Post di marzo, 2014

mar 28 2014

Le giornate di studi di Orticola dal primo dopoguerra agli anni ottanta

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Arrivate al III appuntamento, le giornate di studio di Orticola – curate da Filippo Pizzoni e Margherita Lombardi – che si sono svolte alla Galleria d’arte moderna di Milano il 27 e 28 marzo 2014, si confermano un appuntamento molto qualificato e stimolante per la capacità di intrecciare tanti diversi sguardi disciplinari sul mondo del giardino e delle piante del nostro paese.
Come impressione generale quella di una vivacità non sempre conosciuta che ha visto nel passato l’emergere di tante eccellenze, di tanti saperi, alcuni forse un pò persi di vista oppure nascosti allo sguardo dalla nostra tendenza a vedere il meglio del giardino nei paesi anglosassoni.
Per esempio il grande ruolo che ha rivestito nella nostra cultura del verde la rivista Il giardino fiorito nato nel 1931 per iniziativa della Società Italiana Amici dei Fiori e che ha visto tra i suoi illustri collaboratori i coniugi Calvino (da non perdere il piccolo libro pubblicato nel 2011 da Donzelli “250 quesiti di giardinaggio risolti”), Pietro Porcinai, Cecil Pinsent, Domenico Icardi (solo per fare alcuni nomi) e che ha cessato le pubblicazioni nel 2007.
Dalla rassegna è emersa anche la storia così ricca delle ibridazioni delle rose italiane che, secondo il bel quadro che ne ha fatto Michela Mollia, ha contato nel periodo preso in esame 465 varietà di rose (Fratelli Ingegnoli, Cazzaniga, Icardi, Fratelli Giacomasso tra i più importanti ibridatori).
Molto interessanti i contributi di Annamaria Conforti Calcagni sul revival del giardino all’italiana negli anni venti dopo l’innamoramento del giardino paesaggistico che aveva visto la trasformazione di molti giardini formali del nostro paese e di Giorgio Galletti che ha illustrato la figura e l’opera del grande Cecil Pinsent tra revival e nuovo stile.
Uno spaccato della storia del vivaismo italiano è stato tracciato da Francesco Mati, rappresentante della quarta generazione dell’azienda Piante Mati di Pistoia, dai primi innesti degli anni venti che vedevano in primo piano il know how italiano in tutta Europa, la grande professionalità dei giardinieri e la cultura delle piante degli anni ’30.’40 e ’50,  fino ai problemi dell’oggi: il calo drammatico dell’occupazione nel settore, la diminuzione delle barriere alla concorrenza per l’emergere della produzione fuori terra e la diminuzione del vantaggio competitivo delle piante italiane, complici gli appesantimenti burocratici e amministrativi.
Da segnalare che Francesco Mati ha appena pubblicato un ebook di divulgazione botanica per bambini: Linneus, distribuito su Itunes.
Molto belli e approfonditi i ritratti del Vittoriale (a cura dello storico e antropologo Federico Carlo Simonelli) , ultima vera opera di D’Annunzio  che lo concepì come foresta di simboli vivi e che lo vide impegnato negli ultimi trent’anni di vita assieme all’architetto Giancarlo Maroni e del giardino di Ninfa fatto da Giuppi Pietromarchi, cresciuta alla scuola del padre Benedetto Sgaravatti.
Maria Pia Cunico ha presentato un ritratto a tutto tondo del grande Pietro Porcinai con riguardo speciale al suo utilizzo della vegetazione; significativa della sua poetica la dichiarazione del grande paesaggista che suona più o meno così “Quando le piante vivono fra loro in piena armonia associativa, anche il loro portamento e la loro forma esprimono una perfezione armonica e tale armonia di rapporti si estende anche al colore”.
Intrigante la bella rassegna dei fiori e delle piante come gioelli presentata da Francoise Izaute.
A concudere i lavori Francesca Marzotto Caotorta, che  nella sua bella rassegna “Il giardino ha bisogno anche di parole” , ha ripercorso la straordinaria figura di Ippolito Pizzetti e della sua stupenda avventura editoriale sia con “Pollice verde”, la rubrica tenuta sull’Espresso per otto anni fino al 1983 e, soprattutto con la mitica collana “Ornitorinco” di Rizzoli i cui titoli oggi sono quasi introvabili e che sarebbe bello che fossero ripubblicati (a questo proposito per una panoramica di tutti i titoli usciti nella collana si veda il recente “Gli ornitorinchi di Ippolito Pizzetti”, edito da Pendragon) per arrivare alla creazione di Gardenia nel 1983, di cui fu l’ideatrice e il primo direttore.
Per il programma delle giornate e per consultare le relazioni http://www.orticola.org/orticola/?page_id=5546

