Post di luglio, 2014

lug 18 2014

News in tema di convegni, corsi, fiere e altro ancora

Pubblicato da in "News"

Corsi, convegni e incontri

  •  23 luglio, a Parma, piazzale della Pace, A cena con…Orto giardino in cassetta da te: Carlo Pagami, maestro giardiniere, Silvia Ghirelli, paesaggista, Massimo Spigaroli. Conduce Angela Ziffignani. Locandina.
  • II 30 luglio 2014 alle ore 21 al CostArena in via Azzo Gardino 48 di Bologna, per il ciclo UN LIBRO, UN FILM verrà proiettata l’opera video FORESTA, tratta dall’omonimo romanzo di Maurizio Corrado, edito da PersoneDiParola Isola Editrice (Torino 2014). http://www.amazon.it/FORESTA-storia-uomo-diventa-bosco-ebook/dp/B00… Altro…
  • Teatro e natura di Lorenza Zambon; per i prossimi appuntamenti vedere il sito: http://www.teatroenatura.net/calendario.html
  • 26-30 agosto VI edizione SUMMER SCHOOL EMILIO SERENI: si articola in un percorso composto da modalità diverse ed integrate, finalizzato alla costruzione di un paradigma e di strumenti interdisciplinari per la lettura, interpretazione e valorizzazione dei paesaggi agrari. Programma
  • Iniziative ACMA.  Per informazioni: ACMA Centro di Architettura via Conte Rosso 34, 20134 Milano Tel. +39 02.70639293 Fax. +39 02.87181725
    Settembre – ottobre, LA CURA DEL TERRITORIO: “PAESAGGIO COME BENE COMUNE” ACURA di ACMA laboratori
    Turismo di massa, attività produttive ed estrattive, agricoltura intensiva portano con sé conseguenze come marginalità, abbandono e degrado dei territori; aspetti questi, che spesso si contrappongono ai concetti di tutela, salvaguardia e manutenzione ritenuti dalle comunità locali fattori di eccessivo vincolo rispetto alle loro aspettative economiche. La cura del territorio diventa, allora, necessaria affinché si consolidi la consapevolezza del paesaggio come “bene comune”.
    10-14 settembre 2014 –Milano, ACMA Centro Italiano di Architettura
    Workshop di progettazione a cura di Victor Ténez Ybern, Vulnerabilità dei territori: valutazione e progetti.
    8-12 ottobre 2014 WORKSHOP MICHAEL VAN GESSEL Paesaggi della ricostruzione. Dalle calamità naturali ai disastri ambientali
    22-26 ottobre 2014 WORKSHOP ANNA ZAHONERO XIFRÉ Reti ecologiche. Progettare con la biodiversità in ambito metropolitano
  • 8-21 settembre Il Centro Internazionale di Studi sul Paesaggio e sul Giardino ( fondatori sono Associazione Culturale Arketipos, Regione Lombardia, Comune di Bergamo, Università di Bergamo, GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo) organizza come primo progetto una Summer School che avrà luogo dall’8 al 21 Settembre 2014 a Bergamo nel prestigioso Palazzo Suardi, nella Città Alta. I temi della Summer School saranno il progetto del paesaggio urbano, l’idea di città ecologica e le sue implicazioni nello spazio pubblico.Questi saranno gli argomenti centrali dei progetti che verranno realizzati in occasione di Expo 2015 “Nutrire il Pianeta – Energia per la Vita” in due piazze molto diverse tra loro, una storica l’altra contemporanea (Piazza Vecchia a Bergamo e Piazza Città di Lombardia a Milano) con l’obiettivo di ripensare il significato di spazio collettivo, luogo del dialogo e dell’incontro di culture.Il progetto delle installazioni ecologiche temporanee per le due piazze sarà guidato da due Visiting Professor di caratura internazionale: Andy Sturgeon (paesaggista) e Gianni Pettena (artista ambientale).I due Professori guideranno un gruppo di 16 studenti scelti da campi differenti (architetti, artisti, paesaggisti, agronomi, botanici, fotografi, video maker) e chiamati a partecipare all’elaborazione delle idee, alla costruzione delle strategie del progetto, nella rappresentazione degli elaborati, nell’indagine delle tecniche da applicare, seguendo un sistema di apprendimento learning by doing. Programma
  • Settembre iniziative dell’International meeting I maestri del paesaggio a Bergamo
    17-18 settembre  seminari; in particolare il 17 il Verde editoriale organizza “Smart city secondo natura”
    19:  workshop2
    20-21 meeting. Per info www.arketipos.org

