Post di marzo, 2013

mar 21 2013

News in tema di conferenze, concorsi, mostre e altro ancora

Pubblicato da in "News"

Casa sull’albero. Foto presa dal sito di Meglio possibile: sostenibilità applicata

Conferenze, corsi e workshop

  • sabato 23 marzo a Milano, Biblioteca Affori di Villa Litta, “Seminiamo una nuova urbanità” per fermare il cemento. Incontro pubblico per raccontare che cosa si perderà se si costruirà sull’area che dal Paolo Pini si estende fino alla Bovisasca. Programma
  • da sabato 2 marzo a sabato 6 aprile, ogni sabato, ciclo di incontri di giardinaggio rivoluzionario dal titolo “Vogliamo anche le rose” a cura del laboratorio di quartiere Hub Giambellino. Programma
  • Sono ancora aperte le iscrizioni al corso per giardiniere qualificato con specializzazione in parchi e giardini storici al Giardino di Boboli, Firenze, organizzato dall’associazione Paesaggi e giardini. Programma
  • 12 aprile ore 10 a Roma Convegno su La funzione terapeutica degli spazi verdi: un valore ancora sconosciuto. Considerazioni sulle realizzazioni esistenti e nuove applicazioni delle proprietà energetiche delle piante per il nostro benessere psico-fisico. Roma, Sala dell’Aranciera del Vivaio di S. Sisto, P.le di Porta Metronia, 2
    Per leggere gli abstract degli interventi: http://www.nemetonmagazine.net/blog/?p=2608
  • Dal 17 al 21 aprile a Milano workshop “Nuovi modelli agricoli per la metropoli contemporanea” con Maria Goula, ACMA, www.acmaweb.com. Programma
  • 19 aprile, tutto il giorno a Milano II edizione di studio di Orticola di Lombardia sul tema “La cultura delle piante in Italia dall’unità d’Italia alla I guerra mondiale”. Sede: GAM, Villa Reale Milano. Programma
  • 25 aprile a Castelponzone (Cremona) Semiscambi, a cura della delegazione FAI di Cremona e del gruppo giovani FAI. Programma
  • Per 4 sabati dal 13 aprile al 6 luglio a Milano workshop “Soluzioni creative per piccoli spazi all’aperto”. Carlo Gabriele Architettura dei giardini, Alzaia Naviglio Pavese 6, Milano. Programma
  • Dal 6 al 12 maggio a Roma workshop “Identità nel paesaggio”, organizzato da Biennale spazio pubblico e Linaria Rete. Luogo: c/o Metropolis città meticcia, Roma. Programma
  • domenica 7 aprile a Milano, corso di giardinaggio biologico, Il giardino degli aromi. Programma

Festival e concorsi

  • Prende il via la 14a edizione del Premio “La Città per il Verde”, il premio nazionale dedicato ai Comuni e alle Province che hanno investito in modo eccellente il proprio impegno e le proprie risorse a favore del verde pubblico. Per la 14° edizione l’iniziativa si arricchisce del Premio speciale “Il Comune più ORGANICO”, dedicato alle amministrazioni comunali che si sono distinte per avere attuato sul loro territorio politiche informative e operative rivolte alla filiera riduzione-recupero-riciclo dei rifiuti biodegradabili e compostabili. La cerimonia di consegna dei premi avrà luogo presso il Flormart di Padova che quest’anno darà un forte impulso al tema del verde pubblico, allestendo un ampio spazio dedicato proprio agli elementi di innovazione tecnica, ambientale ed economica delle diverse tipologie di verde urbano.
    Il bando, le schede di partecipazione e le istruzioni per candidarsi al Premio “La Città per il Verde” sono disponibili sul sito www.ilverdeeditoriale.com. Scadenza del Bando: 24 maggio 2013. Sede della premiazione: Salone del Florovivaismo Flormart (Fiera di Padova, 11-13 settembre). Data della premiazione: Giovedì 12 settembre 2013
    Per info: iniziative@ilverdeeditoriale.com – www.ilverdeeditoriale.com
  • Dal 17 al 19 maggio Festival del Verde e del Paesaggio, Auditorium Parco della Musica – Roma
    Il verde in tutte le sue declinazioni: non solo architettura del paesaggio e dei giardini, ma anche vivai specializzati, giardinaggio, manutenzione del verde, letture tematiche, concerti, e poi ancora concorsi amatoriali e per addetti ai lavori, attività ludiche dedicate alla cura e al decoro degli esterni.
    Per info: http://www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it/.
    Il Festival indice inoltre un concorso letterario “Racconto breve sotto le foglie”. I racconti, ispirati al tema del giardino devono essere inoltrati entro il 26 aprile 2013; per scaricare il bando http://www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it/concorsi.html 
  • Dal 17 al 21 settembre 2013 l’associazione culturale “architetto Simonetta Bastelli” organizza un evento dedicato al rapporto tra architettura e natura, che comprende un premio, un workshop e un convegno internazionale. Luogo: San Venanzo (Terni).
    Per maggiori informazioni: http://simonettabastelli.wordpress.com/2013/02/03/new/

