Post di giugno, 2017

giu 19 2017

Tavole botaniche per selezionare le piante nel giardino

Pubblicato da in "plant design"

Sono ora disponibili in formatop pdf sul sito nella home page 4 tavole botaniche che costituiscono un utile strumento di selezione delle piante collegato al mio nuovo libro ‘Disegnare il giardino con le piante’.

Le tavole, dedicate rispettivamente ad arbusti, rampicanti, tappezzanti ed erbacee perenni includono per ogni pianta la descrizione dei principali elementi colturali e ornamentali.

Ecco qui di seguito i links

ARBUSTI http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2017/05/TABELLA-arbusti-1.pdf

RAMPICANTI http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2017/05/TABELLA-rampicanti-2.pdf

TAPPEZZANTI http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2017/05/TABELLA-tappezzanti-3.pdf

ERBACEE PERENNI http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2017/05/TABELLA-erbacee-perenni-4.pdf

 

Un commento presente

giu 19 2017

News in tema di corsi, fiere e altro ancora. Giugno 2017

Pubblicato da in "News"

cattedrale-mauriass-g-mauri_foto-di-alessandro-cappell

Concorsi

  • Borse di studio sul paesaggio. Promosse dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, il bando è rivolto a laureati (laurea magistrale) e post laureati italiani e stranieri.
    Termine di presentazione delle domande 31 agosto 2017. Bando

Corsi e convegni

Fiere di piante e vivai

Milano

  • 21 giugno CFU-Centro di forestazione urbana organizza biciclettata per il solstizio d’estate. Partenza ore 18 da piazzale Lotto info 335.6558267;  Partenza ore 18.30 da Figino. Info 338.9031070
    - Altre info e altre partenze in locandina disponibile sul sito www.cfu.it
  • 22-24 settembre torna Green city Milano. Per info www.greencitymilano.it

    Piuarch Orto sul tetto

  • Piuarch: l’orto in quota sul tetto dello studio di via Palermo 1. Progettato dal paesaggista Cornelius Gavril è costituito da un sistema modulate di pallet che permette di costruire strutture di facile assemblaggio. L’orto a cielo aperto è strutturato in una serie di percorsi e piccole aree piantumate con verdure, frutti, aromatiche e fiori.

Mostre

  • 17 giugno – 16 luglio mostra fotografica sugli Alberi secolari di Giorgio Majno. Venezia, Chiesetta della Misericordia a Campo dell’Abbazia, Cannaregio.L’inaugurazione sarà sabato 17 giugno dalle 18.00 alle 23.00.§  Fino al 10 agosto sempre a Venezia al negozio Olivetti progettato da Carlo Scarpa la mostra Dialogo con le ceramiche di Ettore Sottsass dal 1957 al 1969
  • Inaugurata lo scorso aprile è visitabile la Cattedrale vegetale, opera di Giuliano Mauri, Lodi, Riva sinistra del fiume Adda.

Viaggi

  • 5-9 luglio viaggio in Germania: fra Amburgo e Berlino (IGA), organizzato da Mille papaveri rossi di Filippo Piva. Programma
  • English gardens tours organizzati dalla Manchester Language school con la guida di Michaeljon Ashworth. Per info sui programmi https://manchesterlanguageschool.co.uk/english-study-holidays/english-garden-tours/
  • 5-6 dicembre viaggio a Lione con una visita guidata a Paysalia, principale manifestazione francese dedicata al paesaggio, organizzato dal Verde editoriale. Per informazioni segreteria@ilverdeeditoriale.com

Nessun commento

giu 19 2017

Dal mondo dell riviste. Giugno 2017

Pubblicato da in "News"

Piante dell’orto di Brera. Acquerello di Claudio Longo

Acer 3/2017

  • Schianto di alberi: dalla tutela alla responsabilità assicurativa
  • Rain garden: i filtri naturali per depurare i deflussi urbani

Arcipelago Milano

Area rivista di architettura numero
speciale su Public nature

Gardenia giugno 2017

  • Staphylea pinnata di A. Perazzi
  • Radice pura garden festival
  • Tropico di Sicilia
  • I caprifogli
  • Tra Pisa e Lucca il giardino di Armida
  • Allium

Gardens Illustrated giugno 2017

  • Wild roses
  • What next for planting design?
  • Foxgloves for contemporary and traditional spaces
  • How to plant an urban meadow

Lettera notizie codadigallo di Claudio Longo
http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2017/06/lettera-notizie.doc

Mela cotogna giugno 2017
http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2017/06/melacotogna-giugnoo-20171.pdf

 

Nessun commento

giu 19 2017

Vivai tra Udine e Treviso

Pubblicato da in "plant design"

Vivaio susigarden

 Una bella scoperta è stata il vivaio Susigarden, vicino a Palmanova. Un vivaio con moltissime erbacee perenni, assai ben tenuto e con una disposizione delle piante molto accattivante. L’unico neo è che le piante davero in ottima forma sono assai concimate e trattate e quindi poi si adattano con difficoltà ai nostri giardini. Ma in ogni caso tanto di cappello!