Nessun commento

mar 28 2014

Anteprima di Orticola 2014: 9-11 maggio

Pubblicato da in "News"

Venerdì 21 marzo ho assistito alla conferenza stampa di orticola che ha avuto luogo nella bella casa del presidente avv. Gianluca Brivio Sforza nel pieno centro di Milano. Molte le novità della prossima edizione che avrà luogo a Milano dal 9 all’11 maggio.

Innanzitutto va precisato, fatto non molto noto, che gli utili della manifestazione saranno destinati, come è ormai tradizione, al verde milanese (ad esempio l’area giochi dei giardini Perego è stata realizzata grazie al contributo di tre anni di utili di Orticola).

Francesca Marzotto Caotorta ha voluto ricordare le principali finalità della manifestazione creata ormai 19 anni fa: dare un supporto sul piano della visibilità e delle opportunità commerciali ai tanti piccoli vivaisti che sono una vera e propria eccellenza nel panorama italiano e non solo e diffondere la cultura del verde fra i cittadini sia imponendo che le piante vengano identificate con i nomi botanici (prassi diffusa negli altri paesi e ancora non del tutto entrata nella tradizione orticola italiana), sia facendo conoscere piante meno banali di quelle che purtroppo riempiono,le tremende aiuole urbane.
Nella prossima edizione queste le principali novità:

Piccoli giardini allestiti ciascuno da una coppia di vivaisti e disegnati da giovani paesaggisti con l’intento, molto utile direi, di mostrare come si possono combinare tra loro piante differenti: in questo modo si aiutano anche i vivaisti perché il visitatore e spinto ad acquistare piante di diversi vivaisti. E solo vedendo come si possono comporre accostamenti belli e rispettosi delle esigenze delle singole essenze si impara davvero ad apprezzare piante diverse

Il giardino delle rose italiane, per far conoscere la varietà e la bellezza delle nostre rose e diffondere la conoscenza dell’eccellenza del nostro settore vivaistico che spesso contribuisce negli allestimenti vegetali dei giardini del Chelsea Flower Show

Ingressi verdi con allestimenti a cura del paesaggista Marco Bay con il vivaio Cappellini

Mostra dei risultati di un workshop con studenti dello IED sul tema della comunicazione e presentazione di una mostra di piante: scelta dei colori, della grafica e del modo di presentare le piante

Durante la settimana di Orticola sono previsti eventi culturali come gli incontri sulle rose spontanee al museo di storia naturale e la possibilità di esplorare con visite guidate i depositi botanici del museo e ancora come la mostra sull’editoria sui giardini dal 1931 al 1984 presso la Biblioteca Braidense.

Nessun commento

mar 28 2014

Dal mondo delle riviste

Pubblicato da in "News"

 

Hacquetia epipactis, una piccola erbacea con bratee giallo-verde è tra le piante del mese di marzo di Gardens Illustrated

Nessun commento

mar 28 2014

Foto belle e curiose

Pubblicato da in "News"

Donatella mi invia

Gufetto con cappellino

Huskies in festa

Rita mi manda una strordinaria foto di tulipani

Texture di tulipani, Olanda

 

Nessun commento

mar 28 2014

“Di un giardiniere errante” di Ermanno Casasco

Pubblicato da in "News"

Ermanno Casasco e Anna Maria Botticelli alla Libreria della natura, 6/3/2014

Il sei marzo alla Libreria della natura di Milano la giornalista Anna Maria Botticelli ha intervistato Ermanno Casasco a proposito del suo libro “Di un giardiniere errante” appena pubblicato dalle edizioni dei Maestri di giardino (183 pp, 10 euro). Il titolo vuole evocare la vocazione internazionale del paesaggista che ha girato mezzo mondo disegnando giardini in quasi tutti i continenti.

Un’autobiografia sincera e appassionata che ci racconta con tanta ironia il lungo e travagliato percorso che ha portato un giovane “fiorista” , come lui stesso si definisce, a diventare un paesaggista di fama internazionale.
“La molteplicità di climi e di habotat che presenta il nostro Paese è stata la mia scuola e, in particolare, l’esperienza sicilina, che mi ha insegnato come sia piacevole possibile poter realizzare giardini anche in inverno”, così ha espordito Casasco sottolineando come questo mestiere sia molto bello ma anche molto faticoso a smenite l’immagine un pò retorica del paesaggista che lavora nel piacevole contesto della natura.