Filmati dal web

Fuori Salone, a Milano dal 9 al 14 aprile: anticipazioni

  • Green Island 2013 di Claudia Zanfi presenterà Green bike: slow mobility e verde in città. Incontri, iniziative e mostre sull’uso della bicicletta e sui progetti di sviluppo del verde cittadino. Programma
  • Open days ACMA con la mostra “Temporary garden: cortili aperti Ventura/Lambrate”. Per informazioni www.acmaweb.com. Programma
  • Le piante invadono il design: Natural Design Exhibition, a cura di Maurizio Corrado, la prima mostra al mondo che individua e riunisce la tendenza internazionale più avanzata del green design, una selezione di oggetti contenenti piante, prodotti, prototipi, sperimentazioni, proposte provenienti da tutto il mondo che integrano le piante negli oggetti di uso quotidiano. Per info http://www.professionearchitetto.it/mostre/notizie/17153/2013-la-piante-invadono-il-design

Mostre

  • Fino al 30 marzo a Milano alla Fabbrica del vapore di via Farini a Milano, organizzata da Via Farina DOCVA, Spannung di Alberto Scodro, che presenta un repertorio delle relazioni vitali che lo spazio espositivo intrattiene con l’ambiente. Presentazione

Orti in casa

  • Erbizia: un angolo di giardino dentro casa per coltivare le erbe aromatiche con Grow The Planet, un nuovo canale per diffondere pratiche ecocompatibili. Progetto

Petizioni

  • Un appello dei seminatori di urbanità, ex Ospedale Paolo Pini per la non edificazione e per una variante al PGT-MIlano
    Il nuovo PGT (Piano di Governo del Territorio) ha approvato la edificazione nel Comparto Litta Modignani, all’interno dell’area che attraversa parte del parco dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini fino alla via Bovisasca. Un programma di edificazione voluto dalla Provincia di Milano che non tiene in conto alcuno delle realtà operanti: orti comunitari, area sperimentale dell’Istituto Pareto, aree di biodiversità e bellezza. Per il testo dell’appello e per la firma cliccare il link  https://www.change.org/it/petizioni/ai-seminatori-di-urbanit%C3%A0-ex-ospedale-psichiatrico-paolo-pini-riunire-inoltrare-richieste-di-non-edificazione-e-variante-al-pgt-milano?utm_medium=email&utm_source=share_petition

Spreco alimentare

  • Il primo questionario sullo spreco domestico in Italia è stato realizzato da Last Minute Market, società che sviluppa progetti per il recupero dei beni invenduti (o non commercializzabili) a favore di enti caritativi, e dal Dipartimento di Scienze e tecnologie agro-alimentari dell’Università di Bologna, con il servizio scientifico interno della Commissione europea: l’iniziativa si affianca alla costituzione di Waste Watchers, il primo Osservatorio Nazionale sullo Spreco. I risultati raccolti ci aiutano a capire cosa, quanto e perché sprechiamo, ma soprattutto quanto ci costa.

    http://agronotizie.imagelinenetwork.com/attualita/2013/02/28/dimmi-cosa-mangi-e-ti-diro-quanto-sprechi/17600?utm_campaign=newsletter&utm_medium=mail&utm_source=kANSettimanale&utm_content=2257

