Post di aprile, 2014

apr 23 2014

Flash dal fuori salone di MIlano

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Per mancanza di tempo ho solo fatto delle brevi incursioni per vedere alcune installazioni, perciò il mio è un resoconto un pò parziale.
Qui di seguito alcune immagini di cose che mi hanno colpito e che mi piace condividere con voi

Un piccolo e raffinato giardino è quello disegnato da Cristina Mazzucchelli per Samar in Corso Magenta a Milano. Si chiama “Fermati e respira” e raccoglie nello spazio raccolto di un vecchio cortile milanese molte specie di arbusti e di erbacee (elenco per gli interessati)

Fermati e respira ci C. Mazzucchelli. Ai lati candidi fiori di Spiraea prunifolia plena alternata con il rosa di Tamarix gallica; sullo sfondo Betula alba Youngii e nei vasi al centro Carex morrowii Ice dance

Fermati e respira Mazzuchelli

Nascondi
Fermati e respira Mazzuchelli

Ho trovato molto suggestiva la casa molto japanese a porte scorrevoli montata in uno dei chiostri dell’Università Statale di Milano

Sliding nature di Torafu Architects con Panasonic

Interessanti le installazioni alla Fabbrica del vapore in via Procaccini a Milano sul tema delle architetture vegetali

Green utopia, Fabbrica del vapore

Esempi di costruzioni di terra cruda e paglia

Struttura di canne

Il giardino portatile ecoterapeutico progettato da Francesca Neonato con vasche di Floema (fioriere mobili in vetroresina colorata)

Greenisland 2014 dedicato a Piet Oudolf

Greeisland 2014 nell’atrio della Stazione di Porta Garibaldi: sedie di design ideate e realizzate da Flori Nubben (NL)

Una delle foto di Alberto Callari dedicate a Piet Oudolf appese nell’atrio della stazione

Ecco alcune immagini scattate a Orto fabbrica di Studio Grassi design

Ortofabbrica

Installazione di Silvia Ghirelli per All’origine

Installazione Ghirelli

Chaise longue in verde

Salotto in verde

Particolare del salotto in verde tutto avvolto in Trachelospermum jasminoides

Fontana in corten

Vasi del Laboratorio San Rocco

Infine qualche immagine dal suggestivo cortile dello spazio Orlandi in via Mateo Bandello

Rossana Orlandi cortile

Spazio Orlandi

Rossana Orlandi cortile

Spazio Rossana Orlandi

Nessun commento

apr 23 2014

Les jardins des migrations a Marsiglia di Isabella Boila

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

L’amica Isabella Boila ha appena visitato i nuovi giardini “Les jardins des migrations”, un nuovo intervento paesaggistico al Fort St Jean di Marsiglia. Il progetto fa parte di un più ampio intervento di risistemazione della’area dell’antico forte e, sul fronte paesaggistico, è costituito da uno spazio “promenade” e da una serie di giardini tematici all’insegna dell’ecologia e della bassa manutenzione con un impianto vegetale adatto al clima secco e caldo.
Ecco alcune immagini

1 Fort Saint Jean Marsiglia

Elenco dei Jardins des migrations

Jardins des migrations

Jardins des migrations

Jardins des migrations

Jardins des migrations

Jardins des migrations particolare della pavimentazione

Jardins des migrations

Jardins des migrations

Nessun commento

apr 23 2014

Letti per voi

Pubblicato da in "News"

Eva Boasso Ormezzano, Ortensie e idrangee, L’Artista Editrice, 2013, 175 pp. 28 euro

Un testo molto serio e documentato che, nella sua prima parte, ricostruisce con un approfondito apparato iconografico la storia di questa bellissima essenza (Le prime notizie fra Seicento e Settecento; Le ortensie nell’Ottocento tra classificazione e diffusione; Inquadramento tassonomico nel Novecento).
Nella seconda parte – dopo una illustrazione degli aspetti morfologici della specie e degli aspetti colturali – passa in rassegna 50 specie e cultivar con delle schede molto dettagliate e con il supporto di immagini molto belle.
L’autrice è una naturalista e da sempre appassionata di ortensie di cui coltiva una collezione di circa 150 esemplari.

Claudia Zanfi presenta il suo libro su Piet Oudolf

Green Island, I giardini di Piet Oudolf, Bolis Edizioni, 95 pp., 14 euro

Un piccolo libro, dedicato al fotografo Alberto Callari, che descrive brevemente 9 giardini firmati da Oudolf in giro per il mondo, dalla mitica High Line di New York al recente intervento a Rotterdam, fino al Lurie garden di Chicago, passando attraverso il giardino vivaio di Hammelo.
Un testo utile a far conoscere lo stile e i lavori del grande paesaggista olandese che ha dato inizio a uno nuovo stile di plant design.