In difesa degli animali

  • L’operazione Delphis è la più grande mobilitazione internazionale di marinai e diportisti, per sensibilizzare, conoscere e proteggere le balene e i delfini del Mediterraneo. Dal 1996, ogni anno, nel mese di luglio migliaia di diportisti partecipanti all’operazione Delphis, dedicano una giornata in mare alla conosce…WWW.BATTIBALENO.IT
  • Il 25 febbraio scorso dall’Unione Europea è partita una procedura d’infrazione contro l’Italia per l’uso dei richiami vivi nell’attività venatoria. I richiami vivi sono piccoli uccelli migratori che dopo le fatiche della nidificazione, affrontano il grande viaggio della migrazione dal Nord al Sud Europa e giungono in Italia, dove però sono catturati con le reti e destinati ad una vita di torture e crudeltà: buio, prigionia, L’azione della UE segna un altro punto a favore di una battaglia che le associazioni ambientaliste e animaliste stanno portando avanti da anni per sevizie fermare questa pratica crudele. Invece il governo per correre ai ripari ha inserito nel decreto decreto 91 una norma (l’articolo 16, comma 1) che intende rispondere alle richieste europee, ma in modo blando, lasciando ancora la possibilità di usufruire di deroghe al divieto di cattura e di detenere un certo numero di richiami vivi.
    Firma la petizione https://www.change.org/it/petizioni/stop-tortura-piccoli-uccelli-per-farne-richiami-vivi/sponsors/new

Fiere e vivai

  • Flover organizza a Bussolengo (Vr)
    Dal 4 luglio al 24 agosto 2014 FESTA DELLE PIANTE GRASSE: una ricca esposizione di esemplari unici e curiosi.
    1-21 settembre Mostra dei bonsai
    4-26 ottobre Festa delle viole
    Per informazioni http://www.flover.it; segreteria@flover.it<mailto:segreteria@flover.it> tel. 045 2225411.
  • Riapre al pubblico l’orto botanico di Lucca dopo la tempesta di vento del giugno scorso.
    5-7 settembre nuova edizione di Murabilia Mura in fiore a Lucca. Un’edizione interamente dedicata al tema “Piante cibo del mondo”, un posto d’onore sarà riservato alla risicoltura italiana, vanto per qualità e quantità di varietà coltivate in paesaggi d’acqua di grande suggestione e fragilissimo equilibrio naturalistico.Comunicato stampa 1 e 2
  • 27-28 settembre a Guastalla (RE) XVIII edizione di Piante e animali perduti. Il programma comprende varietà antiche e tradizionali di frutti, fiori, sementi e razze di animali domestici (pecore, galli, galline, maiali, asini, bovini e colombi), degustazioni di eccellenze come il “gnocco fritto” e rarità culinarie del territorio, incontri sulla biodiversità zootecnica e con gli “agricoltori custodi”. Antichi giochi di strada, patente asinina ed esplorazioni a dorso d’asino per bambini, mostra mercato di vintage e riuso, laboratori artigiani e start up dal cuore verde. Per gli amanti del tabarro la “Confraternita del Tabarro degli Antichi Dominii Estensi”. Tra le novità un focus dedicato alla transumanza ed alla vita dei pastori. Con il Palio di San Lucio sfida a colpi di parmigiano-reggiano fra i caseifici rivieraschi del Po. Cartolina
  • 3-5 ottobre VI edizione di Orticolario a Villa Erba di Cernobbio (Como): il senso conduttore sarà l’olfatto, il fiore protagonista l’aster, empathy garden nel padiglione centrale e ancora 13 giardini creativi. Comunicato stampa e foto