Viaggi di studio

  • Italia nostra organizza dal 2 al 5 maggio un viaggio di studio nella Marche “Pellegrini dell’architettura: Urbino, Francesco di Giorgio e Giancarlo de Carlo”, con l’assistenza culturale dell’arch. Francesco Borella. Programma

Un commento presente

mar 21 2013

Dal mondo dei vivai e delle mostre mercato

Pubblicato da in "News"

  • http://www.giardininviaggio.it/wp-admin/post.php?post=4320&action=edit&message=6
  • Anticipazioni da Orticola e Orticolario
    - Alla prossima edizione di Orticola che si terrà a Milano dal 10 al 12 maggio sono previste alcune interessanti novità. Saranno in mostra idee per tre piccoli giardini: “La pergola degli agrumi” a cura di Nicolò Grassi per Oscar Tintori, “Botticelli spettinato” con Umberto Pasti per i vivai Tor San Lorenzo e “Eclissi” disegnato da Elena Stevanato per i Vivai Nord. Saranno predisposte poi 10 aiuole x 10 vivaisti: per mostrare come posizionare in pieno sole aromatiche e lavande o combinare fra loro all’ombra felci e hosta in modo da offrire spunti di ispirazione per giardini e terrazzi. Da segnalare anche i corsi, le dimostrazioni e le presentazioni, come la coltivazione dell’agapanthus a cura di Piero Minto di Raziel (venerdì 11 maggio alle 11.30) oppure L’orto in vaso con Virgilio Piatti venerdì 10 maggio alle 11, i fiori eduli con Lucia Papponi sabato 11 maggio alle 11. Programma
    - Il tema della V edizione di Orticolario, dal 4 al 6 ottobre a Villa Erba, sarà Peccati di gola: il gusto sarà il senso conduttore della manifestazione. Comunicato stampa
  • Dal mondo dei vivai
    - 23-24 marzo presso il vivaio Borgioli Taddei va in scena la mostra mercato E’ ora di piantarla. Elenco degli espositori. Luogo: via Scandicci 265, Firenze.
    - 23-24 marzo Porte aperte al Vivaio Fratelli Leonelli, via Valloni 59 Castelletto Ticino (NO). www.fratellileonelli.it
    - 5-6 aprile Vai per vivai, I manifestazione a cura del Distretto florovivaistico Alta Lombardia: occasione unica per conoscere alcuni vivai di solito non aperti al pubblico al dettaglio. Programma
    -6-7 aprile Il Vivaio Cappellini  di Carugo apre eccezionalmente le proprie serre ai visitatori. Info www.cappellinigiardinieri.it
    - 6-7 aprile Erba per Erba: per due giorni la piazza del mercato di Erba ospiterà una serie di eventi legati alla natura, mini allestimenti di giardini, land art, laboratori, spazi espositivi e vendita di piante. Per info erbepererba@gmail.com. Programma
    - 13-14 aprile il vivaio Priola di Treviso organizza Alla ricerca di piante amiche. Programma
  • Mostre mercato
    - Dal 15 marzo al 14 aprile Villa Carlotta inaugura òa stagione con una serie di eventi botanici dedicati alle camelie, musicali e letterari. Programma
    - 6-7 aprile a Cesano Boscone, Giardini nel tempo, mostra mercato di piante rare e insolite, Parco Sandro Pertini, via Roma a Cesano Boscone (MI).
    Orari: sabato 10.30-19.30; Domenica 8.30-19.30 Per info www.giardinineltempo.it
    - 14 aprile Festa di primavera alla Cascina Linterno al Parco delle cave. Programma
    - 20-21 aprile I edizione di Georgica, la versione primaverile di Piante e animali perduti di Guastalla, che si terrà sulle rive del Po. Sono previsti molti eventi, oltre alla mostra di piante: conversazioni intorno alle buone pratiche, cucina, animalia, e l’esperto risponde con una serie di banchetti sparsi qui e là con consulenze su tutti i temi possibili eimmaginabili. Per finire una esposizione di opere di land art sulle rice del fiume. Programma
    - 26-28 aprile Petali, a cura della Fondazione Terre Latine a Genzano di Roma presso il Parco Sforza Cesarini: mostra mercato di piante e arredi da giardino. Programma
    - 25-26 maggio I edizione di Giardinaria al castello Quistini: mostra mercato di perenni, stagionali, rose e orchidee. Programma