Polemici, come è nello stile del personaggio, gli acenni agli architetti che spesso fanno scomparire la figura del paesaggista e la specificità del suo know how professionale come anche alle mode del giardino tutto disegnato a tavolino e reso tanto splendido quanto irrealistico nei sofisticati rendering presentati al cliente.
Gli ingredienti necessari per fare buoni progetti di paesaggio sono per Casasco sono l’approfondimento delle specificità del luogo, del suo clima e della sua vegetazione, una forte visione iniziale che deve sussistere nonostante la necessità di una certa elasticità mentale che sappia adeguare il progetto a tutti i compromessi e a tutte le difficoltà che si incontrano sul campo.

Suoi maestri riconosciuti i grandi paesaggisti e architetti alcuni dei quali conosciuti personalmente durante il suo master in California, da Peter Walker, a Russell Page, a Robert Kealey, a George Lucas a John Watson, “il più grande artista mondiale dell’illuminazione”.
Da Isamu Noguchi ha imparato la sintesi della cultura e dello stile orientale con quello occidentale.
Da loro ha imparato tre cose fondamentali: “primo che il progetto deve essere schematico; secondo che quando si progetta un giardino occorre visualizzare come sarà dopo 25 anni, quando sarà adulto; terzo fotografare i giardini delle villette vicine e capire dal loro stile e dal tipo di vegetazione le origini del proprietario”.

“Quello del giardino non è mai un progetto che si può disegnare su un foglio bianco perchè è sempree soggettoa molti condizionamenti”.

Nessun commento

mar 28 2014

Libri segnalazioni

Pubblicato da in "News"

Freschi di stampa

  • André Gayraud, Cornus: una monografia tutta dedicata a questo genere di arbusti e alberi. 50 euro