Libri segnalazioni

  • Lorenzo Cammelli ci segnala l’uscita del suo libro “C’era una volta un fiore….storie racconti e fiabe di un vecchio giardiniere ma nel cuore rimasto ancora bambino”.
    “C’era una volta un fiore…..” è una raccolta di emozioni e stati d’animo particolari. I protagonisti delle storie svelano un segreto molto intimo risvegliando i nostri pensieri più belli. In questo mondo così tecnologico forse non tutto è perduto perché i fiori distribuiscono e seminano sentimenti che non sono solo egoismo. E’ un legame di affetto, di storie vissute sin da bambino fino ad arrivare all’età adulta. I fiori, ma non solo, che diventano punto di riferimento come un dolce e nostalgico riparo. Un rifugio e un nido dove raccogliere e non cancellare i segni della memoria. Edizioni ilmiolibro.it Milano 2014 , pp. 116 , €. 10,00 ISBN978-88-91071-71-2
    http://www.ceraunavoltaunfiore.it/come-acquistare-il-libro/

 Intorno a Milano

  • Roberto Biscardini, presidente dell’Associazione Riaprire i Navigli, valuta positivamente le dichiarazioni dell’assessore regionale alla cultura Cristina Cappellini: “Finalmente accolta la nostra idea. La proposta che i Navigli Lombardi siano riconosciuti patrimonio dell’Umanità sembra farsi strada. Infatti la proposta avanzata tempo fa dalla nostra associazione può avere successo, ma solo se si unisco le forze e se ci sarà consenso largo di tutte le istituzioni a partire dalla Regione Lombardia e dal comune di Milano. Non basta però parlare di civiltà dell’acqua, bisogna rendere chiaro il grande patrimonio storico dei Navigli. L’intero sistema dei Navigli lombardi, per il peso che riveste nella storia del paesaggio e della cultura italiana ed europea, esempio straordinario della capacità dei milanesi di saper governare le loro acque per trarne profitto e organizzare sviluppo e navigazione, prima di ogni altro esempio europeo, meriterebbe nel suo insieme il riconoscimento dell’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Rivolgiamo un appello a tutti coloro che possono dare il loro contributo in questa direzione”

Dal mondo dei giardini

  • Le fioriture di luglio a Villa della Pergola: i fiori di loto e gli agapanthus tardivi.
    Sbocceranno a luglio i fiori di Loto, piante acquatiche con romantici fiori dai grandi petali che porteranno a Villa della Pergola ad Alassio, sulla Riviera ligure di Ponente, un’atmosfera orientale. Nel mese di luglio, inoltre, fioriranno gli Agapanthus tardivi, i cui fiori si dispongono a formare pennellate ricche di colore simili alle onde del mare, e continueranno le fioriture delle Ortensie Annabelle (Hydrangea arborescens ‘Annabelle’), arbusti vigorosi dai grandi fiori bianchi, delle Ortensie Quercifoglie, caratterizzate da foglie simili a quelle della quercia americana e con infiorescenze di forma conica; delle Lantane, i cui fiori tendono a cambiare colore nell’arco della fioritura; degli Oleandri, arbusti sempreverdi dalla fioritura rigogliosa; delle Buccinatorie (Distictis buccinatoria), piante rampicanti dai colori cangianti; e, infine, del Plumbago.
    Per informazioni e prenotazioni:Giardini di Villa della Pergola, via Privata Montagu 9, 17021 Alassio (Savona) Tel. +39.0182.646130 – info@giardinidivilladellapergola.com – info@villadellapergola.com www.giardinidivilladellapergola.com - www.villadellapergola.com

Mostre

  • dal 17 luglio ART IN NATURE/ATTO II, BOB VERSCHUEREN _ The Slope. Un incontro tra Arte e Natura. Dopo Stuart Ian Frost, il progetto Art in Nature quest’anno prosegue con un altro artista: lo scultore belga Bob Verschueren che ha realizzato l’opera site specific The Slope. Villa Panza di Biumo, Varese

Prodotti

  • Samba di DeRoma è l’innovazione nel mondo dei vasi in resina: lo stile di questa collezione la rende adatta a diverse composizioni e alle dimensioni di qualsiasi pianta. I vasi Samba, infatti, possono raggiungere un’ampiezza di 58 centimetri di diametro e altrettanti di altezza, oltre ad essere sviluppati per mantenere sempre la stessa struttura grazie alle barre antideformazione di cui sono dotati.
    Tonalità disponibili: lampone e rosso al verde chiaro, passando per l’antracite e il bianco. Anche la varietà delle forme permette un’ampia possibilità di scelta, da quelle più tondeggianti a quelle più squadrate, senza dimenticare le più classiche rettangolari a cassetta.
    I vasi Samba sono resistenti ai raggi UV quindi perfetti per un ambiente outdoor, ma grazie alle apposite rotelle e alla predisposizione del foro possono essere facilmente trasportati in un ambiente indoor. Inoltre, non necessitano di un sottovaso aggiuntivo in quanto sono dotati di un cassetto per la riserva d’acqua, dove una sfera segnala la giusta quantità ed eventuali eccessi.