Nessun commento

mar 21 2013

Giardini mediterranei sotto vetro di Federica Raggio

Pubblicato da in "plant design"

Sparmannia africana

Ecco un altro contributo dell’amica Federica Raggio, fantasiosa e originale come sempre

Sono talmente abituata a vedere serre popolate da piante tropicali, succulente e di origine desertica, che quando mi è capitato di entrare in una serra mediterranea, mi sono sentita come dentro un barattolo da conserva.
Intrappolata sotto vetro, ma anche (e soprattutto) catturata, in senso metafisico, dalla bellezza delle serre del Giardino Botanico di Monaco di Baviera, ecco dove è successo.
È pieno inverno e le aiuole non valgono la pena di uno scatto, soprattutto in una giornata senza sole, dove non avrei neppure il divertimento della compagnia delle adorate ombre. Attraverso velocemente i giardini esterni barellando dal freddo. È la maestosità di alcuni esemplari che incoraggia qualche rapido passo sotto un nevischio fastidioso. È un vero peccato che il cielo non possa far da fondale alle chiome antiche e arabescate, che mai mano villana ha offeso con potature scriteriate.
Ritorno barbellando al barattolo.
Una vera sorpresa camminare in un set tipo “passeggiata mare sulla riviera ligure” con una temperatura coerente con l’invernalità bord de mer, associata a fioriture forse un poco anticipate; del resto il sottovetro qualche effetto sulla naturalezza ce l’ha.
Ancora oggi non riesco a capire da dove provenga tutto questo stupore.
Sarà forse perché ambienti umidi o desertici ricreati in serra hanno comunque un che di artefatto, mentre dentro questa serra sembra di avvertire una maggiore naturalezza? Oppure è proprio la percezione del mio habitat messo sottovetro che sposta il mio baricentro vegetale in un nuovo punto da riquadrare?
Cosa prova un brasiliano quando entra in una serra tropicale? La prossima volta che mi capita un incontro del genere, non perderò occasione di proporre la questione.
Pur essendo molto meno noto dei giardini di oltre manica, i Kew Gardens, il complesso delle serre è magnifico e copre una superficie di ben 4500 m², quasi quanto quelle dei Kew !
Si riassume in 11 serre laterali e 3 halls distributive. La Hall di ingresso per i grandi cacti e gli aridi del continente americano. La centrale, con i suoi 21 m. di altezza che ospita gli ambienti tropicali. L’ultima con piante del continente africano e Madagascar. Le 11 serre laterali sono suddivise per tipologia climatica in successione. Orchidee, piante da commercio alimentare dei tropici, serra vittoriana ovvero il giardino mediterraneo sotto vetro, acquatiche e carnivore, una seconda serra centrale con piante dell’Africa arida e Madagascar, e poi ancora succulente e cacti nella serra del Messico, arecaceae e bromeliaceae, cycadaceae, felci arboree e Begonie e infine la serra temperata, molto simile a quella vittoriana.
L’efficienza e il pragmatismo tedesco diventano fuochi d’artificio (http://www.botmuc.de/)

Ecco alcune immagini

Botanischer Gart. Serra vittoriana

Botanischer Gart . Serra messicana Cyphostemma currori e aloe sp

Serra delle cycadaceae

Serra di felci ed epifite

Hall delle grandi cacti Beaucarnea recurvata

Mimosa, quercus ilex e chamaerops humilis

Viburnum tinus e Teline nervosa

Sparmannia africana

fioriture di Erica arborea e viburnum tinus

Nessun commento

mar 21 2013

I benefici del verde di Monica Botta

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Quello dei giardini terapeutici e dell’ortoterapia è un tema molto importante che comincia a vedere delle realizzazioni anche da noi: ospito perciò volentieri un contributo di Monica Botta, paesaggista e autrice di un recente libro
Healing garden. Giardino terapeutico per anziani, disabili e bambini
Monica Botta, Editrice E-volution, 2012, 92 pp, 18 euro
Una esperienza sul campo di progettazione e realizzazione di un giardino terapeutico in una struttura per anziani a Bellinzago Novarese. L’autrice racconta il suo progetto, il percorso riabilitativo e il coinvolgimento dei bambini presso la mededima struttura in un programma di educazione ambientale dove nonni e nipoti hanno imparato a lavorare assieme nell’orto didattico.