La bellissima collezione di Rudbeckia

La bellissima collezione di Rudbeckia

La sfliata di erbacee in una delle serre

La collezione di Heuchera

Una delle serre

Poi da Priola per l’apertura dedicata a ortensie e agapanthus.

Hydrangea Amethist Vivaio Priola

hydrangea-deep-purple-vivaio-priola

Leucosceptum japonicum Golden Angel: una erbacea dalle foglie interessanti che produce spighe in tarda estate

Scabiosa caucasica Miss Willmott

Nessun commento

giu 19 2017

In cerca di giardini intorno ad Udine

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Un particolare del giardino di Mirella Presot Collavini

Un piccolo tour di giardini e vivai intorno ad Udine con un gruppetto di amiche appassionate di giardini. Una scoperta davvero straordinaria, il giardino di Mirella Presot Collavini a Rivignano, un luogo magico, molto suggestivo, poetico, con un gusto davvero notevole e una capacità di disegnare lo spazio in tante stanze alcune aperte ed alcune strette e ombrose. Tutto all’insegna del verde declinato in mille sfumature. Una collezione notevole di aspidistra, facciate ricoperte di verde, piccoli cortili ricchi di felci. Tanti particolari che catturano lo sguardo. La proprietaria, famosa per la sua collezione di viole, una persona squisita che ci ha accolto in maniera stupenda e generosa intrattenendoci in simpatiche conversazioni e offrendoci un ottimo pranzo!. Un giardino dove tornerò di sicuro con più calma.

Appunto le sorprese possono essere molto belle oppure una delusione. E devo dire che il famoso roseto di Eleonora Garlant, di cui tanto avevo sentito parlare, è stato davvero una delusione. Per carità tante bellissime rose, ma nessuna poesia, un insieme di piante disposte più con il desiderio di fare una raccolta che di cercare una disposizione, un disegno, una poesia. C’è da dire che la proprietaria, nonostante avessimo prenotato da molto tempo la visita, ci ha sbrigativamente accolto e lasciate sole a girare a scoprire le sue famose rose tutte in incognita, perchè non c’era nessuna etichettatura. L’unica scoperta davvero interessante la stupenda rosa Kew Rambler, che porta il nome dei Kew gardens.

Rosa Kew rambler, roseto Garlant

Particolare del fiore di Kew rambler

Poi un ritorno sempre piacevole nel bel giardino vivaio di Ruggero Bosco, Botanica Santa Marizza (vi rimando ai miei articoli su Giardino Antico http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2013/03/vivaio-1.pdfe e su Gardenia http://www.giardininviaggio.it/wp-content/uploads/2014/03/Botanica-Santa-Marizza.pdf).

Un luogo sempre magico, ricco di spunti e suggestioni e un giardino in continuo divenire, come devono essere i giardini: i progetti in corso di realizzazione un giardino giapponese che credo sarà molto interessante e un labirinto di edere. Oltre al giardino una bella collezione di edere appunto, di felci e di alcune ortensie notevoli. Ruggero sempre disponibile e accogliente.

Ecco alcune immagini a cominciare dal giardino di Mirella Presot Collavini

L’ingresso del giardino con la facciata avvolta nella vite americana e la sfilata dei vasi di bosso. Giardino di Mirella Presot Collavini

L’ingresso del giardino con la facciata avvolta nella vite americana e la sfilata dei vasi di bosso. Giardino di Mirella Presot Collavini

La collezione di Aspidistra

Un particolare di uno dei locali interni. Giardino di Mirella Presot Collavini

Mirella con la sua gattina nera

La grande stanza aperta dominata dai tanti bossi, dalla forme di tasso e dalla grande sequoia

Un angolo della stanza affacciato su un piccolo stagno

Le ortensie quercifolia si specchiano nello stagno

Una piccoola stanza ombrosa che si conclude con una piccola statuta

Il grande anfiteatro composto di alloro e sullo sfondo una grande rosa bracteata

Le maestose architetture vegetali di alloro che circoscrivono la stanza ad anfiteatro