Dalla libreria della natura

  • JAPANESE ZEN GARDENS
    KAWAGUCHI Y.
    The austere, enigmatic rock gardens of Kyoto, Japan’s ancient capital, have never ceased to fascinate garden lovers. Weather-beaten rocks set in an expanse of white sand raked into geometric patterns challenge the idea of a garden as a space chiefly dedicated to the cultivation and appreciation of plants. How did the taste for this kind of garden arise? What do the stones represent? Why aren’t there more flowers? This book sets out to answer questions such as these. It explores the Zen characteristics of these gardens, and discusses the impact Zen Buddhism has had on the Japanese way of looking at the natural world. The book considers how these gardens can be seen as artistic representations of Zen consciousness, reflecting the longing for religious enlightenment. This book also shows how key traditional concepts, such as that of using the confined space of a garden to create a landscape in miniature, were reinterpreted in Zen temple gardens. It explores how they make use of traditional imagery, such as those of mountain and sea, and how they reflect that acute sensitivity to the passage of time and the changing of the seasons which characterizes so many other Japanese garden styles. Richly illustrated with newly commissioned photography by Alex Ramsay, this book covers important examples of Japanese Zen temple gardens from the fourteenth century through to the twentieth century. It appeals to readers who are interested in gardens, garden design and garden history, as well as in Zen Buddhism and Zen aesthetics. It also serves as a useful reference book for travellers planning a trip to Japan to visit the country’s temples. Pagg. 208, cm 29×29, rilegato. Pagg. 224, cm 24×29, rilegato. Euro 45  
  • LANDSCAPE ARCHITECTURE  -  AN INTRODUCTION
    HOLDEN R. LIVERSEDGE J
    Aimed at prospective and new students, this book gives a comprehensive introduction to the nature and practice of landscape architecture, the professional skills required and the latest developments. After discussing the history of the profession, the book explains the design process through principles such as hierarchy, human scale, unity, harmony, asymmetry, colour, form and texture. It looks at how design is represented through both drawing and modelling, and through digital techniques such as CAD and the use of GIS (Geographic Information Systems). This is followed by an examination of project management and landscape management techniques. Finally, the book explores educational and employment opportunities and the future of the profession in the context of climate change and sustainability. Illustrated with international examples of completed projects, Landscape Architecture provides an invaluable, one-stop resource for anyone considering study or a career in this field. Pagg. 208, cm 22×26, brossura Euro 34  
  • NEW BRAZILIAN GARDENS  -  THE LEGACY OF BURLE MARX
    R. SILVA
    Presenting over thirty gardens and landscapes located across Brazil, from the coast to the hills, from the cities to the jungle, New Brazilian Gardens offers an exciting and vibrant overview of current practice by designers hardly known outside the country. Newly available in paperback, this publication gives new insights into the debate about design versus horticulture and provides an extensive resource for every form of gardener. Pagg. 192, cm 25×27, brossura. Euro 29  
  • CAMELIAS  -  CHOISIR ET CULTIVER LES MEILLEURES VARIETES
    ROUE T. ET O.
    Stars de l’automne et de l’hiver, les camélias sont d’une diversité inouïe. Tout aussi adaptés aux grands jardins de sous-bois qu’aux patios en ville, la culture en pots ou en bacs leur convient également très bien. Dans ce livre, Thomas et Olivier Roué, éminents producteurs de camélias en Bretagne, nous détaillent les éléments clé pour réussir leur culture et dévoilent un choix pertinent des 120 meilleures variétés d’aujourd’hui (toutes illustrées) pour profiter de leurs superbes floraisons depuis septembre jusqu’en mai. Pagg. 160, cm 17×22, brossura. Euro 22,50    
  • FOUGERES RUSTIQUES  -  POUR LE JARDIN
    EZAVIN O. BASSET C.
    Écrit à 4 mains, par un pépiniériste spécialiste des fougères et un botaniste qui les a étudiées dans leurs milieux naturels, Fougères rustiques pour le jardin est un ouvrage vraiment complet qui traite à la fois des aspects botaniques et de la culture des fougères au jardin. Très illustré l’ouvrage propose des conseils de plantation, des idées d’associations et la description complète et détaillée de plus de 90 espèces adaptées à nos jardins. Fougères rustiques pour le jardin donne toutes les informations nécessaires à leur culture et met en évidence l’éventail de formes et de couleurs offertes par ces plantes encore trop méconnues des jardiniers, qui offrent pourtant de nombreuses possibilités d’associations et qui sont incontournables dans les jardins ombragés. Pagg. 222, cm 17×22, brossura.
  • RHS BOTANY FOR GARDENERS
    AA. VV.
    Clever…valuable introduction to the study of plant science.’ – Gardeners Illustrated RHS Botany for Gardeners is more than just a useful reference book on the science of botany and the language of horticulture – it is a practical, hands-on guide that will help gardeners understand how plants grow, what affects their performance, and how to get better results. Illustrated throughout with beautiful botanical prints and simple diagrams, RHS Botany for Gardeners provides easy-to-understand explanations of over 3,000 botanical words and terms, and show how these can be applied to everyday gardening practice. For easy navigation, the book is divided into thematic chapters covering everything from Plant Pests, and further subdivided into useful headings such as ‘Seed Sowing’ and ‘Pruning’. ‘Botany in Action’ boxes provide instantly accessible practical tips and advice, and feature spreads profile the remarkable individuals who collected, studied and illustrated the plants that we grow today. Aided by this book, gardeners will unlock the wealth of information that lies within the intriguing world of botanical science – and their gardens will thrive as a result. This is the perfect gift for any gardener. Contents Includes…The Plant kingdom Growth, Form and Function Inner Workings Reproduction The Beginning of Life External Factors Pruning Botany and the Senses Pest, Diseases and Disorders Botanists and Botanical Illustration …And Much More! Pagg. 224, cm 18×23, rilegato.
    Euro 23     Euro 27  
  • SULLA PANCHINA
    JAKOB MICHAEL
    Quando ci sediamo su una panchina in cerca di un momento di riposo o per godere della vista di un paesaggio, quasi mai ci rendiamo conto di quanto questo oggetto, in apparenza banale e insignificante, funzioni come una vera e propria macchina visiva, «intelligente e visionaria», in grado di farci comprendere la realtà che abitiamo. Obbedendo a una semplice quanto efficace strategia visiva, la panchina, mentre apparta dal flusso del mondo, crea situazioni e paesaggi particolari, insegna, suscita, cita. Orienta il nostro sguardo e modella il nostro stato d’animo. Michael Jakob ci guida in un viaggio sorprendente attraverso i giardini e le epoche, dalla Toscana rinascimentale alla Francia del Settecento, dalla Russia degli anni Venti ai paesaggi industriali della contemporaneità, provando a ricostruire le molteplici vite di un’entità desueta: dalle panchine reali, come le «panche di via» di Firenze o Pienza e quelle stravaganti di Bomarzo, a quelle letterarie (Rousseau, Stifter, Sartre), artistiche (Manet, Monet, Van Gogh, Liebermann) o cinematografiche (Vertov, Antonioni). Un saggio di cultura visuale colto e raffinato, accessibile – per il fascino dei temi, l’originalità dell’impostazione, l’eleganza della scrittura e la ricchezza dell’apparato iconografico – anche al lettore curioso. Pagg. 250, cm 14×21, brossura.Euro 28      