Nessun commento

apr 23 2014

Dal mondo delle riviste

Pubblicato da in "News"

Acer n. 2 2014

  • Le coperture verdi di Palazzo Lombardia
  • Marco Bay, i Maestri del paesaggio 2013
  • Stabilità e vitalità degli alberi urbani

Arcipelago Milano diversi numeri

Gardenia aprile 2014

  • A. Perazzi, La rosa selvatica che illumina il sottobosco: R. hugonis
  • M.C. Zaza, Le iris da campo
  • M. Lombardi, Il Vivaio Minari a Parma specializzato in bossi

Gardens Illustrated aprile 2014

  • Spring dreams: tulipani di vari colori con accostamenti cromatici suggeriti con erbacee
  • Front gardens guide: consigli su come progettare un front garden
  • Slopin sites a cura di Annie Guilfoyle: come progettare difficili pendenze

Nemeton Magazine aprile 2014

  • S. Iovino, Appunti per una ecologia della letteratura
  • M. Corrado, Green utopia: appuntamenti per un presente possibile
  • AA.VV., Green utopia: costruire con la terra cruda

Notiziario della Scuola Agraria di Monza 15 aprile 2014

Nessun commento

apr 23 2014

Foto curiose

Pubblicato da in "News"

Silvia Ghirelli con un bosso felice!

tastiera verde

Nessun commento

apr 23 2014

Un appello sulla scomparsa delle api di Avaaz

Pubblicato da in "News"

Pubblico qui di seguito un appello dell’organizzazione Avaaz per salvare le api

Cari Avaaziani,
Miliardi di api stanno morendo: è un olocausto ambientale che minaccia tutti noi. Per la maggioranza degli scienziati è colpa dei pesticidi. Ma le grandi aziende chimiche finanziano pseudo ricerche che permettono ai politici di perdere tempo. Se raccoglieremo abbastanza promesse di donazione, potremo finanziare una ricerca indipendente che tenga finalmente testa alle multinazionali.
In questo momento nel mondo stanno morendo miliardi di api. In Europa già ora non ce ne sono più a sufficienza per impollinare tutti i campi, e in California, dove si produce la maggior parte del cibo USA, gli apicoltori perdono il 40% delle api ogni anno.
La morte delle api è un olocausto ambientale che minaccia tutti noi perchè senza impollinazione sparirebbe la maggior parte delle piante e perderemmo un terzo delle nostre risorse di cibo.
La comunità scientifica ha lanciato l’allarme contro la chimica che uccide le api, e sostiene che stiamo usando molti più pesticidi del necessario. Ma, proprio come fanno le compagnie petrolifere per il cambiamento climatico, i grandi produttori di pesticidi commissionano pseudo-ricerche scientifiche che mettono in dubbio le prove di tutto ciò e danno ai politici la scusa per rimandare le decisioni.
Fare ricerca costa caro. La comunità di Avaaz è forse l’unica al mondo capace di finanziare il primo studio su larga scala interamente finanziato dal basso e del tutto indipendente su cosa sta uccidendo le api, per contrastare con forza la scienza fai-da-te delle grandi case farmaceutiche. L’urgenza è massima: se noi falliremo, chi altri può farcela? Vediamo se siamo in grado di raccogliere le enormi risorse per salvare le api.
Il tempo sta per scadere. Un recente studio ha rivelato la tremenda verità: in più della metà degli stati europei le api mellifere non sono più sufficienti per impollinare tutti i campi. Nel Regno Unito c’è solo un quarto delle api necessarie, e anche se altre api stanno occupando il vuoto lasciato dalle mellifere, probabilmente cominceranno a morire anche loro se continuiamo a riempire i campi di pesticidi.
E potrebbe anche essere stato tutto inutile: dall’invenzione dei pesticidi, ormai 70 anni fa, si è ormai scoperto che alcuni sono più dannosi che utili per la produzione di cibo, perchè eliminano le difese naturali contro gli insetti. Oltretutto nel tempo molti insetti diventano immuni alla chimica, obbligando gli agricoltori all’uso di pesticidi sempre più mortali che finiscono con il contaminare anche l’uomo.
Ormai tutti, dalle agenzie governative ai centri di ricerca, concordano sul fatto che i pesticidi neonicotinoidi sono responsabili di questa strage. Ma i giganti della chimica come la Bayer, per impedire una limitazione dei loro prodotti, continuano a sfornare ricerche fai-da-te che secondo loro dimostrano che i pesticidi non sono necessariamente responsabili della sparizione delle api. E la strategia funziona: negli USA, dove si combatte l’ultima battaglia contro i pesticidi, il governo dice che non ci sono prove a sufficienza per giustificare un divieto. Se si perde negli USA, l’Europa rischia di seguire a ruota e annullare il divieto temporaneo ora in vigore contro queste pericolose sostanze.
E’ ora di farla finita con questo assurdo dibattito. Quando ci saranno abbastanza promesse di donazione, Avaaz finanzierà una ricerca condotta da scienziati di fama mondiale che spazzi via ogni dubbio. E allora potremo unirci ad apicoltori e gruppi locali in un’enorme offensiva globale per salvare le api usando diverse strategie tra le quali:
- Organizzare un tour mondiale della nostra mascotte Bernie l’Ape e far finire i risultati della ricerca su tutti i principali organi di stampa.
- Commissionare sondaggi di opinione in quei Paesi in cui si coltiva di più per demolire l’idea che gli agricoltori non possano sopravvivere senza pesticidi.
- Fare pressione sui commercianti affinché non vendano più pesticidi mortali. In Europa già succede, vogliamo che lo facciano anche supermercati e centri giardinaggio in tutto il mondo.
- Spingere al massimo per l’approvazione, finalmente, della legge anti-pesticidi che da troppo tempo è bloccata al Congresso USA.
- Fare i nomi di chi produce e vende i pesticidi api-killer con pubblicità con ne colpiscano l’immagine.
- Intraprendere un’azione legale contro quelle agenzie governative che hanno approvato i neonicotinoidi, nonostante sia provato che sono tossici per le api e una minaccia per altre creature benefiche.
Le api hanno un nemico molto organizzato e molto ricco, disposto a tutto per garantire che i profitti della chimica e dei colossi dell’agricoltura non siano intaccati. Se le api scompariranno, lasceremo ai nostri figli un mondo molto diverso, in cui mele e mandorle saranno cibi esotici sugli scaffali dei supermercati. Ma abbiamo già fatto passi da gigante nella difesa di questi preziosissimi animali: lo scorso anno 2,4 milioni di membri di Avaaz sono stati parte di un movimento europeo incredibile, che ha convinto il Parlamento UE a porre un veto di due anni all’uso dei peggiori pesticidi api-killer. Se la nostra comunità agirà compatta, potremo spazzare via il falso dibattito che blocca la politica e ottenere i divieti all’uso di questi pesticidi in tutto il mondo. Salviamo le api una volta per tutte!
Con speranza e determinazione,
Ricken, Mia, Emma, Allison, Christoph, Mais, Emily, Ian, Jeremy e tutto il team di Avaaz