Un piccolo percorso con un tunnel di rose

Un’altra vista della grande stanza con i bossi

Giardino di Mirella Presot Collavini

Il piccolo cortile con una collezione di felci e la grande felce arborea

Sopra il cortile pendono i grandi contenitori di rame con aromatiche

Un altro particolare della facciata laterale

La stanza delle erbe seccate da bruciare alla festa di san Giovanni

Vasi di agrumi all’ultimo piano della casa

Hydrangea-hereomalla-giardino-mirella-presot-collavini

Ecco alcune immagini dal giardino di Botanica Santa Marizza

Una ortensia molto bella Hydrangea aspera Chocolate

Botanica Santa Marizza

Botanica Santa Marizza

Botanica Santa Marizza

Botanica Santa Marizza

Botanica Santa Marizza

Botanica Santa Marizza

Botanica Santa Marizza

Un commento presente

giu 19 2017

Riparte il corso di progettista del verde della scuola Arte & Messaggio di Milano

Pubblicato da in "News"

Presso la Scuola Arte&Messaggio di via Giusti n. 42 a Milano sono aperte le iscrizioni al corso di Progettista di Giardini (verde privato e pubblico) edizione 2017/2018. Il corso inizierà alla fine del mese di settembre. Le iscrizioni sono aperte e lo resteranno fino ad esaurimento dei 25 posti disponibili.
Il percorso è biennale, si svolge il lunedì, il mercoledì e il giovedì dalle 17.00 alle 20.00, da settembre a giugno, ed è aperto a tutti coloro che sono in possesso di un diploma di scuola media superiore di qualsiasi indirizzo.
La quota di iscrizione è di € 665,00 all’anno.
La scuola risponde ad ogni esigenza di conciliazione fra scuola e lavoro, con una didattica flessibile e individualizzata, con specifici supporti allo studio ed una piattaforma di dialogo con i docenti, tra i quali professionisti e ricercatori.
Anche già alla fine del primo anno è possibile acquisire un’attestazione di competenza; con la frequenza alla seconda annualità si ampliano i temi affrontati e si approfondiscono le competenze acquisiste per un efficace inserimento nel sistema lavorativo.
Per presentare la propria candidatura, è già possibile inviare il modulo scaricabile dal sito www.artemessaggio.it  . Seguirà un colloquio motivazionale.

Per info:
Civica Scuola Arte & Messaggio – Comune di Milano Via G. Giusti,  42 – 20154  Milano tel.  02.88440315 – www.artemessaggio.it  segreteria@artemessaggio.it

Nessun commento

giu 15 2017

Esplosioni di fioriture a maggio

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Rosa Dorothy Perkins sulla pegola davanti alla mia casa a Laveno

Quest’anno i giardini sono esplosi con fioriture meravigliose: non si capisce bene quale sia la ragione, l’inverno relativamente mite oppure il caldo precoce di questa primavera quasi estiva?

Ecco alcune immagini del mio giardino di Laveno e di quello di Maria Grazia Campagnani a Brezzo di Bedero

La bellissima rosa bianca di Nono Sanremo che mi ha regalato la mia amica Marina Mondello: ormai si arrampica sui rami del nocciolo e fiorisce generosa tutta l’estate!

Angolino bianco nel mio giardino a Laveno

Hydrangea serrata

La generosa Clematis Arabella che fiorisce fino all’autunno

Il Giardino di Maria Grazia Campagnani è sempre una scoperta ogni volta che lo visito

Uno dei laghetti del giardino di MG Campagnani a Brezzo di Bedero

Una macchia di Centranthus ruber Albus si specchia nel laghetto. Giardino di MG Campagnani a Brezzo di Bedero

L’angolo delle graminacee del giardino di MG Campagnani a Brezzo di Bedero

Il giardino bianco con vista lago. Giardino di MG Campagnani a Brezzo di Bedero

La staccionata rustica di noccioli su cui si arrampicano le rose. Giardino di MG Campagnani a Brezzo di Bedero

Il giardino giallo che esplode in piena estate. Giardino di MG Campagnani a Brezzo di Bedero

Un commento presente

giu 15 2017

Maestri di paesaggio VII edizione: anteprima sul programma

Pubblicato da in "News"

Piazza vecchia Bergamo: il progetto di L. Balijon sul tema ‘Cool landscape’

Il programma della manifestazione, ormai diventata il punto di riferimento più prestigioso sul landscaping nel panorama italiano è stato presentato il 13 giugno nel Palazzo della Regione Lombardia a Milano.