3 commenti presenti

mar 25 2014

News in tema di corsi, conferenze, fiere di piante e altro ancora

Pubblicato da in "News"

Corsi, conferenze e workshop

  • Domenica 30 Marzo, dalle 9,00 alle 19,00, si terrà uno speciale evento gratuito presso Brescia Garden in Via Vallecamonica, che per un’intera giornata aprirà al pubblico per mostrare e spiegare le migliori tecniche di coltivazione dell’orto e i consigli di un grande chef (Beppe Maffioli) per utilizzare le piante da orto in cucina. Locandina
  • Domenica 30 marzo workshop di cesteria e di intreccio creativo Zappata Romana, Hortus Urbis presso l’ex Cartiera Latina, via Appia Antica, 42/50 (accanto alla fontanella). Per info www.hortusurbis.it
  • 27-28 marzo 2014 Giornate di studio Orticola di Lombardia: “La cultura delle piante in Italia dal primo dopoguerra agli anni ottanta. Programma
  • giovedì 3 aprile, a cura di CAM Zona 6, Biodiversità alimentari nel mondo, ore 16, Spazio Seicentro via Savona 99. Locandina
  • venerdì 4 aprile, Giornata internazionale su Landscape e Green Business, 9.30-13, Aula Rogers Politecnico di Milano, Via Ampère 2. Programma
  • venerdì 4 aprile 2014 presso la Sala di viale Gabriele D’Annunzio 15, a Milano, l’incontro sul tema Landscape economy: paesaggio e archeologia, occasioni di sviluppo perun’economia del paesaggio di primaria importanza per il futuro dell’Italia e dell’Europa. Programma
  • 4-8 giugno 2014 workshop ACMA con Jean Michel Landecy su “Milano 2014: l’osservatorio dei territori”. Programma 
  • Giardinaggio e orticoltura: dalla teoria alla pratica in 4 incontri organizzati da Zappata romana:
    1) introduzione + terreno questo sconosciuto + preparazione aiuole, sabato 29 MARZO, ore 10.00 – 13.00
    2) consociazioni, semine in vasetto e in pieno campo, sabato 12 APRILE, ore 10.00 – 13.00
    3) trapianti, gestione delle piante I, sabato 3 MAGGIO, ore 10.00 – 13.00
    4) gestione delle piante II, malattie e difesa dai parassiti, sabato 17 MAGGIO, ore 10.00 – 13.00
    Il corso è tenuto dal dott. Agr. Enrico Lazzari, agronomo amico dell’Hortus Urbis esperto di orticoltura naturale e verde ornamentale.
    Sede: Hortus Urbis, via Appia Antica 42/50, Roma. Costo: donazione suggerita di 30,00 euro a persona + 5,00 euro Carta Amici del Parco dell’Appia Antica.PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: hortus.zappataromana@gmail.com – www.hortusurbis.it
  • Maestri del paesaggio settembre 2014
    6-21 settembre la piazza verde e altri eventi
    19 settembre workshop di paesaggio e fotografia
    20-21 settembre International meeting

Concorsi

  • “Diventa un Awakener”: concorso per giovani creativi sulla valorizzazione e sul riutilizzo dei materiali.
    Per partecipare al concorso è indispensabile che tutte le creazioni siano state realizzate secondoil principio dell’upcycling, ovvero il processo di trasformazione di materiali di scarto odi prodotti nonpiù utilizzati, in materiali e oggetti nuovi di migliore qualità e maggiore valore ambientale.Ogni partecipante di età compresa tra i 18 e i 40 anni può presentare fino a tre progetti oarticoli di design come oggetti per interni, creazioni, indumenti, prodotti relativi all’IT estrumenti musicali. Possono partecipare al concorso i cittadini di tutte le nazionalitàresidenti esclusivamente in Bulgaria, Francia, Lituania e Italia. Il termine per lapresentazione delle proposte è il 28 marzo.
    Per info http://www.isprambiente.gov.it/files/notizie-ispra/notizia-2014/concorso-diventa-un-awakener/Diventa_un_Awakener.pdf 
  • Il giardino del sogno: Dal 1 al 4 maggio 2014, durante la II edizione di Arti e Horti Ville e Casali County Fair (mostre mercato dedicata allo stile di vivere in campagna) saranno esposti i giardini temporanei fruttodi un concorso promosso da AIAPP sui temi dell’arte e del design . Presso la Tenuta Valle Cento – SS Cassia km 37,800 – in località Settevene (Nepi).