Viaggi

  • 17-19 settembre VIAGGIO GALABAU 2014 (NORIMBERGA)
    In occasione della Fiera Galabau 2014 (Norimberga, 17-20 settembre 2014) la più importante manifestazione dedicata alla costruzione del verde in Europa, Il Verde Editoriale, in collaborazione con AIAPP delegazione Lombardia, AIPIN, Federazione regionale dei dottori agronomi e forestali della Lombardia, Sia (Società italiana di arboricoltura) e NürnbergMesse Italia ha deciso di organizzare un viaggio in cui coinvolgere professionisti e aziende di settore interessate alla manifestazione associandodurante i viaggi di andata e ritorno alcune visite tecniche a importanti interventi a verde realizzati recentemente. Programma

Nessun commento

lug 18 2014

Lausanne jardins 2014

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Sono tornata per la seconda volta a vedere questo festival di giardini che si tiene ognmi 5 anni a Losanna e che, a differenza di tante altre manifestazioni tutte all’insegna dell’effimero, cerca di portare la riflessione sul rapporto fra natura e spazio urbano offrendo la possibilità ai cittadini e ai visitatori di fare un percorso all’insegna del verde e della creatività in differenti luoghi della città. E non solo per qualche giorno ma da luglio a ottobre!
Il tema di questa edizione era Landing nel senso del verde che atterra nella città; i luoghi prescelti per le 27 installazioni sono i più vari da un angolo di parco, a una piazza, a una fontana, a un tetto fino a un oscuro vicolo cieco.

Molte le idee, per lo più ben realizzate, grande attenzione alla fruizione.
Per una descrizione dei giardini vedi http://lausannejardins.ch/en/gardens/
Ecco alcune immagini

Botanic box : un pezzo di giungla atterra in città in un grande container rosso. Una riflessione sulla mobilità del giardino in città

Bubbles, grandi bolle cosparse di fiori bianchi prendono il volo e atterrano su una bella Promenade

Potager urbain

Travelling: al posto delle cicche di sigarette semi che fioriscono fra le pietre della pavimentazione

Voyages: per simboleggiare i movimenti della natura alcune installazioni che rievocano diversi habitat nomadi

Mina lobata

Plant lines: al posto dei fili con il bucato fili scorrevoli con poiante da condividere con i vicini

Garden balance: l’equilibrio sta nella partecipazione collettiva

Il verte: una paletta di tonalità di verde per ridisegnare uno spazio anonimo dove si gioca a bocce

Uno degli angoli dello spazio del gioco delle bocce rivisitato: qui una seduta avvolta dalle mente profumate

Oubreak: un prato rigoglioso colonizza i portici di una fontana

Garden collective: sulla scala della chiesa una piccola foresta in sacco

Pick up flowers: un self service di fiori stagionali

Bolle esotiche: nel Parc de l’Hermitage una messa in secna artificiale della natura in città

Par monts et par vaux: all’interno della cattedrale un mini paesaggio alpino con 6 blocchi di marmo che evocano la creazione delle montagne

 

Nessun commento

lug 18 2014

Aiuole a Losanna

Pubblicato da in "plant design"

Girando per Losanna ho incontrato aiuole e angoli di verde molto naturali e ben tenuti: ecco una piccola rassegna di immagini

Un piccolo giardino d’ombra con tante hosta e tappezzanti

Aruncus dioicus e felci

Macleaya cordata

Alcea rosea

Giardini pensili di un palazzo che non ha nulla da invidiare al bosco verticale (anzi!!!)