“Tutti hanno bisogno di bellezza come di pane, luoghi in cui giocare o pregare, ove la natura possa curare e rallegrare e dare forza all’animo e al corpo insieme.” Jhon Muir

La natura può prendersi cura di noi? E noi progettisti possiamo prenderci cura di un progetto di verde che abbia come obiettivo il beneficio dei fruitori finali?
Verde Healing
Gli Healing Gardens sono spazi aperti e verdi facenti parte di ospedali e strutture socio-assistenziali progettati sia per finalità terapeutiche sia per migliorare il benessere e la qualità della vita non solo dei pazienti ma anche dei parenti in visita e del personale medico e paramedico e di tutti in generale. Per poter definire un giardino terapeutico uno spazio Healing – curativo, non basta che sia semplicemente annesso ad una struttura socio-sanitaria. Un’area verde che abbia i presupposti di un vero e proprio giardino di cura deve essere progettata bilanciando una sua fruizione “passiva”, relativa allo stare nella natura, una “attiva”, legata ad attività svolte con il verde/nel verde, e una fruizione che preveda una percezione “sensoriale” dell’ambiente.

Con lo spostamento dell’attenzione dalla cura della malattia alla cura della persona, solo negli ultimi anni si è assistito alla diffusione, dapprima in Usa, in Canada, in Inghilterra e di recente anche in Italia, dei giardini terapeutici. In Italia in particolar modo sono conosciuti i Giardini Alzheimer, specifici per le persone affette da questa malattia, ma da poco si parla anche di Healing gardens (giardini terapeutici all’interno di strutture di cura) e di Horticultural Gardens, cioè di giardini dov’è possibile praticare l’orticoltura.

Giardini terapeutici in Italia e nel mondo
Relativamente ai Giardini Alzheimer, alla Fondazione Mazzali di Mantova hanno di recente realizzato un giardino d’inverno micro climatizzato mentre al Centro Diurno il Girasole di Chiavenna è stato inaugurato un giardino Alzheimer che ha spazi per l’ortoterapia e una serie di elementi evocativi che rimandano alla storia del luogo.
A Milano, all’Istituto dei Tumori, è stata realizzata nel 2010 una terrazza terapeutica; nella RSA Saccardo un giardino terapeutico di 4.000 mq ospita spazi differenti, con la possibilità di fare anche attività orticole, e nell’Hospice dell’Ospedale Niguarda Cà Granda è stato realizzato il Giardino del vento e della Luce.
In provincia di Novara è stato realizzato un Healing Garden che comprende spazi differenti con anche un Orto dei Semplici per attività di ortoterapia. Moltissime sono le strutture sanitarie che hanno adibito spazi per l’orticoltura (pur essendo l’ortoterapia non ancora riconosciuta come terapia alternativa); ad esempio l’Ospedale Maggiore di Novara ha allestito una terrazza nel reparto di riabilitazione, così come all’Ospedale Sacco di Milano, nella struttura riabilitativa dell’Unità Operativa di Psichiatria 2, sono state dedicate alcune aree del giardino a percorsi di ortoterapia.
E se in Italia l’introduzione dei giardini intesi come luoghi con finalità terapeutiche stanno iniziando ad essere recepiti per il loro valore, all’estero è possibile avere un’ampia panoramica di quanto realizzabile. Esempio ammirevole di Healing Garden a tutto tondo è quello dei giardini del Legacy Emanuel Medical Center a Portland, Oregon, negli Stati Uniti. Da ricordare anche il giardino con scorci e visuali del Tribute Garden al San Diego Hospice e il suggestivo giardino terapeutico Lerner Garden of the Five Senses nel Maine.
La progettazione del verde terapeutico
Approcciare il verde terapeutico vuol dire comprendere il potere curativo della natura e veicolarlo attraverso la progettazione, per ottenere dei risultati in termini di beneficio. Come progettista credo che non si possa prescindere dall’avere delle linee guida. La mia metodologia, denominata 4WxMB, prevede l’individuazione di CHI è il fruitore del giardino, che patologia o malattia ha; è importante porsi degli obiettivi, ovvero dei PERCHE’ si fa un progetto di verde terapeutico; rilevante è sapere DOVE si va a realizzare e soprattutto COSA, che tipo di giardino può dare la risposta alla richiesta di Healing.
I giardini terapeutici sono luoghi di stimoli sensoriali, evocativi, legati alla memoria; spazi confortevoli e soprattutto positivi, divertenti, che coinvolgano fruitori diversi per creare interazioni e trarre giovamento dallo stare nel verde.