Fiere e mostre vivaistiche

  • 29-30 marzo 2014  si terrà sul Lago Maggiore, principale centro di produzione di camelie in Europa, la 48 edizione della mostra della camelia di Verbania e Cannero Riviera. Programma 
  • 4-6 aprile 2014  VERDEMURA Mura Urbane di Lucca
  • 4-6 aprile “I GIARDINI DEL VOLTURNO” Mostra Mercato di fiori, piante e tutto quanto fa giardino. SAN BARTOLOMEO CASA IN CAMPAGNA (CE). Per info http://sanbartolomeoeventi.it/ 
  • 6 aprile e 4 maggio A Brescia sboccia la Primavera con Brixia Florum l’appuntamento dell’Associazione Florovivaisti Bresciani con la mostra mercato di fiori e piante tra le vie del centro storico di Brescia. Per info www.florovivaistibs.it 
  • 11-13 aprile FIOR DI CITTA‘: PISA IN FIORE. Il percorso espositivo attraverserà tutto il centro della città, nelle aree pedonali, proponendo numerosi appuntamenti divulgativi, divertenti e interattivi. Per info www.leopolda.it 
  • 12 e 13 aprile  “Fiori nella Rocca” Alla Rocca Visconteo-Veneta di Lonato del Garda (Brescia).
    Per info http://www.lagodigardamagazine.com/verona.aspx.
  • 12 e 13 aprile 2014 Cusago in fiore: nel cuore del Castello visconteo ci saranno i vivaisti storici e i nuovi produttori che si affacciano al mondo del verde.
  • 25, 26 e 27 aprile, a I Casali del Pino, Roma, torna FloraCult, la mostra mercato di florovivaismo amatoriale giunta alla 5° edizione e diventata sempre di più il punto di riferimento per la cultura del giardino. Ideatrici e organizzatrici dell’evento, fin dalla sua nascita, sono Ilaria Venturini Fendi, imprenditrice agricola e designer, e Antonella Fornai,paesaggista e curatrice della Mostra. Programma 
  • 25 aprile a Casteponzano (Cremona) la II edizione di Semi scambi per scambiare semi di fiori, arbusti, frutti e ortaggi. Programma
  • 25-27 aprile 2014, Nel segno del giglio alla Reggia di Colorno, mostra mercato di giardinaggio di qualità.
    Per info http://www.nelsegnodelgiglio.it/
  • 25-27 aprile “Flora et decora”, mostre del verde e del giardinaggio negli spazi della Basilica di Sant’Ambrogio a Milano. Programma
  • 1-2-3-4 MAGGIO 2014 TRE GIORNI PER IL GIARDINO Castello di Masino Caravino Torino
  • 3-4 maggio a Ferrara “Giardini estensi”, II edizione della mostra di piante rare e insolite. Per info http://www.giardiniestensi.it/
  • 10 – 18 maggio 2014 Candelo in Fiore, uno degli eventi più attesi in tutto il Piemonte. Location d’eccezione il Ricetto di Candelo, uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Programma
  • 23-25 maggio 2014 Bucolica: il vivere country: arredi e oggettistica in e outdoor, mostra di giardini temporanei di donne paesaggiste. Info http://www.bucolicacountry.com/
  • 23-24-25 MAGGIO 2014 PERUGIA FLOWER SHOW Giardini del Frontone, Perugia
  • 30 maggio- 2 giugno ORTINFESTIVAL, Festival gastronomico degli orti contemporanei che si svolgerà nel Potager Royal della Venaria Reale, residenza sabauda dichiarata patrimonio Unesco che dall’inaugurazione nel 2007 si è assestata al 5° posto tra i musei italiani più visitati, dal 30 maggio al 2 giugno.Comunicato stampa 
  • 8-9 GIUGNO BALLANDO TRA I FIORI. Giardino Saline Farnese Salso Minore, Salsomaggiore Terme. Mostra di rose, ortensie, agrumi e altro ancora
  • 3-5 ottobre 2014 Orticolario: sono stati selezionati dal Comitato i 15 finalisti del Concorso internazionale “Giardini creativi” che avranno l’opportunità di realizzare il proprio progetto nel parco di Villa Erba a Cernobbio, in occasione della sesta edizione di Orticolario. Comunicato stampa