Un piccolo orto scolastico

Ippocastani con tronchi bianchi al parc de l’Hermitage

 

Nessun commento

lug 18 2014

Intorno a Reggio Emilia con Silvia Ghirelli

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Nel mese di giugno Silvia ha accompagnato un gruppetto di soci VerDiSegni alla scoperta di alcuni giardini da lei progettati intorno a Reggio Emilia.

La prima sosta è stata – rifocillati con meraviglioso erbazzone – al vivaio Minari fuori Parma, un vero paradiso dei bossi che Piergiorgio coltiva in grossi vasi larghi e bassi a  semisfera, una forma molto più bella della consueta palla che appare un pò troppo rigida e artificiale. I bossi vanno potati due volte l’anno, con una potatura leggera estiva (mai potare al sole) e una più decisa in ottobre. Per combattere la micidiale farfallina bianca dei bossi (piralide) Minari suggerisce come rimedio biologico Success a base di Spinosad, principio attivo derivante da un batterio (Saccharopolyspora spinosa) comunemente presente nel terreno. Intorno alle serre dei bossi un bell’assortimento di erbacee perenni e ortensie.

I vasi nei quali coltiva i bossi a semisfera

la grande serra con i bossi

Buxus Bleuer Heinz, dalle foglie quasi blu

Buxus Rakette ideale per siepi

Il bel giardino intorno al vivaio

Semplici sedute fatte di tralci di vite

Una sosta ha riguardato un giardino ancora in costruzione nel quale il tema, tecnicamente molto interessante, è quello dell’armatura con gabbioni di ferro ricoperti di geotessuto di un declivio molto scosceso tutto coltivato a vite; nelle tasche del geotessuto è stata piantata Lippia repens che dovrebbe coprire tutta l’area con la delicata fioritura primaverile e mantenendo le foglie nel periodo invernale. I percorsi carrabilki sono stati realizzati con prato armato. Molto belli i muretti a secco e la pavimentazione con pietre spezzate nel cemento.
Ecco alcune immagini

Particolare delle tasche con Lippia repens

Un’altra tappa a Montecchio ha riguardato un giardino privato realizzato una decina di anni fa e ora un pò abbandonato in attesa della vendita della proprietà: nonostante la manutenzione ormai ridotta molto bello e piacevole la struttura formata da ampie stanze arrotondate con una piccola successione di dolci balze di prato che conducono alla piscina (l’unica cosa che stona un pò come spesso le piscine nei giardini).

Una delle morbide stanze del giardino

le balze di prato che Silvia ha disegnato sdraiandosi sul terreno per trovare una posizione da sedia sdraio

Ecco silvia sdraiata su una delle balze

L’ultimo giardino è quello di Villa Arnò ad Albinea dove la proprietaria, Caroline Arnò, che ha collaborato con Silvia alla realizzazione del giardino, ha creato l’associazione Arte in orto con mostre, corsi e vari eventi.
Anche in questo caso un giardino a stanze con una profusione di rose, ormai sfiorite nel momento della nostra visita, bordure di perenni e un bell’orto disegnato con cassoni sopraelevati parzialmente racchiuso da una bella struttura di legno.

Un angolo del giardino d’ombra con una delle tante piccole sculture esposte nel giardino

L’edificio, un castelletto neoclassico con le piacevoli bordure di ortensie e di hoste in vaso.

Hemerocallis e rose davanti alla dimora principale

L’orto in un disegno di Silvia Ghirelli

La struttura pergola di legno di castagno che circonda l’orto e la piccola stanza da pranzo all’aperto

Quattro catalpe nane (bungei) ombreggiano la tavolta da pranzo

Lungo il percorso del nostro piccolo viaggio abbiamo incontrato uno stupendo viale con due filari di gelsi secolari: davvero memorabile

Nessun commento

lug 18 2014

Un piccolo giardino in via Turati

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Uno degli ultimi interventi, di piccola scala, di Marco Bay è un piccolo giardino pensile per la Deutsche Bank nel centro di Milano, in via Turati.
Passando sull via è possibile vedere il giardino che si staglia all’improvviso per il suo elegante candore, delle variegature dei Cornus controversa che si accompagnao, in un disegno molto sobrio e minimalista, con alcuni esemplari di Ginkgo biloba e con una bella composizione di erbacee da ombra.
Ecco alcune immagini