Un commento presente

mar 21 2013

A proposito del circuito dei Grandi giardini italiani

Pubblicato da in "Giardini e luoghi"

Venerdì 15 marzo si è svolto a Villa Erba il convegno “Grandi giardini italiani: un’arte minore?” che ha visto per l’intera giornata intervenire una trentina di proprietari o curatori di alcuni dei giardini rappresentati dal network creato nel 1997 da Judith Wade, che oggi annovera quasi un centinaio di associati.
Certamente se il turismo culturale legato al mondo dei giardini è così cresciuto negli ultimi anni (pensate che nel 2011 assolutamente in controtendenza sono stati oltre 8 milioni i visitatori paganti) molto si deve a questa associazione che ogni anno si arricchisce di new entries (tra le più recenti Arte Sella e Il Museo Giardino della rosa antica). Gli ingredienti di questo successo: tenacia, ottimo marketing, professionalità e grande spirito di iniziativa. Il sito di grandi giardini italiani www.grandigiardini.it è sicuramente assai ben strutturato, agile nella navigazione, accuratamente aggiornato e consente una selezione delle diverse realtà secondo molti parametri, dalla regione, alla stagione di interesse, all’architetto paesaggista. E questo spicca come una piacevole eccezione nel panorama non molto confortante dei siti che riguardano il settore dei parchi e giardini italiani.
Merita una segnalazione, tra i diversi interventi, la proposta che il direttore di Gardenia Emanuela Rosa-Clot ha lanciato assieme a Patrizia Pozzi per una legislazione che introduca una sorta di detassazione per gli interventi di ristrutturazione e manutenzione straordinaria del verde. In fondo si tratterebbe di allargare il campo di azione o della legge 512 relativa ai beni di interesse culturale o la legge 488 che riguarda le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

Chamaecyparis lawsoniana a Villa Erba

Lo stupendo esemplare di Ginkgo biloba in riva al lago

 

Nessun commento

mar 21 2013

Suggestioni dalla mostra Un soffio di primavera a Villa Necchi

Pubblicato da in "News"

Si è svolta a Villa necchi a Milano la II edizione della manifestazione “Un soffio di primavera”, piccola mostra mercato delle prime fioriture primaverili.
Quest’anno la mostra si è arricchita di nuove interessanti presenze e si conferma un appuntamento piacevole. Bella la mostra fotografica intitolata alle erbe ed erbacce di Caterina Saban. Da segnalare l’atività dell’associazione Vivai Pronatura che svolge attività di volontariato alla Casa circondariale di Milano e ha attivato l’iniziativa “Aiuole per la conservazione della biodiversità in ambito urbano” . Per informazioni www.vivaipronatura.it, mail info@vivaipronatura.it.
Ecco alcune immagini catturate alla mostra

Ligustrum Lemon Lime una bella varietà di ligustro dalle foglie giallo vivo sempreverdi di Beatrice Consonni

Viburnum tinus nano presentato da Vivaio Beatrice Consonni

Euphorbia martinii Ascot Rainboul

Bello questo utilizzo di Ficus repens in vaso


Citrus latifolia variegata

Nascondi
Citrus limonimedica Florentina


Un bel passaggio nell’orto
[caption id=”attachment_4394″ align=”alignnone” width”310″>La bella macchia di sottobosco nel giardino di Villa Necchi


Sulla comune, foto di Caterina Saban


Nessun commento

mar 21 2013

Letture di marzo

Pubblicato da in "News"

Da leggere

  • Monitoraggio di uccelli e mammiferi in Lombardia
    Il primo manuale in lingua italiana sulle tecniche di monitoraggio di uccelli e mammiferi, dedicato a quanti si occupano di conservazione e gestione della fauna selvatica. La realizzazione di monitoraggi faunistici secondo modalità operative standardizzate è indispensabile per confrontare i dati e pianificare correttamente gli interventi. Volume e materiali tecnici sono scaricabili dal sito della Regione Lombardia

    http://www.agricoltura.regione.lombardia.it/cs/Satellite?childpagename=DG_Agricoltura/Detail&c=Redazionale_P&cid=1213585039769&pagename=DG_AGRWrapper