PER FARE UNA DONAZIONE: http://www.avaaz.org/it/index.php

MAGGIORI INFORMAZIONI
Meno api, meno cibo (RaiNews)
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Meno-api-meno-cibo-1d5e4e70-0a68-4158-86a8-b44ccadd0470.html 

I pesticidi che uccidono le api sono un rischio per i bambini (Wired)
http://www.wired.it/lifestyle/food/2013/12/18/pesticidi-che-uccidono-le-api-sono-un-rischio-per-bambini/

Sos api: Ue conferma stop pesticidi-killer (Ansa)
http://ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/istituzioni/2013/08/27/Sos-api-Bruxelles-conferma-stop-pesticidi-killer_9205997.html

Scomparsa delle api. Bayer e Syngenta fanno causa all’Ue che ha limitato l’uso di tre insetticidi (Ultimora Notizie) http://ambiente.ultimoranotizie.it/scomparsa-delle-api-bayer-e-syngenta-fanno-causa-allue-che-ha-limitato-luso-di-tre-insetticidi/

La Bayer indagata per gli insetticidi che fanno strage di api (La Stampa)
http://www.lastampa.it/2011/07/25/cronaca/la-bayer-indagata-per-gli-insetticidiche-fanno-strage-di-api-tUnwe6fIypVRdppLHrUJYN/pagina.html 

Strage di api, mandorle alle stelle. Le cause: stress e pesticidi (Repubblica)
http://www.repubblica.it/economia/2013/11/05/news/strage_di_api_in_california_vola_il_prezzo_delle_mandorle-70259855/

Nessun commento

apr 22 2014

News in tema di corsi, workshop, fiere orticole e altro ancora

Pubblicato da in "News"

