Post di settembre, 2014

set 23 2014

Una bellissima rassegna sui giardini apparsa su Il Manifesto

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

L’amico Mario Cacciari mi ha inviato – dono davvero prezioso che mi piace condividere – una serie di articoli che Il Manifesto ha pubblicato lo scorso mese di agosto dedicati a giardini di scrittori, poeti e personaggi illustri.
Eccoli

Nessun commento

set 23 2014

Petizione per il Parco Solari di Milano

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Il comitato milanese Foppa-Dezza-Solari ha promosso una importante petizione rivolta all’assessore del Comune di Milano Maran per bloccare il posizionamento del cantiere di cablaggio della linea 4 della metropolitana nel Parco Solari importante parco storico del centro città. Testo petizione

Firmate a questo indirizzo

http://www.change.org/p/pierfrancesco-maran-metropolitana-linea-4-diciamo-no-alla-apertura-di-un-devastante-cantiere-di-calaggio-delle-tbm-al-parco-solari?utm_source=petition_update&utm_medium=email&utm_campaign=petition_update_email

Nessun commento

set 17 2014

Green New York

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Il labirinto di vetro firmato Dan Graham sul roof garden del Metropolitan

Sono reduce da una settimana molto intensa trascorsa soprattutto fra parchi e giardini a New York dalla quale mancavo da più di dieci anni.
Molti i recenti interventi che ero ansiosa di visitare tra memoriali, water front, nuovi parchi e altro ancora. L’impressione generale quella di una città che ha molto a cuore la fruizione sia libera che organizzata. Sia nei parchi che nelle piazzette ci sono sempre tavolini e sedie liberi per una sosta non necessariamente legata al consumo di caffè e ristoranti, i bambini hanno spazi gioco molto ben organizzati e disegnati per diverse fasce di età e l’acqua è un elemento fondamentale in forma di fontane, vasche e getti sotto i quali i bambini si bagnano con allegria senza che le mamme se ne facciano un problema (proprio come da noi!). Poi per i miei adorati cani tanti spazi assai ben organizzati e intelligentemente differenziati per taglia; quasi mai prati che in effetti sono poi così difficili da tenere puliti, ma pavimenti in cemento con tante collinette e di nuovo l’acqua per il gioco.
Lungo Hudson e East river lunghi parchi lineari che disegnano bellissimi water front dove passeggiare, sostare al sole sui prati, andare in bicicletta o fare jogging.
L’High line è stata l’occasione di una grande trasformazione urbana di un quartiere, è sempre affollata e ha contribuito alla valorizzazione delle proprietà immobiliari adiacenti.

Ho pensato di organizzare una selezione di immagini per alcuni filoni tematici che seguiranno questo post più generale
Water front;
High Line;
Piazzette verdi;
Giardini di sculture;
Memoriali.

Ecco una prima selezione di immagni

Bimbi nell’acqua a Prospect Park, Brooklyn

Le regole per gli spazi dei cani

Meno punitivo dei nostri cartelli sempre un pò intimidatori ma forse più efficace

Uno dei tanti spazi cani

A Union Square tavolini e sedie a disposizione dei visitatori

L’ultima scenografia di Koons al Rockfeller Center all’insegna del kitsch

 

 

 

Nessun commento

set 17 2014

New York: water front

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Brooklyn bridge park

Brooklyn Bridge Park : stupenda vista di Manhattan, si consiglia di andarci al tramonto

Water front a Long Island city: Gantry Palza State Park e Hunter’s Point South progettati entrami da Basley-Weiss-Manfredi: due parchi lineari con molti spazi ricreativi che sorgono su ex aree industriali

Brooklyn Bridge Park

Vista del 4 freedom park a Roosvelt Island

Hunter Point Park

A completare lo storico intervento di Olmsted negli ultimi anni è stato aggiunto sull’Hudson Riverside South park

 

