spirito di servizio per chi avverta il desiderio di passare dalla voglia di fare al fare.

www.guerrillagardening.org

Guerilla Gardening
Un portale molto completo che rappresenta un prezioso strumento informativo sul fenomeno del guerilla gardening documentando con immagini e notizie precise iniziative avviate in giro per il mondo, offrendo uno spazio di discussione, fornendo istruzioni per l’uso, segnalando link ragionati di siti di diversi paesi e proponendo segnalazioni bibliografiche di libri e articoli in materia.

www.lebalto-archipelago.eu/

Atelier Le Balto
Archipelago presenta sotto forma di una mappa tutti i progetti ideati e realizzati dall’Atelier fondato a Berlino dai tre paesaggisti francesi Marc Pouzol, Véronique Faucheur, Marc Vatinel impegnati a modificare la percezione di luoghi urbani dimenticati, di inospitali cortili, aree vuote tra gli edifici e superfici dimesse trasformandoli in giardini belli e accessibili al pubblico. Di ogni progetto vengono fornite alcune immagini e una breve scheda tecnica.

http://jardins.wordpress.com/CARTE/

Jardins partagés
Blog che offre una panoramica molto aggiornata e completa del mondo dei giardini comunitari nella realtà francese attraverso segnalazioni di nuove iniziative, incontri e dibattiti, riflessioni, segnalazioni di libri, manifesti e programmi e link a siti e blog.

www.communitygreen.org/Community_Green.org/Welcome.html

Community Green
Community Green rappresenta una rete di persone e di organizzazioni che intendono promuovere stili di vota eco-consapevoli. Il sito intende collegare tutti coloro che sono interessati alle tematiche del “green movement” attraverso uno scambio di informazioni e di esperienze. Interessante la rubrica “Resources” che fornisce una lista suddivisa per filoni tematici di link a siti e blog.

www.risc.org.uk/gardens/

RISC-Reading International Solidarity Centre
Il sito dell’organizzazione umanitaria inglese – che ha tra i suoi vari progetti quello di sviluppare un network di orti e giardini scolastici – contiene molte utili informazioni sulle tecniche riguardanti il “forest gardening” (tecnica colturale basata sulla permacultura che consiste nella coltivazione con il minimo di manutenzione di spazi a cavallo tra giardino, orto e frutteto) e gli “edible roofs”

http://gestiondifferenciee.org/

Gestion differenciee
Un sito tutto dedicato a informazioni, consigli e schede tecniche sulle procedure per una corretta gestione differenziata dei giardini: alternativa ai fitofarmaci, gestione delle risorse energetiche, biodiversità, gestione dell’acqua, giardino naturale, prati, tetti verdi, diserbo alternativo…

http://darsenapioniera.wordpress.com/

Darsena pioniera
Il blog di Darsena pioniera, un progetto ideato e portato avanti da un gruppo di cittadini (tra cui alcuni soci VerDiSegni) per ridare nuova vita alla Darsena di Milano. Chi si sente in sintonia con il progetto e vuole collaborare può scrivere commenti sul blog

http://adoptapieceofgreen.wordpress.com/about/

Adopt a piece of green
Progetto di valorizzazione e di salvaguardia delle piante spontanee e delle malerbe di Milano, per creare nuovi spazi di verde pubblico creati dal basso

http://ortiurbani.blogspot.com/

Orti urbani
Blog che raccoglie informazioni e documentazione sull’agricoltura in città

http://ortodiffuso.noblogs.org/

Orto diffuso
Blog che sta predisponendo una mappa degli orti cittadini di Milano e Roma: sono possibili segnalazioni.

LIBRI

Gilles Clèment, La sagesse du jardinier,L’œil neuf Editeur, 2004
L’arte del giardino ha espresso la propria eccellenza attraverso l’architettura e gli ornamenti. Questi criteri non sono più sufficienti. Guardare la natura può essere il modo più giusto di fare giardinaggio domani.

Gilles Clément, Eloge des vagabondes: herbese, arbres et fleurs à la conquête du monde, NiL Editions, 2002 (Tradotto in italiano nel 2010 « Elogio delle vagabonde », DeriveApprodi)
Panace di Mantegazzi, porracchia sudamericana, fico d’India, papavero sonnifero, poligono del Giappone, erba della Pampa… trasportate dal vento, dagli animali o dalle suole delle scarpe, anche nelle nostre contrade le erbe vagabonde hanno conquistato, con coraggio e vitalità, giardini, scarpate e terreni incolti

Gilles Clément, Il giardiniere planetario, 22 Publishing, 2004
Il giardiniere planetario propone di guardare la diversità come una garanzia di futuro per l’umanità. La domanda da porsi: è possibile sfruttare la diversità senza distruggerla?