Sono fioriti gli Iris japonica nel mio giardino sul lago

Corsi e convegni

  • 2-4 maggio Convegno Ars Florum a Montecatini Terme, l’associazione europea che raggruppa i professori di Alta Arte Floreale Occidentale.Quest’anno nel corso delle tre giornate si alterneranno artiste e professori ai massimi livelli artistici internazionali. Comunicato stampa
  • 19-24 maggio workshop organizzato da Linaria a Roma per riqualificare ingresso metroploiz. Programma
  • 24-29 giugno workshop organizzato da Linaria alla serra dei giardini della Biennale di Venezia. Programma
  • 28 maggio a Milano Giornata di studio su Etnobotanica a cura della Rete degli orti botanici di Lombardia. Dalle 9 alle 17 presso Aula G 14 in via Golgi 9. Comunicato stampa

Fiere e vivai

  • 1-4 maggio Tre giorni per il giardino al Castello di Masino, Caravino (TO): quest’anno la durata sarà di 4 giorni anziché dei consueti tre. Comunicato stampa
  • 1-4 Maggio  Arti e Horti, II edizione mostra mercato Vivere country, Tenuta Valle Cento, SS Cassia Km 37,800 – Loc. Settevene, Nepi (VT). Comunicato stampa
  • 3-4 maggio Georgica di Emilia sulle rive del Po a Guastalla: mostra mercato di piante ornamentali e da frutto antiche e rare, ortaggi ed esposizione di land art. Per info www.georgica.it
  • 9-11 maggio Orticola, Giardini Indro Montanelli, via Palestro Milano. Comunicato stampa
  • 1-11 maggio a Pienza XXIX edizione di “Pienza e i fiori”: un capolavoro caravaggesco mai prima esposto, uno spettacolare giardino effimero e un emozionante tour in parchi storici tra i più belli (e privati) della Toscana. Il tutto a Pienza, “Città Ideale”per definizione, a dominare quel paesaggio, anzi quell’immenso giardino, unico al mondo che è la Val d’Orcia. Info: www.prolocopienza.it www.comune.pienza.siena.it www.ufficioturisticodipienza.it
  • 16-18 maggio torna il Festival del Verde e del Paesaggio, l’atteso appuntamento per appassionati di gardening organizzato sul Parco Pensile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, giunto alla quarta edizione. Tra le particolarità di quest’anno i giardini dimostrativi di Carlo Contesso, la Rosa che Barni ha dedicato a Micol Fontana, per la prima volta in vendita al pubblico, oltre a collezioni di iris, melograni e hydrangee, piante spontanee, gladioli nani ed erbacee da ombra. http://www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it/
  • 23-25 maggio. Perugia Flower Show, mostra mercato di piante rare e inconsuete che si terrà presso i favolosi Giardini del Frontone di Perugia.Programma
  • 24-25 maggio Flowers and food Acqui Terme, Lungo Corso Bagni dalle 9.30 alle 19.30. Comunicato stampa
  • 25 maggio Giornata Nazionale ADSI 2014 “Cortili e giardini aperti in Toscana”. Una sola data per un itinerario unico che apre le dimore storiche toscane private da Pontremoli a Siena. http://www.adsi.it/adsi-toscana/
  • 25-27 maggio III edizione di Ninfeamus a Villa Litta Borromeo a Lainate. Programma

Grandi giardini italiani

  • Sotto l’egida dei Grandi giardini italian nasce il progetto “100 giardini per EXPO 2015″, un percorso turistico strutturato e coordinato tra i più bei giardini e gli orti della Lombardia, del canton Ticino e di altre 12 regioni italiane.
    Faranno parte della rete sia giardini di proprietà privata (il 20% dei quali non è mai stato aperto al pubblico) sia giardini e parchi di proprietà dei Comuni e province italiane.
    Per i visitatori italiani e stranieri verrà prolungato l’orario di apertura dei giardini compresi nell’itinerario turistico.
    Inoltre nei 100 giardini del network per Expo gli orti e i frutteti saranno ristrutturati per essere coerenti con il tema della manifestazione “Nutrire il pianeta”. La nuova rete dei 100 giardini sarà avviata a partire dalla primavera 2014 in modo da poter diffondere tra i curatori un modello ottimale di gestione.
    Per info ufficiostampa@grandigiardinitaliani.it