Un commento presente

set 17 2014

New York: High Line

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

L’High Line è un bellissimo parco sopraelevato che ha preso il posto di una linea ferroviaria di treni merci che servivano le attività commerciali e industriali della zona del Meatpacking district. Ormai è quasi completa e manca solo un piccolo pezzo che conduce verso l’Hudson.
Per informazioni, percorsi e attività si rimanda al sito http://www.thehighline.org.
Ecco alcune immagini di fine estate

Bello questo ritaglio con piccole betulle e al piede una distesa di Heuchera e Stipa

Uno degli affacci

Verso la fine del percorso della seconda sezione ritornano le distese di graminacee

Magnolia macropetala

 

Nessun commento

set 17 2014

New York: piazzette

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Samuel Paley Plaza

Due piccole piazzette verdi che mi ha segnalato l’amico Rino Anelli

Samuel Paley Plaza, sulla 53 tra Madison e la V avenue: aperta al pubblico a fine anni ’60,  progettata da Robert Zion, è un piccolo parco delle dimensioni di un blocco (120 metri x 300) con sullo sfondo un muro d’acqua, muri laterali coperti di edera e 17 esemplari di Gleditiza tricanthos dispoti a quinconce

Greenacre Park, 217 e 51 street: piccolo parco realizzato su tre differenti livelli con una pergola in acciaio e sullo sfondo una grande cascata d’acqua la cui parete sembra una scultura di granito nero

Greenacre Park

Federal Plaza, Lower Manhattan vicino al Wall street: un piccolo recente parco-piazza realizzato al posto di un intervento che fece Marta Schwartz. Progetto molto lineare e ulito con bell’uso di diversi tipi di bossi e di tasso come tappezzanti, sedute di marmo e disegno nella pavimentazione che richiama la facciata dell’edificio che vi si affaccia

Federal Plaza Park

Zuccotti Park: prima chiamato Liberty Plaza un piccolo spazio (circa 3000 mq) in Lower Manhattan scenografico di sera con l’illuminazione che ne costituisce il disegno principale

Zuccotti park

 

Nessun commento

set 17 2014

New York: Giardini di sculture

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Moma Sculpture garden: il giardino di sculture del rinnovato MOMA.

Vasca d’acqua con scultura di Aristide Maillol

Noguchi museum and garden:
un posto magico quello che fu per molti anni lo studio dell’artista giapponese, nel Queens, è diventato uno splendido museo con annesso un giardino tra oriente e occidente

Nessun commento

set 17 2014

New York: Memoriali

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Il memoriale dedicato all’11 settembre, su masterplan di Libeskin e su progetto di Peter Walker è davvero un luogo di grande emozione all’insegna della sobrietà e talmente lontano dalla retorica. Al posto delle due torri gemelle due grandi vuoti con alle pareti maestose cascate d’acqua e nel mezzo una voragine che inghiotte l’acqua. L’acqua come rigeneratrice, come la vita che scorre e che continua, la voragine che ha divorato tante vite. Intorno una foresta di 416 querce che ricordano un bosco naturale fino a che il visitatore si accorge che gli alberi sono allineati per formare corridoi con un unico orientamento i cui tronchi si ispirano ai motivi ornamentali alle basi delle due torri; sedute di pietra. Sui parapetti sono incisi i nomi delle vittime degli attacchi tettoristici.

Un altro memoriale, realizzato recentemente sul progetto degli anni ’70 di Louis Kahn, è Four Freedom Park a Roosvelt Island nell’east River di fronte al Queens. L’isola si può raggiungere oltre che con il metrò anche con una sorta di funivia dalla quale si gode una straordinaria vista.
Il memoriale è intitolato al famoso discorso intitolato alle 4 libertà fondamentali che il presidente Roosvelt fece alla nazione nel gennaio 1941.
Del progetto colpisce la sobria perfezione del disegno che usa perfettamente la forma del triangolo, la scelta accurata dei materiali e dei particolari costruttivi, la forzatura della prospettiva che spinge la vista del visitatore verso l’enorme testa scolpita di Roosvelt, la prua di una enorme nave. Doppi filari di Tillia cordata.

Nessun commento