  • Anna Scaravella.Dal paesaggio al giardino
    Paolo Compostini (testi, Dario Fusaro (fotografie), Electa, 2012, 200 pp, 45 euro
    Il racconto illustrato di 13 progetti della paesaggista piacentina dove sono state utilizzate in prevalenza piante mediterranee che non richiedano irrigazione.

Dalla Libreria della natura di Milano

  • CARNET DE TRAVAIL D’UN JARDINIER PAYSAGISTE
    PEUVERGNE H. Le paysagiste Hugues Peuvergne n’aime pas les jardins trop précieux ou conceptuels. Depuis plus de 20 ans, il réalise des univers poétiques qui apaisent et réconcilient l’homme avec la nature. Ce qu’il désire avant tout, c’est que ses clients se sentent bien au quotidien dans les jardins ou les terrasses qu’il crée pour eux et avec eux. C’est l’histoire de ces rencontres et de son cheminement créatif, qu’il souhaite nous faire partager dans ce livre, à travers la présentation de 17 de ses plus belles réalisations. Pagg. 280, Euro 35
  • THE SPLENDID CHINESE GARDEN – ORIGINS AESTHETICS AND ARCHITECTURE
    HU JIE The splendid Chinese Garden is an illustrated compendium on the classic gardens of China. It explains the history of the garden, the traditions and beliefs they represent, their aesthetic and the techniques used to create them. Also included are chapters that survey the great gardens of China, the gardens tourists love to visit and gardeners dream of seeing and exploring.”The Splendid Chinese Garden” includes: Chinese Gardens in the South of the Yangtze River: Ge Garden (Yangzhou)He Yuan, also known as Jixiao Shan Zhuang (Yangzhou)Zhan Garden (Nanjing)Jichang Garden (Wuxi)Humble Administrator’s Garden (Suzhou)Lingering Garden (Suzhou)Master of the Nets Garden (Suzhou)Lion Grove Garden (Suzhou)Chinese Gardens in the North of the Yangtze River: Yihe Garden or the Summer Palace (Beijing)Beihai Park (Beijing)Jingyi Garden in Xiangshan Mountain (Beijing)Imperial Garden, Palace Museum (Beijing)The Back Garden of the Prince Gong Mansion (Beijing). Pagg. 240, euro 38,50
  • FIRST BOOK OF INDIAN BOTANY
    OLIVER D. Well known among his contemporaries for his unrivalled knowledge of aberrant plants, Daniel Oliver (1830-1916) ran the herbarium at Kew Gardens and held the chair of botany at University College London, for which he was recommended by Charles Darwin. Although Oliver never visited India, his expertise in Indian botany grew considerably after he worked with an enormous number of dried specimens rescued from the cellars of the East India Company. In this book, first published in 1869, he sets out the basics of botanical study in India for the absolute beginner. It includes instruction on the anatomy of simple plants, lessons in collection and dissection, and explanations of botany’s often dense terminology. Annotated diagrams appear throughout, in both microscopic and macroscopic views. Rigorous and carefully structured, Oliver’s book remains an excellent resource for novice botanists and students in the history of science. Pagg. 393, euro 43
  • 100 GIARDINI DI BERGAMO
    GANDOLFI V., MAZZA G., GANDOLFI N. editore: SESTANTE, Pagg. 221, euro 45

Nessun commento

mar 14 2013

Acquerello di primavera

Pubblicato da in "News"

La Cassera

Dal 22 al 24 marzo un weekend tra le colline del Monferrato ospiti di una piacevole locanda di campagna per imparare l’arte dell’acquerello con l’artista Silvia Molinari. I temi: le prime infiorescenze degli alberi da frutto, le bulbose, i geromogli, i colori del paesaggio che stanno cambiando dal bruno al verde.

Locanda La Cassera, Castelletto d’Erro (AL). Per informazioni: www.lacassera.it. Per prenotazioni tel 0144/41650

Nessun commento