Dal mondo dei Festival

  • Chaumont sur Loire : a partire dal 12 aprile aprono le esposizioni di arte contemporanea nel parco. 10 nuovi artisti di fama mondiale : Gabriel Orozco, che si è ispirato ad antichi arazzi Miguel Chevalier con i suoi giardini virtuali, Miguel Chevalier con le radici della Loira, Vincent Barré con il caos, , il “momento fecundo” d’Henrique Oliveira, le luci di Ralph Samuel Grossmann, e le fotografie dei boschi sacri di Gyeon Gju” del grande artista coreano Bae Bien-U, le ombre della notte e del giorno di Jocelyne Alloucherie. Per info www.domaine-chaumont.fr

Intorno a Milano

  • E’ “sbocciato” a Milano, in Corso Buenos Aires 42, a pochi passi dalla metropolitana MM1 Lima, un nuovo punto vendita destinato a diventare un punto di riferimento, una sorta di tappa obbligata per chi ama i fiori o vuole un tocco colorato in ogni ambiente della casa anche senza avere il pollice verde. Milano in fiore Corso Buenos Aires 42 MM Lima Milano tel 02 29511756 Aperto da lunedì a sabato dalle 10 alle 19.45 e la domenica dalle 11 alle 19,45

Libri

  • Vi segnaliamo che Caroline Klein sta preparando per la casa editrice Callwey di Monaco di Baviera (www.callwey.de) una guida sull’architettura di paesaggio di Milano (da pubblicazione: primavera 2015 in concomitanza con l’EXPO).Stanno raccogliendo i progetti più recenti ed interessanti di Milano

Dal Mondo dei giardini

  • Le risorse culturali e paesaggistiche del territorio: una valorizzazione a rete. Il WWF Biellese, attraverso l’Oasi Giardino Botanico di Oropa, promuove e partecipa alle azioni di “Radici del Paesaggio”, un progetto dedicato ai grandi patriarchi verdi delle province di Biella, Vercelli e Novara finanziato dalla Compagnia di San Paolo. Per info http://www.gboropa.it/Educazione/Radici.htm
  • 30 maggio – 2 giugno Ortinfestival: festival gastronomico degli orti contemporanei Al Potager Royal dei Giardini della Reggia di Venaria Reale. Saranno in mostra, in uno spazio di circa 10 ettari dove oggi è riproposto il Potager realizzato secondo i principi dell’Agro-ecologia, i migliori frutti della terra e le più innovative esperienze ispirate da un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e dal design, per “un’alimentazione sana, gustosa, creativa e sostenibile”. Si tratta di un percorso indoor e outdoor con circa cento spazi espostivi dove si potranno provare e acquistare prodotti di pregio, dalla gastronomia, al florovivaismo orticolo al design.

Dal mondo delle associazioni

  • Ritrovarsi nei giardini: l’associazione culturale propone viaggi per la conoscenza dei giardini, non solo di quelli botanici e dei parchi ma anche quelli dei semplici, gli orti e le coltivazioni agricole. Per info http://www.ritrovarsineigiardini.org

Mostre

  • 18 aprile – 20 giugno, Lungolago di Stresa, Corso Italia 26, Il profumo dell’arte: importanti pittori di fiori del XVII e XVIII secolo. Orari 10.30-13.30; 16.30-22.30

Premi

  • Quindicesima edizione del Premio “La Città per il Verde” iniziativa che da anni conferisce riconoscimenti ai Comuni Italiani che si sono particolarmente distinti per realizzazioni o metodi di gestione innovativi, finalizzati all’incremento del patrimonio verde pubblico. La manifestazione ospiterà il Premio speciale “Il Comune più Organico”, giunto alla seconda edizione, dedicato ai Comuni Italiani che si sono distinte per avere attuato sul loro territorio politiche informative e operative rivolte alla filiera riduzione-recupero-riciclo dei rifiuti, con particolare attenzione ai ciclo dei rifiuti biodegradabili e compostabili. Comunicato stampa

Siti web

 

 

 

Nessun commento

apr 03 2014

Altri eventi del fuori salone di Milano

Pubblicato da in "News"

 

  • La paesaggista Silvia Ghirelli ha curato un allestimento verde per Ortofabbrica, via Savona 37, Milano (comunicato stampa)
  • Aiapp organizza Giardini e paesaggi aperti 2014. Locandina studi aperti e programma
  • La paesaggista Cristina Mazzucchelli ha ideato un giardino dei profumi per Samar legno in un cortile di Milano, Corso Magenta 12. Immagine
  • PN Studio e Floema presentano Movinscape, il giardino portatile per il benessere decorato dai Folligeniali e con le piante di Cascina Bollate alla Fabbrica del vapore, via Procaccini 4, Milano. Nella stessa sede giovedì 10 aprile alle 18 Francesca Neonato racconta “Ecoterapia: cosa saremmo senza le piante?”

Nessun commento