Nessun commento

lug 18 2014

Rolex learning Center di Losanna

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Un’architettura davvero unica nel suo genere quella firmata dall’architetto giapponese Kazuyo Sejima dello studio Sanaa per il nuovo centro di ricerca e formazione Rolex sul lago alla periferia di Losanna.
Una forma ondulata, di cemento, tutta a grandi vetrate aperte sul paesaggio circostante, una forma organica, direi, che struttura un edificio che non ha nessuna gerarchia di ingresso e per questo appare penetrabile da ogni punto: all’interno un enorme vuoto, riempito sobriamente da alcune strutture, come la libreria, tutta di forma arrotondata, la biblioteca, la sala congressi e alcuni piccoli studi per i colloqui docenti-studenti.

Per il resto lo spazio si può utilizzare a piacimento percorrendo spazi inclinati che fanno sperimentare una sensazione di spaesamento del tutto piacevole. Qui e là sacchi colorati diventano le sedute per sdraiarsi.
Estremamente insonorizzato e tutto illuminato dalla luce naturale, lo spazio è declinato nelle tonalità del bianco, del grigio e del color òegno.
Da vedere il bel film in 3D che Wim Wenders aveva proiettato alla biennale di architettura di Venezia di alcuni anni fa www.youtube.com/watch?v=cYA8Tykc6Bc

Ecco alcune immagini

Il grande piazzale antistante il Rolex è tutto impostato su una griglia di cerchi inerbiti

Il plastico del Rolex center

Uno dei salottini

La libreria

Piccolo spazio di lettura nel bookshop

Vuoti da riempire a piacimento

Unici arredi in questi spazi aperti sacchi colorati per sdraiarsi comodamente da soli o in compagnia

Un minuscolo giardino Zen in una delle nicchie che si aprono nell’architettura

Nessun commento

lug 18 2014

Letti per voi

Pubblicato da in "News"

Ecco un piccolo romanzo che vi consiglio caldamente, che mi ha segnalato la mia amica Maria Grazia Campagnani.
“Sulle tracce di una rosa perduta”, Andrea Di Robilant, Corbaccio, 2014
Lo spunto, intorno al quale ruota tutta la narrazione, che è nel cotempo intrigante e molto interessante, è una bella rosa sconosciuta che il protagonista, l’autore stesso, ha ritrovato in quello che era il grande parco della dimora di un suo antenato Mocenigo e perciò chiamata preovvisoriamente “Moceniga”. Un viaggio a ritroso nel tempo che ci fa ripercorrere la storia delle rose cinesi in Europa.
“Presi in mano una rosa e la osservai attentamente. Era di un rosa argentato con leggere venature. I petali, molto chiari al centro, diventavano sempre più colorati alle estremità, e si staccavano e cadevano al suolo appena li toccavi. Il profumo era forte e fruttato. Faceva pensare all’odore di lampone e pesca…”

Tra i personaggi che l’autore incontra in un questo suo viaggio sulle tracce della rosa perduta, da segnalare Eleonora Garlant che nel suo giardino di Artegna, in provincia dui Udine, ha una collezione straordinaria di rose antiche, botaniche e inglesi. (vedi immagini del suo giardino su http://www.youtube.com/watch?v=XCNrWlyx56g) e Helga Brichet che nel suo giardino a Terenziano (Perugia) ha una collezione di rose cinesi.

Nessun commento

lug 18 2014

Dal mondo delle riviste

Pubblicato da in "News"

Arcipelago Milano

Gardenia, luglio 2014

  • Il bello della notte: un servizio sul giardino di Villa Tre Tetti vicino a Lecco: le luci artificiali danno coropo alle opere d’arte installate
  • Stile italiano veste inglese: una rassegna dell’ultima edizione del Chelsea Flower Show
  • Musica per giardinmieri: una rassegna dell’ultima edizione del festival del paesaggio a Roma
  • Hosta: regine dell’ombra
  • Arcobalento verticale: i lupini

Gardens Illustrated, july 2014

  • Artfully modern: il caso di un cottage garden completamente rinnovato

    Hydrangea macrophylla schloss Wackerbarth

  • W ild style: un giardino selvaggio
  • Phlox, una rassegna
  • Creative flow: un country garden con tocchi formali
  • Iris acquatici

Repubblica, 25 giugno 2014

Nessun commento