Iniziative FAI

Intorno a Milano

  •  29 marzo 2014 Biciclettata al Parco delle Groane organizzata da AIAPP Lombardia con la guida dell’arch. Lopez che è stato per anni il direttore del parco. Programma
  • http://www.ria prireinavigli.it/sostenere-il-progetto.html: per sostenere il progetto dell’associazione Riaprire i Navigli. Si tratta di di un’opera di grande interesse  regionale e nazionale, che consentirebbe di mettere in rete, riqualificare e rendere navigabili i 140 chilometri dei Navigli lombardi, dall’Adda al Ticino, con conseguenti ricadute ambientali, culturali ed economiche su Milano e la Lombardia

Dal mondo dei giardini

  • I GIARDINI DI VILLA DELLA PERGOLA AD ALASSIO aprono al pubblico dal 29 marzo a fine ottobre, durante tutti i weekend. Locandina
  • Camelie sul Lario: alla scoperta delle camelie in fiore del Lago di Como. Da marzo a giugo 2014 uno spettacolo da non perdere vi aspetta sul lago di Como: le Camelie in fiore! Per info www.grandigiardini.it/scheda.php?id=176
  • Contest Fotografico “Tulipanomania” al Parco Giardino Sigurtà (VR). Dopo il grande successo dello scorso anno, anche quest’anno il Parco Giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio, VR) organizza un contest fotografico in occasione di Tulipanomania, la coloratissima fioritura di un milione di Tulipani che insieme a Giacinti, Muscari e Narcisi si manifesta nei mesi di marzo e aprile nel tesoro naturalistico di Valeggio sul Mincio. La famiglia Sigurtà premierà in giugno i tre scatti più suggestivi e gli autori vinceranno un abbonamento per entrare al Parco per tutta la stagione 2014. Per info www.grandigiardini.it/scheda.php?id=79

Dal mondo dei vivai

  • 12-13 aprile Sapori primavera al Vivaio Priola di Treviso: due giorni con le ricette di primavera. Ospiti Libereso Guglielmi, scrittore e botanico, Guerrino Maculan, chef, L’Erbolario di Lodi. Sul sito è scaricabile e consultabile il nuovo catalogo delle piante Per info: www.vivaipriola.it

Mostre

  •  Il Giardino Bardini ’libro di testo’ per un laboratorio di educazione ambientale rivolto alle scuole fiorentine . I quattro ettari del parco monumentali di Villa Bardini (Firenze) diventano uno straordinario laboratorio di educazione ambientale per gli alunni delle scuole fiorentine. Un ‘libro di testo’ molto particolare per accogliere il progetto ‘Gli alberi raccontano’ promossa, per la primavera 2014, dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini Peyron dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Per info: info@bardinipeyron.it www.bardinipeyron.it Tel.055 20066206
  • Alla Fondazione Benetton di Treviso Declinazioni di paesaggio. Incisioni dal 1991 al 2013: quaranta opere grafiche dell’artista Livio Ceschin. Nato a Pieve di Soligo (Treviso) nel 1962, Ceschin inizia nel 1991 l’attività di incisore lavorando sui maestri del passato – Rembrandt, Tiepolo, Canaletto, Pitteri – e trovando quindi ispirazione nel paesaggio trevigiano, dalle Prealpi alla laguna: rifacendosi dunque a una tradizione che, nata con l’attenzione per la campagna trevigiana di Guglielmo Ciardi, si è sviluppata per circa un secolo fino alla seconda metà del Novecento, annoverando tra le sue fila numerosi pittori; in particolare Giovanni Barbisan fu maestro eccellente nel ritrarre gli aspetti del paesaggio veneto attraverso incisioni di straordinaria finezza.
    Per saperne di più http://www.fbsr.it/fbsr.php/la_citta/mostre/Declinazioni_di_paesaggio_Incisioni_dal_1991_al_2013
  • Presso la Fondazione Benetton Percorsi bibliografici: a periodicità mensile, vengono esposte a disposizione degli interessati e in una sezione appositamente dedicata le pubblicazioni possedute dalla biblioteca su un argomento specifico relativo alle aree disciplinari di interesse o collegato ad attività in corso o già concluse. marzo-aprile 2014 Giorgione e la pittura di paesaggio. Il percorso bibliografico, allestito negli spazi della biblioteca dellaFondazione, presenta una selezione di volumi tratta dalla biblioteca e dal Fondo Lionello Puppi. Bibliografia http://www.fbsr.it/media/2013/bibliopercorsogenfeb14_1335_1388399547.pdf