Dal 7 al 24 settembre 2017, Bergamo si trasforma per la 7^ edizione de I Maestri del Paesaggio in un palcoscenico di natura e bellezza. Diciotto giorni di fermento culturale open air attorno a diverse aree tematiche: #Educational – BLG Institute, #Green Square, #Green Design, #Green Tour, #Green Food, #Green Show, #Kids, concorsi fotografici, musica, mostre, allestimenti in suggestivi vicoli, corti, chiostri, giardini e sentieri nel verde.
Un calendario pensato per favorire scoperte, incontri e riflessioni a tu per tu con le più famose archistar del paesaggio ospiti all’International Meeting of the Landscape and Garden e ai numerosi seminari e convegni
previsti quest’anno tutti in linea con il focus Cool Landscape. Programma completo
Il tema del Cool landscape verrà declinato secondo due significati: quello del riscaldamento globale del pianeta e della responsabilità dei paesaggisti e quello più trendy e modaiolo dell’estetica no chalanche

Due le anime della manifestazione:

  • scientifica-educativa con l’evento principale costituito dall’International Meeting of lanscape and garden – dal 22 al 23 settembre.
    I paesaggisti invitati per questa edizione:
    - T. Andersson (Svezia)
    - M. Péna (Francia)
    - F. Piva (Italia)
    - W. Hood (Usa)
    - P. Lethelean (Australia)
    - A. Presti (Italia)
    - J. Basson (Inghilterra) vincitore del più prestigioso premio a Chelsea lo scorso maggio Programma
  • Una novità del 2017 il Master internazionale dedicato al paesaggio Garden and Open-space Design, che partirà a settembre per l’anno accademico 2017-2018. Il corso, che rientra nelle attività del Bergamo Landscape and Garden Institute, è promosso congiuntamente da Università di Bergamo, Arketipos, Regione Lombardia e Fondazione Lombardia per l’Ambiente. Sono previsti momenti di didattica frontale (460 ore di formazione in aula) e laboratori pratici (175 ore di tirocinio/progetto). Molti i nomi di spicco tra i docenti tra cui Balijon, Basson, Latini, Pandakovic… Comunicato stampa
  • divulgativa-popolare: qui il pezzo forte è l’allestimento della piazza vecchia di Bergamo alta
    Il progetto è dell’architetto paesaggista olandese L. Balijon (profilo): il suo punto di partenza – all’insegna del cool landscape – sono le due facce paesaggistiche di Bergamo: la montagna e la pianura. Il progetto prevede un cambiamento radicale della percezione della piazza che avrà un tetto di nuvole, con 63 palloni bianchi che di sera si illumineranno. Unica pianta il luppolo, gradevole per i suoi fiori a campanella e per la sua verticalità e che richiama la freschezza e la moda delle birre artigianali. Un grande cubo di ghiaccio sarà il segno tangibile del progressivo scioglimento dei ghiacciai e l’acqua attraverso un sistema di drenaggio verrà riutilizzata per irrigare le piante disposte in tanti vasi colorati.

piazza-vecchia-bergamo_cool-landscape_day-view

 

Nessun commento

giu 14 2017

Nuovi parterre alla Villa della Porta Bozzolo a Casalzuigno (VA)

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

giardino-porta-bozzolo-parterre

Sono stata di nuovo, nel mese di maggio,  alla Villa della Porta Bozzolo e ho potuto ammirare i recenti parterre di prato, molto semplici e belli, che sono stati inseriti nelle terrazze del giardino.

Ecco alcune immagini

giardino-porta-bozzolo-parterre

Giardino Porta Bozzolo parterre

Giardino Porta Bozzolo parterre

Giardino Porta Bozzolo parterre

Rosa Anempoides, Giardino Porta Bozzolo

Giardino Porta Bozzolo

 

Nessun commento

giu 14 2017

Orti dipinti: un community garden a Firenze

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Si chiama Orti Dipinti, perchè si trova in Borgo Pinti 76 e tratteggia con i colori di ortaggi, piante e alberi da frutto il disegno di uno spazio aperto e condiviso.
Un luogo dove la terra è di nessuno, ma il lavoro per coltivarla è di tutti, così come il suo raccolto.
In questa ex pista di atletica si pratica il giardinaggio urbano ecologico e la sua applicazione pratica nel quotidiano… ma anche molto altro.
Così viene presentato sul sito http://www.ortidipinti.it/it/

L’ho scoperto per caso passeggiando a Firenze in borgo Pinto. E’ davvero un esempio eccellente di giardino comunitario a scopo didattico: un luogo piacevolissimo dove le persone lavorano agli orti, si dondolano nelle amache appese, possono pranzare assieme, poltrire seduti all’ombra. Una bel disegno dello spazio e tante piccole strutture con materiali di recupero piene di creatività. Tante idee da copiare. Come quella delle bustine di tè da riempire con le erbe dell’orto per farsi delle buone tisane.

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Ecco una piccola galleria di immagini

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze. Un’idea per una pergola molto semplice

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze. Particolare della piccola struttura in bamboo

 

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze. Una piccola parete vegetale con sedum

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze

Orti dipinti giardino comunitario di Firenze


Nessun commento

Next »