Atelier Le Balto, ARCHIPEL. L’arte di fare giardini, Bollati Boringhieri,Coll. Oltre i giardini, 2008
La monografia illustra il singolare modo di concepire e realizzare giardini dei progettisti dell’Atelier Le Balto di stanza a Berlino: si tratta piuttosto di eventi, di mezzi e non di fini, di tappe mai di traguardi.

Michela Pasquali, Loisaida. NYC Community gardens, Linaria 2006 (poi ripubblicato da Bollati Boringhieri, nella collana “Oltre i giardini”)
Una descrizione, ben documentata anche da immagini, della esperienza di giardini comunitari nel quartiere Loisaida a New York realizzata grazie alla libera iniziativa dei suoi abitanti.

Daniele Fazio, Giungla sull’asfalto. La flora spontanea delle nostre città, Blu Edizioni, 2008
Una preziosa indagine sulla flora spontanea in città. Include una interessante check list delle principali specie rinvenute dall’autore in ambito urbano con indicazione degli habitat preferenziali.

Claudia Zanfi (a cura di), Greenisland. Piazze, isole e verde urbano, Damiani editore, 2008
Il libro racconta l’esperienza di Greenisland, promossa e realizzata dal 2003 dal Laboratorio aMAZElab nel quartiere Isola di Milano in occasione delle giornate del Salone del Mobile. L’iniziativa si propone come una occasione di riflessione sul tema dello spazio collettivo e del verde pubblico. La prima parte del libro è dedicata a riflessioni teoriche (Andrea Branzi e Gilles ClèMent tra gli altri) mentre la seconda documenta dieci realtà internazionali che operano in modi diversi alla salvaguardia di aree urbane verdi e al verde temporaneo; la terza sezione illustra i primi cinque anni di attività del progetto Greenisland.

Claudia Zanfi (a cura di), The mobile garden. Lois Weinberger, Damiani Editore, 2009
Il libro è dedicato ai progetti di Lois Weinberger, che da ormai trent’anni occupa un ruolo fondamentale nel dibattito sul rapporto tra arte e natura sviluppando il giardinaggio come possibilità di riconciliazione tra natura e intervento umano.

VIVAI E FORNITORI DI SEMI

 Vivaio Pronatura
 www.vivaipronatura.it
Il Vivaio ProNatura è meglio definito come “Stazione sperimentale per la propagazione della flora autoctona di ecotipo lombardo” ed è lo strumento operativo principale con cui l’Associazione persegue i propri scopi e opera per la salvaguardia della biodiversità della vegetazione naturale della Lombardia. Il Vivaio Pro Natura produce piante selvatiche di provenienza locale: alberi e arbusti destinati ad interventi di forestazione e piante erbacee divenute rare di cui l’Associazione cura la reintroduzione in natura. Le piante prodotte annualmente vanno da 15 mila a 25 mila e appartengono a circa 150 specie. La produzione è di tipo “artigianale”: si comincia dalla raccolta dei semi in natura, che vengono poi sottoposti a trattamenti per favorirne la germinazione e seminati al momento opportuno in cassoni di polistirolo; le pianticelle vengono quindi ripicchettate in contenitori singoli e allevate con i metodi dell’agricoltura biologica. A un anno di età le piantine possono essere fornite ai piantonai dei Parchi, a due anni o più possono essere messe a dimora nei boschi. Il Vivaio ProNatura fornisce piante a Parchi, Aree protette ed Enti pubblici che intendono rimboschire in modo corretto, alle Scuole per l’allestimento di Orti e sentieri botanici, ad Associazioni ambientaliste per il miglioramento delle Oasi e a privati cittadini che intendono dotarsi di un giardino naturale. Sul sito si trova un elenco delle piante in produzione quest’anno comprende un centinaio di specie, a loro volta suddivise in lotti a seconda della provenienza.

Semenostrum
 www.semenostrum.it
SemeNostrum produce e commercializza sementi di fiori selvatici di prato e di campo, reperiti nel loro habitat naturale e riprodotti in azienda, vale a dire non importati dall’estero. Si tratta di specie presenti prevalentemente nella fascia planiziale del Friuli Venezia Giulia, ma anche nel Nord e Centro Italia.
Le sementi vengono vendute in purezza (in bustine contenenti un unico tipo di pianta) e in miscuglio; ogni miscuglio è preparato su misura in base alle esigenze e alla localizzazione del cliente: SemeNostrum non produce miscugli preconfezionati.
Le specie selvatiche sono ideali per ripristini ambientali ecologicamente coerenti con il loro contesto, nonché per realizzazioni ornamentali a bassa manutenzione nel verde pubblico e privato.

Nessun commento

Commenti RSS

Lascia un commento