Salone Mobile e Fuori Salone

Fontana di corten

Gallinella di corten

  • “Il giardino di Corten”: Nuovo brand del gruppo friulano Schneider per l’arredo da giardino. Comunicato stampa
  •  Il Novecento a Milano. In occasione delle giornate del Salone del Mobile che si terrà a Milano nel mese di aprile 2014 il Centro di Architettura. ACMA organizza una visita guidata alle principali opere realizzate a Milano dagli anni ’20 al dopoguerra. La visita partirà
    dalla Stazione Centrale seguendo un itinerario che comprende il Grattacielo Pirelli, la Ca’ brutta di Muzio e la Montecatini di Giò Ponti, la Torre Velasca di BBPR e la Casa Rustici di Terragni. Rientrano nel programma opere di: Figini e Pollini, Caccia Dominioni, Asnago e Vender, Gardella, De Finetti, Bottoni, ecc. L’iniziativa si presenta come un valido approccio a una delle città che hanno maggiormente favorito lo sviluppo dell’architettura moderna in Italia.
  • Dall’8 al 13 aprile, negli spazi della Fabbrica del Vapore in via Procaccini 4 a Milano, nascerà GREEN UTOPIA, una piccola città utopica di duemila metri quadri con esempi reali di architettura vegetale, la più innovativa e concreta risposta alle esigenze di sostenibilità contemporanee nell’architettura e nel design. Ideazione e coordinamento arch Maurizio Corrado. Per info http://www.nemetonmagazine.net/blog/?p=3136
  • GREEN ISLAND. LANDSCAPING: Dutch design for a new city Garden. Inaugurazione 8 aprile atrio stazione Garibaldi Milano. Flyer e comunicato stampa
  • Paysage a Green Island, 10 aprile ore 18 presso spazio Lambertini 22 con “Touch of Dutch landscape”
  • Urban agricultural Survival Kit. Milano Green Point and the flat Massimo Carasi. Survival party giovedì 10 aprile 19-22.30, Milano via Paolo Frisi 3. Per info www.patriziapozzi.it
  • Presso l’Ordine degli architetti di Milano (via Solferino 19) durante il salone dall’8 al 13 aprile dalle ore 10 mostra dedicata agli scatti di Gabriele Basilico, splendido omaggio alla città che immortala i paesaggi industriali milanesi e allestimenti di Benedetta Tagliabue con allestimenti all’insegna del relax.
  • ORTO Green Design: una collezione di oggetti dedicata alla coltivazione nel paesaggio domestico, progettata da Tommaso Mancini. E’ una linea di design sostenibile, che introduce nella quotidianità la cura di “fazzoletti di terra” e porta l’attenzione sulle nuove forme di agricoltura urbana. Troverete Orto Green Design durante il FuoriSalone di Milano a Milano Green Point per la mostra Urban Agriculture Survival Kit e alla Fabbrica del Vapore per la mostra Green Utopia.
  • Evento clou del Navigli Design District – che si svilupperà tra spazi interni e cortili tipici, laboratori e installazioni – saranno le ambientazioni realizzate sulla flotta di chiatte galleggianti. Programma

Viaggi

  • Manchester Language School organizza:
    viaggio per i giardini della Cornovaglia 27 aprile- 3 maggio 2014. Programma
    Chelsea Flower show and spring gardens 18-25 maggio 2014. Programma
  • Da Linnea Tours: per info www.linneatours.it 
    15-16-17 maggio Giardini ed arte intorno Firenze: viaggio preparato insieme alla Sezione di Milano di Italia Nostra.
    22 – 25 maggio – I giardini dell’isola d’Elba – Splendide atmosfere nel colmo della primavera sull’isola nel Parco dell’arcipelago toscano.
  • Gardens Illustrated con Noel Kingsbury
    America’s gardens heartland, 30 settembre – 8 ottobre 2014. Programma
  • Italia nostra per info www.italianostra-milano.org
    Dal 23 al 30 giugno 2014: la Scozia del Nord con i suoi castelli e gli incantevoli paesaggi delle Highlands e delle Orcadi

Un commento presente